Sondaggio
Secondo te quale di questi scienziati avrebbe meritato il premio Nobel?
Andrew Benson, per la scoperta del Ciclo di Calvin della fotosintesi clorofilliana.
Dmitri Mendeleev, per l'ideazione della tavola periodica degli elementi.
Fred Hoyle, per gli studi sulla nucleosintesi stellare.
Jocelyn Bell Burnell, per la scoperta delle pulsar.
Nikola Tesla, per i suoi lavori sulla trasmissione delle onde radio.
Albert Schatz, per la scoperta della streptomicina (rimedio contro la tubercolosi).
Chien-Shiung Wu, per i lavori sulla legge di conservazione della parità.
Oswald Avery, per gli studi sulla trasmissione dei caratteri ereditari tramite DNA.
Douglas Prasher, per la scoperta della proteina fluorescente verde.
Lise Meitner, per il contributo ai lavori sulla fissione nucleare.

Mostra i risultati (1022 voti)
Gennaio 2015
Google: Gli utenti dei vecchi Android si arrangino
Se la prof invia un selfie sexy agli studenti
Windows 10 è gratis per gli utenti di Windows 7 e 8
Antibufala: SismAlarm
Quei cellulari cinesi preinfettati in fabbrica
Bandire WhatsApp
Oltre 2.000 giochi per DOS disponibili gratis nel browser
Nasa, scoperti otto nuovi fratelli della Terra
Ventiduenne svela il trucco per trovare voli sottocosto
iPad da 12 pollici, spuntano le prime foto
Addio Internet Explorer, arriva Spartan
Dicembre 2014
Per rubare le impronte digitali basta una foto
Nuovo blackout Wind (risolto), utenti senza Internet e telefono
Agcom: ''Contratti di telefonia siano sempre in forma scritta''
Uomo entra in Facebook. Sul computer della casa che sta svaligiando
Tutti gli Arretrati

La tassa su Internet Explorer

Gli acquisti online con una vecchia versione del browser di Microsoft costeranno cari.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 20-06-2012]

tassa internet explorer 7

«Sembra che voi, o il vostro amministratore di sistema, siate rimasti in coma per più di 5 anni e usiate ancora Internet Explorer 7»: così l'australiana Kogan accoglie quanti tentano di fare acquisti sul suo sito utilizzando il vetusto browser.

L'ironia non è l'unica arma che Kogan ha messo in campo per spingere gli utenti del proprio sito a passare a un browser più aggiornato: quanti nonostante l'avviso decideranno di acquistare prodotti tramite IE 7 dovranno pagare un maggiorazione del prezzo pari al 6,8% (ossia lo 0,1% per ogni mese trascorso dall'uscita del browser).

Non è uno scherzo: è la «tassa su Internet Explorer 7» che Kogan ha deciso di introdurre «per contribuire a fare di Internet un posto migliore» e perché «è necessaria a causa della quantità di tempo richiesta per far sì che le pagine web siano visualizzate correttamente con IE 7».

Convincere gli utenti ad abbandonare il proprio browser, anche se antiquato e superato da versioni migliori, non è affatto facile e Microsoft lo sa bene: il rivenditore australiano spera che toccando i potenziali acquirenti nel portafogli questi decidano di seguire il consiglio e facciano così diminuire il lavoro per gli sviluppatori web.

Sondaggio
Qual è il tuo browser preferito?
Internet Explorer
Firefox
Chrome
Safari
Opera
Un altro

Mostra i risultati (10481 voti)
Leggi i commenti (36)

Insieme all'avviso, la schermata di benvenuto - se così si può chiamare - che appare agli utenti di Internet Explorer 7 propone anche i link per scaricare Chrome, Firefox, Safari e Opera; oppure si può semplicemente aggiornare la propria versione di IE a una più recente.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Approfondimenti
Arriva Firefox 19, legge anche i PDF

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 16)


cisco
Ricordo solo che nella nostra bella Italia, ci sono ancora un sacco di persone che viaggiano a 56k o giù di lì perché sono in Digital Divide, per cui fare siti che si possono usare con browser più vecchi, magari seguendo le semplici regole di leggibilità (colori, fonts, ecc.) è certamente da applaudire. Mi viene anche in mente che a... Leggi tutto
22-6-2012 15:43

{Giuseppe}
PRECISAZIONE. (perdonate anche me, nella furia di scrivere sono stato impreciso.) Metto i dati giusto per parlare di cifre oggettive senza scadere nella "guerra di religione" pro/contro M$. Il 20 per cento di utenti IE potrebbe anche starci, quello che non emerge dai dati mensili , ma solo da una analisi pluriennale delle... Leggi tutto
21-6-2012 12:04

{Carlo}
Pedonate, in effetti è corretto riportare i dati alla virgola. Dunque, ecco i dati analytics relativi al mio sito: - utenti explorer nel complesso 40,40 per cento Di questi, solo il 45,63 per cento utilizza explorer 9 Quindi, si deduce che il 22 per cento degli italiani utilizza una versione obsoleta di explorer. In effetti, i... Leggi tutto
21-6-2012 11:39

{Carlo}
Visto? :-) Io ho spiegato come raddoppiare il proprio traffico e nessuno ci crede. Non mi credo dio, sono uno che da solo (solo!) fa tre milioni di visite al mese. Quindi, ho solo un record del mondo. Niente droghe, niente doping, solamente una sana applicazione delle più elementari regole della comunicazione. Ragazzi miei, se... Leggi tutto
21-6-2012 11:23


freemind
D'accordo con Giuseppe e Zeus. Però (e qui parlo più che altro a Zeus) c'è da dire che tecnologie inadeguate hanno portato ai risultati odierni che tutti sappiano: rogne di ogni tipo tra cui vulnerabilità su ogni fronte. Allora: ok il vasto pubblico ma a discapito della qualità?
21-6-2012 11:13


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics