Steve Jobs: "Semi produrrà i chip di iPod e iPhone"

L'azienda acquisita da Apple svilupperà i processori per i dispositivi portatili, mentre le Cpu per i computer resteranno marchiate Intel.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 12-06-2008]

Jobs: P.A. Semi produrrà i chip di iPod e iPhone
Steve Jobs

P.A. Semi, l'azienda acquistata da Apple alla fine di aprile, è stata acquisita per sviluppare nuovi chip destinati agli iPod e agli iPhone, mentre l'alleanza con Intel per i Macintosh è più solida che mai.

A porre fine a tutte le voci che si sono rincorse nell'ultimo mese e mezzo è Steve Jobs in persona, stando a quanto riporta il New York Times.

Questa mossa avvantaggia Apple in quanto, producendo i suoi stessi processori, essa diviene in grado di sfruttarli al meglio, di certo in maniera più efficiente di quanto avverrebbe se i chip fossero prodotti da terze parti.

D'altra parte, i dettagli svelati su Snow Leopard, la prossima versione di Os X, lasciano intendere che Apple si stia concentrando sulle prestazioni e un uso più efficiente del processore da parte del sistema operativo; un campo in cui le conoscenze appena acquisite possono tornare comode

Per questo, molti non si lasciano convincere dalla parole di Jobs e pensano che la partita non sia ancora conclusa: solo quando la prossima generazione di Mac vedrà la luce si potrà vedere se P.A. Semi vi avrà messo lo zampino.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

fino al prossimo annuncio :wink: Leggi tutto
13-6-2008 15:24

Solida chissà per quanto ...
12-6-2008 22:13

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è l'affidabilità dell'informazione su internet?
La rete è piena di giornalisti non professionisti che scrivono per lo più sulla base del sentito dire, senza una reale verifica dei dati.
Può andar bene per farsi un'idea velocemente, ma è carente se dall'informazione si vuole approfondimento e commento.
L'informazione reperibile in rete è del tutto paragonabile per contenuti e affidabilità a quella dei media tradizionali.
La qualità dell'informazione su internet è certamente più varia di quella offerta dai media tradizionali, ma sapendo scegliere siti e fonti giuste può essere superiore.
Internet è l'ultima frontiera dell'informazione libera e non irreggimentata.

Mostra i risultati (2486 voti)
Marzo 2017
''Windows 10 ha distrutto il mio PC'' e fa causa a Microsoft
Wikileaks rivela il ''cacciavite sonico'' della CIA per colpire i Mac
Come violare un account Windows in un minuto
Hai un processore nuovo? Non potrai aggiornare Windows
Come disabilitare i video che partono da soli nei siti Web
Monaco lascia Linux soltanto per motivi politici
Il senatore Bartolomeo Pepe e le ''scie chimiche''
Inflazione e tassi bassi? Ecco perché dire addio al conto corrente
Tagliando assicurativo e dematerializzazione, difficoltà per gli anziani
Il malware che cancella l'hard disk
Quel crack per Mac fa un patatrac
L'altro ieri siete stati buttati fuori dal vostro account Google?
Febbraio 2017
Google ha violato la crittografia SHA-1
Il malware che ti spia dal microfono del PC
WhatsApp attiva l'antifurto: verifica in due passaggi
Tutti gli Arretrati


web metrics