Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.


Errore 451: censura in corso

Un nuovo codice d'errore HTTP per dire chiaramente quando una risorsa è bloccata dalla censura.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 14-06-2012]

http errore 451

Chi naviga nel web prima o poi s'imbatte nell'errore 404 (la risorsa cercata non è stata trovata) o nell'errore 500 (un messaggio generico che indica la presenza di problemi sul server), ma in futuro ci si potrebbe ritrovare bloccati anche davanti a un errore 451.

È questo il codice che Tim Bray, uno dei padri del linguaggio XML, ha proposto per segnalare in maniera chiara che una pagina richiesta è stata censurata da un governo o per ordine di un tribunale. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Negli spazi per i commenti alle notizie, in che modo si comportano i maggiori siti di informazione online?
Sono eccessivamente censori. Se i loro articoli subissero lo stesso trattamento, accuserebbero di dittatura.
Mostrano una spudorata tendenza a privilegiare i commenti favorevoli alle loro linee editoriali.
Si limitano alle normali regole del vivere civile e delle leggi in vigore.
Danno importanti spazi e a volte dovrebbero contenere gli "ardori" dei commentatori con maggiore decisione.
Sodoma e Gomorra! Va bene la libertà d'opinione ma c'è un limite a tutto.

Mostra i risultati (976 voti)
Leggi i commenti (10)
Il numero dell'errore non è scelto a caso: richiama esplicitamente il famoso romanzo Fahrenheit 451 di Ray Bradbury, al quale vanno i ringraziamenti esplicity di Bray nelle note della bozza.

In questo modo chi cerca di accedere a una risorsa sa esattamente perché questa non sia disponibile, se per un problema tecnico o una decisione di natura legale, o censoria.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.

Commenti all'articolo (4)

Cesco67
Condivido al 99% Il restante 1% considero che siano pagine con contenuti offensivi e, peggio, pedopornografici, ed in questo caso approvo la censura
17-6-2012 12:45


Gladiator
Giusto ermengarda, purtroppo però non è così e in futuro, temo, la censura sarà sempre più presente su internet e non solo negli stati in cui, notoriamente, le libertà individuali sono assai scarse ma anche nei cosiddetti paesi democratici e civili. Internet permette una condivisione ed un confronto di idee estremamente ampio e rapido... Leggi tutto
16-6-2012 15:26


franz
@ermengarda, come dissentire
14-6-2012 20:41

Ermengarda Categna
Questa e` una pubblicita` progresso.... Mi preoccupa molto. Se si e` sentita la necessita` di un codice dedicato e ben identificabile, vuole dire che c'e` una diffusa abitudine alla censura. Gentili ad informarci, ma molto piu` gentili sarebbero a lasciarci in pace a leggere tutto cio` che passa e lasciarci giudicare con la nostra... Leggi tutto
14-6-2012 16:33

Inserisci un commento - anche se NON sei registrato

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
Sondaggio
Secondo te quale diventerà realtà per prima?
Le aule intelligenti: conosceranno gli alunni e offriranno un'esperienza di apprendimento personalizzata ed efficace.
Torneremo a fare la spesa sotto casa: i negozi uniranno la varietà degli acquisti online al piacere di fare acquisti direttamente in un posto conosciuto.
Useremo il DNA per stabilire terapie su misura: cloud computing e computer congnitivi rendereanno l'esame del DNA veloce ed economico.
Un guardiano digitale sostituirà le password: conoscerà le nostre abitudini e individuare i tentativi di furto d'identità.
Smart City: le città faranno arrivare sugli smartphone dei cittadini informazioni personalizzate basate sulle abitudini e le preferenze degli abitanti stessi.

Mostra i risultati (593 voti)
Aprile 2014
Autostrade intelligenti per guidare di notte senza fari
2015, tutti gli smartphone avranno l'antifurto
10 case stampate 3D in 24 ore
Come cifrare e autenticare la mail
Amazon, il progetto droni è reale
L'iWatch arriva a settembre con l'iPhone 6
Come difendersi da Heartbleed
La nave che va ad acqua di mare
Windows XP, fine di un'era
Hacker di 5 anni viola la Xbox One
Windows 8, Microsoft uccide le piastrelle
Il bus che offre 400 euro a chi si spoglia
Dal 1 aprile si pagano le commissioni sulla benzina
Apple brevetta l'SMS anti-urto
Tredicenne costruisce reattore nucleare nel garage di casa
Tutti gli Arretrati

web metrics