Il sito che condivide le tue informazioni personale aggregate

Ecco come cancellarle.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 30-01-2017]

familytreenowspy

Tutti sanno che quando si usano i social network in particolare e i servizi online in generale è bene stare molto attenti a ciò che si pubblica: una volta che un dato è finito in Rete è praticamente impossibile nasconderlo nuovamente.

Ciò è particolarmente vero per informazioni delicate come l'indirizzo, la data di nascita, il numero di telefono e via discorrendo: nelle mani sbagliate, questi dati possono essere utilizzati per fare danni.

La situazione diventa anche più inquietante se si considera che esistono dei siti che aggregano tutti questi dati e li rendono disponibili a chiunque. Non solo: lo fanno gratuitamente e senza nemmeno chiedere una registrazione.

Di recente è salito alla ribalta Family Tree Now, un sito dall'aria innocente che, con tutta evidenza, si propone semplicemente come un aiuto per chi voglia compilare il proprio albero genealogico.

Family Tree Now è proprio uno di quei siti che si possono consultare liberamente: basta inserire nome, cognome e Stato di residenza (la ricerca è limitata agli USA) per ottenere tutta una serie di informazioni sulla persona oggetto della ricerca, dai possibili parenti sino all'indirizzo di casa.

Il sito afferma di possedere anche informazioni ottenute da documenti ufficiali, come i registri dei censimenti, i certificati di nascita e di morte, gli atti di matrimonio e di divorzio e persino le informazioni sul servizio militare.

La facilità con cui è possibile ottenere i dettagli personali di chicchessia ha generato comprensibile preoccupazione, soprattutto per il fatto che non c'è alcun filtro ad impedire che le informazioni cadano in mani sbagliate. Fortunatamente, c'è la possibilità di uscirne.

Sondaggio
Qual è il momento tra questi in cui avverti il maggior bisogno di privacy?
Leggo gli annunci di lavoro in ufficio
Spio un/una mio/a ex sui social network
Utilizzo i social network in ufficio
Consulto l'online banking
Guardo foto o filmati a luci rosse
Invio o guardo foto private
Faccio shopping online

Mostra i risultati (929 voti)
Leggi i commenti (3)

Family Tree Now offre infatti una pagina appositamente dedicata all'Opt out, ossia alla possibilità di rimuovere le informazioni.

Il sistema è abbastanza semplice: da quella pagina, basta premere il pusante Begin Opt Out Procedure, cercare sé stessi, visualizzare i dettagli e premere il pulsante rosso con scritto Opt Out. In 48 ore - salvo ritardi dovuti alla congestione del sito - le informazioni saranno eliminate.

Sebbene la disponibilità di questa procedura possa aiutare a tranquillizzare un po' gli animi, l'esistenza stessa di siti che riescono a riunire tanti dettagli personali su chiunque dovrebbe essere già motivo di preoccupazione in sé: non solo la maggioranza degli utenti di Internet con buona probabilità non è al corrente di tutto ciò, ma si troverebbe in difficoltà a eseguire anche una procedura tutto sommato semplice come quella dell'Opt Out.

Perciò soprattutto chi fa ampio uso dei social network dovrebbe sorvegliare attentamente quanto condivide e controllare per bene le impostazioni relative alla privacy.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Windows 10, più privacy con il Creators Update
Giocattoli ''smart'' pettegoli e spioni
Smontato il mito che i giovani non tengono alla privacy digitale
Ragazza austriaca fa causa ai genitori: postano sue foto imbarazzanti su Facebook

Commenti all'articolo (2)

Già, mi sa che l'opt out funziona solo per il diretto interessato ma i dati da qualche parte restano ben custoditi per sfruttarli alla bisogna e venderli... :roll:
1-2-2017 19:36

eheh, con quel che si guadagna vendendo informazioni personali, vorrei vedere chi butta nel cesso i dati che può vendere più o meno legittimamente! :balloons:
29-1-2017 15:51

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Per via delle leggi sulla condivisione di file e delle nuove forme di protezione anti-copia introdotte sui suporti digitali, i consumatori si trovano sempre più in difficoltà nella fruizione del materiale a cui sono interessati. Come andrà a finire?
I consumatori si rassegneranno a rispettare le leggi, per quanto assurde siano.
Le leggi diventeranno più tolleranti e le case saranno più rispettose dei diritti dei consumatori.
Assisteremo a uno scontro con arresti, processi penali e sfide all'ultimo crack tra chi applica il DRM e gli hacker.
Niente di tutto questo, le leggi rimarranno ma non verranno applicate.

Mostra i risultati (3169 voti)
Febbraio 2017
Chi controlla la tua macchina a tua insaputa?
WhatsApp attiva l'antifurto: verifica in due passaggi
Il sito per stalkerare chiunque su Facebook
Monaco molla Linux e torna a Windows
Cerber, il ransomware che prende di mira gli utenti italiani
Mozilla uccide Firefox OS e licenzia
Il trojan che imperversa sui sistemi Linux
Gennaio 2017
La rivincita delle musicassette
I 10 siti di torrent più popolari
Microsoft termina il supporto al Windows 10 originale
La backdoor in WhatsApp che permette di intercettare i messaggi
Quei titoloni su Draghi, Renzi e Monti ''hackerati'' sono una bufala
Galaxy S8, lo smartphone che è anche un PC
Sì, le smart TV sono infettabili
Dicembre 2016
Quanto guadagna una celebrità da una foto su Instagram o Twitter? Tanto
Tutti gli Arretrati


web metrics