Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.


La musicassetta compie cinquant'anni

Un tempo era il mezzo principale per ascoltare musica e registrare i primi programmi su home computer. E ancora viene prodotta.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 13-08-2013]

musicassetta cinquanta anni
(Fai clic sull'immagine per visualizzarla ingrandita)

Cinquant'anni: tanti ne sono passati dall'apparizione della prima musicassetta, giunta sul mercato nel 1963 a opera della Philips.

Al giorno d'oggi è una reliquia del passato, e non può nemmeno godere della nobiltà di cui, tra i supporti per la musica, è ammantato il vinile: la qualità dell'audio non è certo eccezionale (a parte quelle di qualità elevata ma non certo di uso comune).

Piccole, economiche, sono state per trent'anni - ben oltre l'arrivo del CD, nei primi anni '80, che ha faticato a imporsi - il modo d'elezione per ascoltare e condividere la musica, ma non solo: chi non ricorda gli home computer - come il Commodore 64, per fare un esempio - che proprio alle cassette si affidavano più spesso per il salvataggio dei programmi?

Per molti, la cassetta è stata poi il primo mezzo per darsi alla pirateria, registrando dai vinili, copiando altre cassette o registrando dalla radio e scambiandosi le compilation così realizzate con gli amici.

L'"operazione nostalgia" potrebbe continuare, ma in realtà l'epoca delle cassette non è completamente conclusa: se alla fine del 2012 Sony ha deciso di sospendere la produzione dei registratori a cassette (dopo aver sospeso quella dei Walkman nel 2010), negli USA c'è un'azienda che sta facendo della mancanza di concorrenza in questo settore la propria fortuna.

Sondaggio
Qual il prodotto che pi ti attira tra questi?
Un lettore di ebook
Uno smartphone di ultima generazione
Un tablet o pad
Un navigatore satellitare
Un lettore Mp3 e/o video (portatile o da salotto)

Mostra i risultati (4085 voti)
Leggi i commenti (4)

La National Audio Company di Springfield, nel Missouri, ne produce 100.000 ogni giorno, e sostiene che gli affari non andavano così bene nemmeno quando il nastro magnetico dominava incontrastato.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.

Approfondimenti
L'hard disk garantito per durare un milione di anni
Sony, addio a mangianastri e registratori a cassette
Sony dice addio ai Walkman

Commenti all'articolo (3)


MaXXX eternal tiare
Nostaligia :( Che se oggi metti una penna o una matita e una musicassetta in mano ad un ragazzino non capisce :( Vabb la tecnologia evolve, era palloso mandare indietro sempre il nastro... alcuni registratori scadenti non cancelalvano correttamente il nastro e ti si fondeva l'audio e il fruscio era spesso troppo alto :D Cmq mitiche... Leggi tutto
15-8-2013 16:25


Zievatron
Complimenti alla NAC. E' il caso di dire "chi la dura la vince". :lol:
14-8-2013 17:08

{Kris}
Qui ci sono alcune foto delle primissime cassette in commercio, diverse da quelle pi diffuse e conosciute: link[/url] [url=http://forum.zeusnews.com/link/127248]link
13-8-2013 21:58

Inserisci un commento - anche se NON sei registrato

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
Sondaggio
Qual lo strumento di informazione di cui ti avvali di pi?
I media tradizioniali (Tv, radio, stampa, ecc.)
Internet, soprattutto i siti autorevoli (Repubblica, Corriere, ecc.)
Internet, soprattutto i siti indipendenti o di controinformazione
Internet, soprattutto i social network (Twitter, Facebook, ecc.)
Non mi fido di nessun media e credo solo a quello che vedo

Mostra i risultati (2250 voti)
Aprile 2014
10 case stampate 3D in 24 ore
Come cifrare e autenticare la mail
Amazon, il progetto droni è reale
L'iWatch arriva a settembre con l'iPhone 6
Come difendersi da Heartbleed
La nave che va ad acqua di mare
Windows XP, fine di un'era
Hacker di 5 anni viola la Xbox One
Windows 8, Microsoft uccide le piastrelle
Il bus che offre 400 euro a chi si spoglia
Dal 1 aprile si pagano le commissioni sulla benzina
Apple brevetta l'SMS anti-urto
Tredicenne costruisce reattore nucleare nel garage di casa
Marzo 2014
Parolacce nel codice dei primi Word e MS-DOS
iPhone 6 a settembre in due versioni da 4,7 e 5,5 pollici
Tutti gli Arretrati

web metrics