Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Sondaggio
Quale mezzo di trasporto pubblico sostituirà quelli attuali nel giro dei prossimi 50 anni?
Evacuated Tube Transport: l'evoluzione dei treni a levitazione magnetica; questi veicoli sono in grado di raggiungere i 6.500 km/h perché viaggiano all'interno di tunnel in cui è creato il vuoto.
String Transport System: cabine sospese fino a 30 metri dal suolo che corrono su binari di acciaio e cemento a oltre 500 km/h.
Tubular Rails: i treni viaggiano a 240 km/h all'interno di anelli sollevati dal suolo che contengono i motori e le ruote, mentre le carrozze ospitano i binari.
I bus viaggiano al di sopra del traffico automobilistico, il quale scorre sotto di loro, usando piccole rotaie poste ai lati della strada.
Shweeb: monorotaia monoposto sospesa e a pedali che permette di raggiungere i 45 km/h.
SolarBullet: il treno ad alta velocità (354 km/h) alimentato a energia solare attualmente allo studio in Arizona (USA).
Treni elettrici che non necessitano di binari perché viaggiano su strada e ricevono l'energia dal sistema contactless installato al di sotto dell'asfalto.
SARTRE: le automobili viaggiano in convogli gestiti dall'intelligenza artificiale; si uniscono i vantaggi del trasporto pubblico alla flessibilità del trasporto privato.
Startram, il maglev orbitale: gli ultimi 20 chilometri del tracciato (di oltre 1.600 km) puntano verso l'alto per portare in orbita i treni.
Ascensore spaziale: una stazione posta a quasi 100.000 km da terra e collegata al suolo da cavi costituiti da nanotubi di carbonio, per portare in orbita uomini e materiali con costi relativamente contenuti.

Mostra i risultati (2131 voti)
Luglio 2014
Il ginecologo che fotografava le donne nude
L'uomo-wiki
BeppeGrillo.it e i macachi di Modena
Gli italiani telefonano di meno, è proprio crisi
Android L aumenta drasticamente la vita della batteria
Tim e Vodafone, gli avvisi diventano a pagamento
La tassa sull'equo compenso e il governo Renzi
Gmail, eliminare la posta già spedita
La Guardia di Finanza oscura DDLStorage
Mondiali di calcio in streaming su Internet
No-IP non funziona, la colpa è di Microsoft
Spyware di stato: le app spione del governo
Giugno 2014
Mappe offline sullo smartphone
Roaming traffico dati, dal 1 luglio costi dimezzati
Bitcoin Generation
Tutti gli Arretrati

Steve Jobs: "Semi produrrà i chip di iPod e iPhone"

L'azienda acquisita da Apple svilupperà i processori per i dispositivi portatili, mentre le Cpu per i computer resteranno marchiate Intel.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 12-06-2008]

Jobs: P.A. Semi produrrà i chip di iPod e iPhone
Steve Jobs

P.A. Semi, l'azienda acquistata da Apple alla fine di aprile, è stata acquisita per sviluppare nuovi chip destinati agli iPod e agli iPhone, mentre l'alleanza con Intel per i Macintosh è più solida che mai.

A porre fine a tutte le voci che si sono rincorse nell'ultimo mese e mezzo è Steve Jobs in persona, stando a quanto riporta il New York Times.

Questa mossa avvantaggia Apple in quanto, producendo i suoi stessi processori, essa diviene in grado di sfruttarli al meglio, di certo in maniera più efficiente di quanto avverrebbe se i chip fossero prodotti da terze parti.

D'altra parte, i dettagli svelati su Snow Leopard, la prossima versione di Os X, lasciano intendere che Apple si stia concentrando sulle prestazioni e un uso più efficiente del processore da parte del sistema operativo; un campo in cui le conoscenze appena acquisite possono tornare comode

Per questo, molti non si lasciano convincere dalla parole di Jobs e pensano che la partita non sia ancora conclusa: solo quando la prossima generazione di Mac vedrà la luce si potrà vedere se P.A. Semi vi avrà messo lo zampino.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Commenti all'articolo (2)


ioSOLOio
fino al prossimo annuncio :wink: Leggi tutto
13-6-2008 15:24


maxismakingwax
Solida chissà per quanto ...
12-6-2008 22:13

Inserisci un commento - anche se NON sei registrato

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics