AMS fotografa l'ombra della materia oscura

Le anomalie registrate dal cacciatore di antimateria potrebbero essere la prova che i fisici stavano cercando.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 16-04-2015]

ams materia oscura
(Fai clic sull'immagine per visualizzarla ingrandita)

Il "cacciatore di antimateria" AMS-02, installato quattro anni fa sulla Stazione Spaziale Internazionale, potrebbe aver fornito la prima prova indiretta dell'esistenza della materia oscura.

L'analisi dei raggi cosmici condotta da AMS ha infatti mostrato alcune anomalie e fenomeni sconosciuti che sono «coerenti con l'esistenza di una particella di materia oscura» chiamata neutralino, come hanno annunciato i ricercatori che seguono il lavoro di AMS.

Le anomalie in questione consistono in un'eccessiva quantità di antiprotoni e positroni rispetto a quanto ci si aspettava di trovare secondo i modelli tradizionali dei raggi cosmici.

L'ipotesi per spiegare tutto ciò, come racconta il presidente dell'ASI Roberto Battiston, «è che stiamo osservando un processo di antimateria ad altissima energia che possa essere come l'ombra, l'indicazione di particelle di materia oscura con grandissima massa che, annichilendosi al centro della nostra galassia, producono un eccesso di antimateria osservabile nei raggi cosmici».

Per ora - precisa Battiston - si tratta di un'ipotesi che deve ancora essere vagliata con attenzione: i dati presentati alla comunità internazionale permetteranno di indagare ulteriormente per capire se davvero sia stata fotografata "l'ombra della materia oscura", o quantomeno di un fenomeno che per la prima volta ne prova l'esistenza.

Sondaggio
Qual il maggior problema tra questi?
La gente comune non capisce molto di scienza.
La stampa e i media non mettono in risalto le scoperte veramente importanti.
La stampa e i media semplificano troppo le scoperte scientifiche.
La gente comune si aspetta soluzioni semplici e veloci.

Mostra i risultati (1433 voti)
Leggi i commenti (5)

In ogni caso, la scoperta di un fenomeno che non si accorda con le previsioni è causa di grande entusiasmo tra i fisici, che sono sempre più convinti - come spiega ancora Battiston - di «stare osservando un nuovo processo fisico fondamentale».

In ogni caso «non abbiamo trovato la prova definitiva della materia oscura» precisa Samuel Ting, capo dei ricercatori che si occupano di AMS e premio Nobel.

«Sebbene tutti i risultati di AMS puntino nella giusta direzione» - continua Ting - «dobbiamo ancora misurare quanto velocemente la frazione di positroni decade alle energie più alte per eliminare altre sorgenti astrofisiche, come le pulsar».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
MIT, la storia dell'Universo diventa un video
Foschia e nubi fredde permeano la Via Lattea
Il cacciatore di antimateria è pronto al lancio
Il cacciatore di antimateria parte per lo spazio
Il Gran Sasso fotografa il neutrino mutante
LHC, collisioni record al Cern

Commenti all'articolo (1)

{Francesco Arezzo}
Tanto anche fra mille anni nessuno sarà in grado di spiegare la nascita dell'universo, quando, come, perchè, ecc.. rispetto il loro lavoro, lo farei anche io se avessi questa curiosità, ma partirei con questa convinzione.......
16-4-2015 14:43

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Durante un lungo viaggio in treno o in aereo, che cosa preferisci fare?
Ascoltare la musica
Chiacchierare coi vicini
Dormire
Giocare (con il notebook, il tablet, lo smartphone ecc.)
Guardare un film o una serie Tv
Guardare il panorama... o le hostess
Lavorare al computer
Leggere un libro, o un ebook
Navigare su Internet (vale solo in treno)
Telefonare (vale solo in treno)

Mostra i risultati (2031 voti)
Giugno 2017
I medici americani: i lampioni a Led fanno male
Dove vanno a finire le foto mandate tramite WhatsApp?
Le torri di Amazon per i droni
Microsoft: ''Sì, disabilitiamo gli antivirus. Per il bene degli utenti''
Banda larga, scontro assurdo fra Tim e Governo
Il caso del sindacalista che criticava gli stipendi d'oro
Italia, via libera al trojan di Stato
Difendersi dalle app-truffa presenti nell'App Store di Apple
Roaming dati nell'UE ''gratuito'' da ieri: occhio alle sorprese
Firefox 54, più sicuro con la sandbox e più leggero
Il link che infetta il Pc senza nemmeno dover cliccare
Ecco come vengono sfruttati in concreto i dati delle nostre navigazioni
Windows 10, un assaggio del Fall Creators Update
Dai gattini bonsai alla disinformazione pianificata
Ex pornostar chiama in causa i pirati
Tutti gli Arretrati


web metrics