Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Sondaggio
Quali sono i rischi maggiori del cloud computing?
Distributed Denial of Service (DDoS): cresce l’impatto dei tempi di indisponibilità di un sito web, che possono costare perdite di milioni di euro in termini di introiti, produttività e immagine aziendale.
Frode: perpetrata da malintenzionati con l’obiettivo di trafugare i dati di un sito e creare storefront illegittimi, o da truffatori che intendono impadronirsi di numeri di carte di credito, la frode tende a colpire - prima o poi - tutte le aziende.
Violazione dei dati: le aziende tendono a consolidare i dati nelle applicazioni web (dati delle carte di credito ma anche di intellectual property, ad esempio); gli attacchi informatici bersagliano i siti e le infrastrutture che le supportano.
Malware del desktop: un malintenzionato riesce ad accedere a un desktop aziendale, approfittandone per attaccare i fornitori o le risorse interne o per visualizzare dati protetti. Come il trojan Zeus, che prende il controllo del browser dell'utente.
Tecnologie dirompenti: pur non essendo minacce nel senso stretto del termine, tecnologie come le applicazioni mobile e il trend del BYOD (bring-your-own-device) stanno cambiando le regole a cui le aziende si sono attenute sino a oggi.

Mostra i risultati (764 voti)
Luglio 2014
Germania, equo compenso alle stelle
Attacchi DDoS in aumento, cosa fare per difendersi
Sat-Fi trasforma lo smartphone in satellitare
Ma chi sono i terroristi?
Il ginecologo che fotografava le donne nude
L'uomo-wiki
BeppeGrillo.it e i macachi di Modena
Gli italiani telefonano di meno, è proprio crisi
Android L aumenta drasticamente la vita della batteria
Tim e Vodafone, gli avvisi diventano a pagamento
La tassa sull'equo compenso e il governo Renzi
Gmail, eliminare la posta già spedita
La Guardia di Finanza oscura DDLStorage
Mondiali di calcio in streaming su Internet
No-IP non funziona, la colpa è di Microsoft
Tutti gli Arretrati

Linus Torvalds spara a zero su nVidia

Il creatore di Linux alza il medio verso la peggiore azienda con cui la Linux Foundation abbia mai lavorato. [Video]



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 19-06-2012]

torvalds nvidia

«La peggiore azienda con cui abbiamo mai lavorato»: è questa la definizione che Linus Torvalds ha dato di nVidia durante una sessione di domande e risposte alla Aalto University, in Finlandia.

Il problema è lo scarso supporto che nVidia fornisce a Linux: l'azienda sembra non avere troppo interesse a supportare pienamente il sistema operativo open source, lasciando in difficoltà gli utenti. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Che cosa ti trattiene dall'installare Linux?
Tutti quelli che conosco hanno Windows: con chi potrei scambiare dati e software?
Non ho voglia di imparare un nuovo sistema operativo e dei nuovi programmi.
Alcuni miei componenti hardware non vengono riconosciuti.
Ci sono alcuni software che utilizzo sotto Windows che mi sono indispensabili.
Semplicemente non sento l'esigenza di passare a Linux.
Ho intenzione di farlo nel prossimo futuro.
Nessun motivo mi impedisce di passare a Linux, infatti già lo utilizzo con soddisfazione.

Mostra i risultati (9311 voti)
Leggi i commenti (121)
È il caso per esempio di una ragazza che ha chiesto il perché di tanti problemi con il suo portatile - che monta una GPU nVidia - e Linux: Linus Torvalds ha risposto sottolineando la scarsissima collaborazione da parte dell'azienda e alzando il dito medio in direzione di nVidia.

Il particolare più curioso e frustrante - come il creatore stesso di Linux fa notare - è che nVidia sta cercando di vendere più chip possibili per il mercato degli smartphone con Android (la piattaforma Tegra), ossia un sistema operativo basato proprio su Linux.

Nel video della sessione, che riportiamo qui sotto, la domanda su nVidia e la reazione di Linus Torvalds si trovano intorno al minuto 48.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Commenti all'articolo (6)

bandreabis
Eppure un tempo noi possessori di tale schede video eravamo nel "Girone dei dannATI®"!! Ora che vorrei cambiare mi si dice il contrario? Io ho una vecchia X200 Mobility da 5 anni che mi ha fatto sì penare, mentre da qualche anno con le ultime open drive mi trovo molto bene nel mio mondo al rallentatore. Il prossimo resto nel... Leggi tutto
20-6-2012 20:36


freemind
Ramon, purtroppo ultimamente non è che i driver nvidia siano così buoni però sotto linux. Fino a qualche tempo sì, io mi son trovato bene, le prestazioni erano ottime etc... Però ultimamente in giro per la rete pare che la qualità sia scesa...
19-6-2012 23:16

Ramon
Pur essendo un convinto sostenitore dell'open source (visto che uso Linux da oltre 15 anni), stavolta mi trovo in totale disaccordo con Linus Torvalds. nVidia ha portato la vera accelerazione hardware su Linux facendo compiere al Pinguino un enorme salto di qualità; non dimentichiamoci che le grandi aziende professionali del settore... Leggi tutto
19-6-2012 23:02


freemind
Mah, io ho sempre montato ati però ad un certo punto non sono più riuscito ad attivare l'accelerazione di queste schede. Messa su un'nvidia e tutto è andato bene. Per un po' perchè poi i driver hanno iniziato a fare pena... Ho sempre sostenuto che col pinguino deve andarti un po' di culo con le schede video!
19-6-2012 19:30


SverX
Mi ricordo, che nel 2002, ordinai un PC assemblato che doveva avere una scheda grafica ATI a bordo. Mi chiamarono dal negozio dopo qualche giorno dicendo che l'ATI che volevo non era più disponibile, e che mi avrebbero montato una nVidia allo stesso prezzo (seppure fosse più cara, almeno sul loro listino). Gli dissi che non se ne... Leggi tutto
19-6-2012 17:26


freemind
Effettivamente da un po' di tempo i driver nvidia non sono così libidinosi, open o closed che siano...
19-6-2012 15:06

Inserisci un commento - anche se NON sei registrato

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics