Avete un account Hotmail? L'antispam ve lo annulla

Hotmail attua una policy di totale non tolleranza dello spamming. Gesto lodevole, peccato che venga attuato indiscriminatamente anche nei confronti di ignari utenti che nulla hanno a che fare con questa poco ortodossa pratica.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 02-07-2001]

Avete un account Hotmail? L'antispam ve lo annulla Che Hotmail fosse un gran porto di mare per tutti coloro che vogliono avere un'email gratuita basata su Web già lo sapevamo. Che Hotmail adottasse anche una politica antispamming molto ferrea che non tollera assolutamente nessun tipo di unsolicited email inviata dai suoi utenti era cosa nota a molti. Ma che addirittura il personale di supporting di Hotmail provvedesse a cancellare account che nulla hanno a che fare con lo spamming ci sembra francamente troppo.

Eppure è quello che chiunque di voi può sperimentare come è stato fatto dai giornalisti d'inchiesta di The Register. E' sufficiente seguire questa procedura passo passo e vedrete in breve tempo il dispiegarsi dello strano effetto.

Innanzitutto createvi un account su Hotmail e da qui inviatevi un'email al vostro indirizzo personale qualunque esso sia. Una volta ricevuto il messaggio rispondete allo stesso inserendo nel testo una frase del tipo: "Ci scusiamo con Voi, ma in ossequio alle pratiche antispam di MSN il nostro server non accetta ulteriormente email provenienti da Hotmail. Inviate il messaggio da un account diverso; datosi inoltre che gli account Hotmail sono vittima di spamming selvaggio vi troverete probabilmente meglio.". Se scrivete in inglese avete maggiori probabilità di successo in quanto l'email va inviata in Copia Conoscenza (Cc:) anche a [email protected], come fanno regolarmente tutte le mailing list a cui arrivano messaggi provenienti da account Hotmail.

A questo punto vedrete che nel giro di poco riceverete un'email da [email protected] che vi informerà che la vostra segnalazione è stata ricevuta ed un operatore del personale di supporting si occuperà della vicenda al più presto. Attendete pazientemente poche ore e quindi scaricate la posta. Tra i messaggi in arrivo dovreste trovarne un altro proveniente da MSN Hotmail Support che vi spiega cortesemente: "Grazie per la segnalazione relativa alla ricezione di email non sollecitate o richieste. L'utente da voi segnalato è stato disattivato ed il suo account di posta cancellato per violazione dei termini del servizio offerto da Hotmail". Il tutto ovviamente in perfetto inglese.

Se anche provate ad effettuare un reply spiegando che voi in realtà non avete segnalato nulla del genere e non volevate cancellare l'account dell'utente, non otterrete nessuna risposta nè tantomeno soluzione: il danno è irreversibile!

A questo punto sorge spontanea la considerazione: ma se il servizio supporting di MSN è così lesto nell'eliminare account che non vengono nemmeno accusati di spamming, ma ricevono solo email che mettono in guardia dalla possibilità di esserne vittima, come si comporterà con le lamentele vere e proprie? Probabilmente allo stesso modo, operando forse in tempi ancora più rapidi. E' facile quindi immaginare come chiunque, inviando una banale email di risposta ad un account hotmail e citando la parola spam possa ottenere la cancellazione di quell'indirizzo di posta, senza che Hotmail si degni minimamente di valutare, vagliare e verificare il contenuto del messaggio e la fondatezza di eventuali accuse.

Vi sconsigliamo vivamente comunque dall'approfittare di una simile situazione per fare scherzi ai vostri amici e cancellare i loro account: l'indirizzo di posta è un bene personale e non è nè lecito nè prima ancora morale attaccare ingiustificatamente su questo piano una persona, per quanto possa esserci antipatica.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (3)

{filippo}
quando uno non rispetta la privacy Leggi tutto
20-11-2005 15:09

eliminare questo account hotmail perche mi hanno preso l'ID
6-11-2003 15:37

tiziana
non è affatto vero Leggi tutto
6-3-2003 09:02

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Hai dei rimpianti per la tua vita finora?
Avrei voluto vivere la vita secondo le mie inclinazioni e non secondo le aspettative degli altri.
Ho fatto l'amore meno di quanto mi sarebbe piaciuto.
Non avrei voluto lavorare così duramente.
Ho viaggiato meno di quello che avrei voluto.
Avrei voluto avere il coraggio di esprimere di più alcuni miei sentimenti.
Avrei voluto restare di più in contatto con i miei amici e di chi mi ha voluto bene.
Ho guadagnato meno soldi di quanto avrei desiderato.
Avrei voluto consentirmi di essere più felice.

Mostra i risultati (2174 voti)
Aprile 2017
Il motore di ricerca BitTorrent personale e inaffondabile
L'attacco phishing impossibile da rilevare
WikiLeaks: Ecco come fa la CIA a violare Windows
La startup che impianta microchip nei dipendenti
''Perché mai dovrebbero rubarmi o clonarmi il profilo Facebook?''
Falla nei chip Wi-Fi, milioni di smartphone vulnerabili
Ubuntu abbandona Unity
Windows 10, il Creators Update è già disponibile
Marzo 2017
''Windows 10 ha distrutto il mio PC'' e fa causa a Microsoft
Wikileaks rivela il ''cacciavite sonico'' della CIA per colpire i Mac
Come violare un account Windows in un minuto
Hai un processore nuovo? Non potrai aggiornare Windows
Come disabilitare i video che partono da soli nei siti Web
Monaco lascia Linux soltanto per motivi politici
Il senatore Bartolomeo Pepe e le ''scie chimiche''
Tutti gli Arretrati


web metrics