Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.


Tre anni e l'Adsl non arriva

La storia degli abitanti di un piccolo centro, ma nemmeno tanto piccolo, che da ben tre anni non riescono ad avere l'Adsl.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 26-10-2004]

Questa è una storia vera, una storia italiana come molte altre, di comunità locali, neanche tanto piccole e neanche tanto periferiche, che non riescono a ottenere la copertura Adsl da Telecom Italia e sopportano in prima persona le conseguenze del "digital divide".

"Vivo a Cologna Spiaggia, una frazione del comune di Roseto degli Abruzzi, in provincia di Teramo. La frazione conta 4.000 abitanti d'inverno e 10.000 d'estate, dato che il paese si affaccia sul mare Adriatico, frotte di turisti si riversano sulle nostre spiagge, luogo tranquillo insomma, si vive bene.

Il comune di Roseto conta altre frazioni ma tutte più piccole e con poche attività commerciali, al contrario di Cologna Spiaggia che è la frazione più popolosa e commercialmente attiva. Oltre a ditte, industrie, uffici e aziende varie, sul territorio sono presenti molti camping, alcuni conosciuti a livello europeo. Tutto il territorio del comune è coperto dal servizio Adsl, anche le frazioni più piccole, eccetto una: quella in cui vivo.

Da due anni porto avanti una battaglia pacifica in un paese dove la gente è stufa del menefreghismo da parte di chi potrebbe fare qualcosa per risolvere questo problema. Ma non sembra proprio che si muova nulla.

All'inizio della nostra lotta iniziammo a telefonare a Telecom Italia, chiedendo come mai ci fosse questo inspiegabile salto di copertura. Per ben sette mesi continuammo a telefonare ma la risposta era sempre la stessa e cioè: "Attiveremo a fine mese". Poi iniziarono a rispondere sempre così: "La zona non risulta redditizia". Non risulta redditizia? E le altre frazioni allora? E' assurdo.

Deciso ad andare a fondo, parlai con un tecnico Telecom che mi spiegò l'assenza nella centralina del cosiddetto dslam, che permetterebbe di portare l'Adsl anche da noi. Il costo del dispositivo sarebbe ampiamente e rapidamente coperto da Telecom e l'installazione, mi si dice, è cosa da poco. Della cosa informammo il sindaco il quale chiamò la Telecom che, ancora una volta, affermò che la "zona non è redditizia".

Così decidemmo di creare un sito per far conoscere la nostra storia a più gente possibile, sensibilizzare le persone a un problema diffuso anche in altre zone d'Italia. Nel frattempo iniziammo a raccogliere le firme delle persone che aderivano alla protesta, persone che con Internet ci lavorano e ci studiano, persone arrabbiate in quanto non riescono a stare dietro alla concorrenza dei paesi vicini: navigando a 56K ci vuole una vita per compiere anche la più semplice operazione.

Si parla tanto di alta tecnologia, satelliti vari, ma non si pensa alle persone che ancora devono attendere anche 15 minuti semplicemente per poter scaricare le proprie email, è assurdo. Incentivi di qua, incentivi di là, pubblicità al telefono per aderire ad offerte sull'Adsl, ma noi possiamo solo guardare e pagare un monte di euro quando arriva la bolletta telefonica.

Tutto questo avendo io accanto, a non più di 200 metri, un vicino con l'Adsl: fa parte di un'altra frazione. Altra beffa: da Telecom quasi ogni mese continuano ad arrivarci telefonate con la proposta di sottoscrivere un abbonamento".

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita, di abbonarti al Feed RSS, di seguirci su Twitter o di visitare la nostra pagina su Facebook. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 10 di 36)

{PAOLO}
3 anni dopo la situazione non cambia Leggi tutto
19-3-2007 16:33

Daniele Donsuso
Stesso identico problema! Leggi tutto
27-9-2005 20:30

Giovanni
Lo stesso problema...!!!! Leggi tutto
14-9-2005 17:35

roberto
Un paesino speduto nelle stesse condizioni: ROMA. Leggi tutto
6-12-2004 16:59

Walter
Tre sono anche i miei di anni Leggi tutto
8-11-2004 15:43

Francesco
Re- 3 anni e non arriva l'adsl Leggi tutto
3-11-2004 17:27

Giampaolo Proni
Problema analogo Leggi tutto
31-10-2004 17:26

Rino
tutto il mondo è paese Leggi tutto
30-10-2004 13:39

Marco
Non siete i soli Leggi tutto
30-10-2004 07:55

Domenico
Situazione analoga Leggi tutto
29-10-2004 10:09

Leggi gli altri 26 commenti nel forum Connettivita'
Inserisci un commento - anche se NON sei registrato

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
Sondaggio
Quale mezzo di trasporto pubblico sostituirà quelli attuali nel giro dei prossimi 50 anni?
Evacuated Tube Transport: l'evoluzione dei treni a levitazione magnetica; questi veicoli sono in grado di raggiungere i 6.500 km/h perché viaggiano all'interno di tunnel in cui è creato il vuoto.
String Transport System: cabine sospese fino a 30 metri dal suolo che corrono su binari di acciaio e cemento a oltre 500 km/h.
Tubular Rails: i treni viaggiano a 240 km/h all'interno di anelli sollevati dal suolo che contengono i motori e le ruote, mentre le carrozze ospitano i binari.
I bus viaggiano al di sopra del traffico automobilistico, il quale scorre sotto di loro, usando piccole rotaie poste ai lati della strada.
Shweeb: monorotaia monoposto sospesa e a pedali che permette di raggiungere i 45 km/h.
SolarBullet: il treno ad alta velocità (354 km/h) alimentato a energia solare attualmente allo studio in Arizona (USA).
Treni elettrici che non necessitano di binari perché viaggiano su strada e ricevono l'energia dal sistema contactless installato al di sotto dell'asfalto.
SARTRE: le automobili viaggiano in convogli gestiti dall'intelligenza artificiale; si uniscono i vantaggi del trasporto pubblico alla flessibilità del trasporto privato.
Startram, il maglev orbitale: gli ultimi 20 chilometri del tracciato (di oltre 1.600 km) puntano verso l'alto per portare in orbita i treni.
Ascensore spaziale: una stazione posta a quasi 100.000 km da terra e collegata al suolo da cavi costituiti da nanotubi di carbonio, per portare in orbita uomini e materiali con costi relativamente contenuti.

Mostra i risultati (2113 voti)
Aprile 2014
Otto trucchi per risparmiare carburante
UPS, vietato svoltare a sinistra!
Autostrade intelligenti per guidare di notte senza fari
2015, tutti gli smartphone avranno l'antifurto
10 case stampate 3D in 24 ore
Come cifrare e autenticare la mail
Amazon, il progetto droni è reale
L'iWatch arriva a settembre con l'iPhone 6
Come difendersi da Heartbleed
La nave che va ad acqua di mare
Windows XP, fine di un'era
Hacker di 5 anni viola la Xbox One
Windows 8, Microsoft uccide le piastrelle
Il bus che offre 400 euro a chi si spoglia
Dal 1 aprile si pagano le commissioni sulla benzina
Tutti gli Arretrati

web metrics