Il link che infetta il Pc senza nemmeno dover cliccare

Basta passare il mouse sul collegamento e un trojan ruba le credenziali bancarie.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 13-06-2017]

trojan banca link

Una delle basilari raccomandazioni di sicurezza è quella che invita a non cliccare mai su link sospetti.

Come ormai dovrebbe essere noto, la diffusione del malware conta molto sulla collaborazione degli utenti che, cliccando con noncuranza sui link ricevuti via email, spesso finiscono su siti che paiono legittimi ma sono invece soltanto copie truffaldine.

I ricercatori di Trend Micro hanno però scoperto che si sta diffondendo una nuova minaccia, che non richiede nemmeno di fare clic sul link: basta passarvi sopra il puntatore del mouse.

Per questa campagna d'infezioni il veicolo iniziale è sempre l'email: l'utente si trova nella casella di posta un messaggio a tema bancario o finanziario, con una presentazione PowerPoint come allegato.

Aprendo il file si viene accolti da un file sostanzialmente vuoto, a parte un link ipertestuale che dice soltanto Loading... (Caricamento...). Se però si passa il puntatore del mouse sopra il link, allora la trappola scatta.

Quel semplice gesto avvia infatti l'esecuzione di uno script PowerShell, tramite il quale il computer viene infettato da un trojan bancario, che tenta di rubare le credenziali di accesso ai servizi di home banking.

Sondaggio
Ricevi un'email con un allegato Word dal nome “Addebiti”. Cosa fai?
Scarico il file e lo apro. Dev'essere qualcosa di importante
Prima di aprirlo, scansiono il file alla ricerca di eventuali virus
Inoltro l'email alla mia banca o alla mia azienda
Cancello il messaggio

Mostra i risultati (2494 voti)
Leggi i commenti (20)

Chi usa le ultime versioni di Office ha una protezione in più: tutti i contenuti provenienti dal web sono aperti in Visualizzazione Protetta e impediscono il download di ulteriore materiale dall'interno del documento, proprio per prevenire eventualità come quella di cui stiamo parlando.

All'utente viene presentata una finestra che chiede se davvero egli intenda acconsentire allo scaricamento, perché potrebbe rappresentare un pericolo (e infatti, in questo caso, si scarica il trojan vero e proprio).

A questo punto, se un utente apre con fiducia una generica email a contenuto finanziario, che contiene una presentazione PowerPoint (mezzo di comunicazione che una banca difficilmente usa nei messaggi per i propri clienti), che a sua volta vuole scaricare qualcos'altro, e poi dà il proprio consenso al download anche se Office s'è premurato di metterlo in guardia dal potenziale pericolo, allora si potrebbe anche dire che - almeno un po' - se l'è andata a cercare.

powerpoint downloader
(Fai clic sull'immagine per visualizzarla ingrandita)

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Cappa e spada minacciano Android
L'antivirus che scambia Windows per un malware
Cerber, il ransomware che prende di mira gli utenti italiani
Il trojan che imperversa sui sistemi Linux

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

L'azione di aprire il file in PowerPoint bisogna comunque farla contravvenendo alla più semplice delle regole di sicurezza che è quella di non aprire mai allegati presenti in mail dubbie o ricevute da mittenti sconosciuti. Personalmente una mail che non arriva dalla mia banca è sospetta e diventa sospetta anche se arriva dalla mia banca... Leggi tutto
25-6-2017 18:56

{ax}
Nessun problema per me... Il client è configurato per RIFIUTARE qualsiasi email con allegati tipo word o altre robe del genere
14-6-2017 17:16

@jack.mauro: "Senza dover cliccare?" Non sono particolarmente esperto di Office, ma non mi meraviglierei se ci fosse un meccanismo simile all'"hover" del CSS, che permette di eseguire uno script JS. Anzi, mi meraviglia che non sia già stato sfruttato prima... :) @bodyalive: "inoltro automatico di tutti i miei... Leggi tutto
14-6-2017 11:47

Da piu' di 2 anni ho abilitato l' inoltro automatico di tutti i miei 5 mail account verso il mio indirizzo Gmail. Google ha un potentissimo ed efficiente sistema di filtro spam/malware e non mi arriva piu' nessuna schifezza del genere.
14-6-2017 09:42

Senza dover cliccare? e l'allegato powerpoint come lo ho aperto? senza cliccare? (oddio, magari qualche versione di outlook fa l'anteprima anche degli allegati, ma significa volersi male...)
13-6-2017 15:52

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è l'affidabilità dell'informazione su internet?
La rete è piena di giornalisti non professionisti che scrivono per lo più sulla base del sentito dire, senza una reale verifica dei dati.
Può andar bene per farsi un'idea velocemente, ma è carente se dall'informazione si vuole approfondimento e commento.
L'informazione reperibile in rete è del tutto paragonabile per contenuti e affidabilità a quella dei media tradizionali.
La qualità dell'informazione su internet è certamente più varia di quella offerta dai media tradizionali, ma sapendo scegliere siti e fonti giuste può essere superiore.
Internet è l'ultima frontiera dell'informazione libera e non irreggimentata.

Mostra i risultati (2555 voti)
Giugno 2017
Dove vanno a finire le foto mandate tramite WhatsApp?
Le torri di Amazon per i droni
Microsoft: ''Sì, disabilitiamo gli antivirus. Per il bene degli utenti''
Banda larga, scontro assurdo fra Tim e Governo
Il caso del sindacalista che criticava gli stipendi d'oro
Italia, via libera al trojan di Stato
Difendersi dalle app-truffa presenti nell'App Store di Apple
Roaming dati nell'UE ''gratuito'' da ieri: occhio alle sorprese
Firefox 54, più sicuro con la sandbox e più leggero
Il link che infetta il Pc senza nemmeno dover cliccare
Ecco come vengono sfruttati in concreto i dati delle nostre navigazioni
Windows 10, un assaggio del Fall Creators Update
Dai gattini bonsai alla disinformazione pianificata
Ex pornostar chiama in causa i pirati
Qualche chicca nascosta di Google
Tutti gli Arretrati


web metrics