Sondaggio
I telefonini diventano sempre più potenti e sono dotati di fotocamere sempre migliori: a quella sul retro spesso se ne aggiunge una frontale, per meglio scattare i selfie. Per quanto riguarda l'utilizzo che ne fai tu personalmente, lo smartphone ha sostituito la fotocamera compatta tradizionale?
Sì. Non ho praticamente più bisogno di portarmi dietro la fotocamera perché quella dello smartphone è più che sufficiente per le mie esigenze nella maggior parte delle occasioni.
In parte. Sebbene la fotocamera sullo smartphone sia indubbiamente comoda, spesso ho la necessità di scattare foto di qualità migliore e con un dispositivo dedicato, quindi utilizzo molto anche la fotocamera.
No. Non posso fare a meno di portarmi dietro la fotocamera compatta, che per le mie esigenze non può affatto essere sostituita da uno smartphone.

Mostra i risultati (850 voti)
Aprile 2015
Nuove tariffe, Agcom chiede più trasparenza a Telecom Italia
Eliminare le funzionalità di Windows indesiderate
Auto senza chiave troppo facili da aprire
La guida alla banda larga Comune per Comune
È un treno? È un aeroplano? No, è Horizon
Il browser per navigare su piattaforma distribuita
La batteria prossima ventura
Carcerato manda via mail un falso ordine di scarcerazione
Modificare la schermata di login
Poteva cancellare tutti i video di Youtube e non l'ha fatto
WhatsApp, le chiamate vocali sono realtà
Marzo 2015
Decreto antiterrorismo, evitato il trojan di Stato (per ora)
Come riutilizzare uno smartphone
Attenzione a Whatsappchiamate
Windows 10 sarà gratis anche per i pirati
Tutti gli Arretrati

Col laser i moscerini ballano al ritmo di musica

Così gli scienziati controllano la mente degli insetti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 22-07-2014]

newsimage236043
(Fai clic sull'immagine per visualizzarla ingrandita)

I moscerini della frutta sono da sempre i preferiti degli scienziati che si occupano di ricerca genetica.

Il dottor Andrew Straw, dell'Istituto di Patologia Molecolare di Vienna, li trova però interessanti anche per un altro motivo: può facilmente controllarne le menti tramite un laser.

Sembra un esperimento da scienziato pazzo ma FlyMAD (che sta per Fly Mind Altering Device, ossia Dispositivo per l'Alterazione della Mente dei Moscerini) è una ricerca seria (o così pare) che adopera videocamere per tracciare il movimento dei moscerini in uno spazio ristretto e del laser per costringerli ad eseguire gli ordini. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Immaginiamo un mondo popolato dalle auto di Google: senza pilota, senza sterzo e senza pedali. Qual è il maggior svantaggio? (vedi anche i vantaggi)
L'auto di Google è veramente brutta! Più che un auto è un'ovovia.
Ci toglierà il piacere di guidare e la nostra vita sarà un po' più triste.
Avrà un costo non sostenibile per la maggior parte degli utenti.
Ci sarà maggior traffico: con un'auto senza pilota il trasporto privato verrebbe incentivato rispetto al trasporto pubblico.
Il Gps incorporato potrebbe non essere efficiente, costringendoci a fare percorsi più lunghi o più lenti o addirittura non portandoci mai a destinazione.
Ho timori soprattutto per la privacy: le auto di Google potranno collezionare dati su come mi sposto e quando.
In caso di incidente con nessuno al volante, non è chiaro di chi sarà la responsabilità civile. E a chi tocca pagare l'assicurazione? All'utente o a Google? O allo Stato?
Sarà esposta ad attacchi hacker o terroristici: di fatto avremo minore sicurezza sulle strade.
Se il sistema prevede un urto inevitabile, potrebbe trovarsi di fronte a scelte etiche insormontabili. Uccidere un anziano o un bambino? Due uomini o un bambino? Un uomo o una donna? Uscire di strada o urtare altri veicoli o pedoni? Andare addosso a un SUV o a un'utilitaria?
Rispetto alle auto tradizionali impiegheranno troppo tempo ad arrivare a destinazione, non potendo superare i limiti di velocità o fare manovre azzardate.
I tassisti non esisteranno più: già immagino le loro legittime proteste.

Mostra i risultati (879 voti)
Leggi i commenti (18)
Il fascio di luce, guidato con precisione dai dati ricavati dalle videocamere, permette infatti ai ricercatori di attivare determinati percorsi neurali nei cervelli dei moscerini grazie alla luce e al calore; nella fattispecie, vengono fatti "ballare" e "cantare", ossia si attivano quei neuroni legati alle danze tipiche del corteggiamento tra moscerini.

Tutto ciò permette agli scienziati di studiare a fondo il funzionamento del cervello dei moscerini e il modo in cui funzionano i loro neuroni. «Possiamo, per esempio, analizzare come i singoli neuroni funzionano in cascata con il circuito neuronale» spiega il dottor Straw.

L'idea è che comprendere il funzionamento di un cervello semplice come quello dei moscerini possa aiutare a gettare luce sul funzionamento delle reti di neuroni nel cervello dei mammiferi, uomo compreso.

newsimage236042
(Fai clic sull'immagine per visualizzarla ingrandita)

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Taggate cinquemila api della Tasmania
Le api che individuano il cancro
Roboroach, lo scarafaggio-robot che si controlla dal telefonino
Una cura per l'AIDS dal veleno delle api
Così le zanzare resistono alla pioggia
Le zanzare si uccidono col laser

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics