Windows XP e i sette nani (seconda parte)

Devo fare una precisazione e un aggiornamento al mio articolo precedente in cui segnalavo che il nuovissimo Windows XP va in crisi con un banale DVD di Biancaneve e i Sette Nani.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 27-10-2001]

Leggi la prima parte - Il Dvd di Biancaneve non funziona con Windows XP

La precisazione è questa: Windows XP ha ragione a rifiutarsi di leggere il DVD della Disney. Così almeno è stato segnalato a The Register. In pratica, è il DVD di Biancaneve che è difettoso: contiene informazioni che lo identificano come disco a tre strati, mentre in realtà è a strato singolo.

I driver di Windows 98 ignorano queste informazioni, mentre quelli di XP (e di Windows 2000) le leggono, si accorgono dell'errore, e si rifiutano di suonare il DVD. Il che significa che i driver di XP sono scritti meglio di quelli di Windows 98, e questa è senz'altro una buona cosa (anche se fa riflettere sulla qualità delle versioni precedenti di Windows). Ma significa anche che, come dicevo nell'articolo iniziale, chi installa Windows XP (e Windows 2000) si ritroverà a non poter leggere certi DVD. E' già stato segnalato, sempre da The Register, che il DVD dei Tweenies (personaggi popolarissimi della TV inglese per bambini) non funziona con XP. Anzi, secondo la BBC, che produce questi DVD, nessuno dei titoli della collana BBC Multimedia è stato scritto per funzionare con XP, e non è previsto il rilascio di software di correzione. Certo il DVD dei Tweenies non è in cima alla lista dei capolavori da vedere sul personal computer, ma ha tutta l'aria di essere la punta dell'iceberg.

Quindi un "bravo" a Microsoft per aver migliorato davvero il proprio software, e una pernacchia a quelli della Disney, che non sanno come si scrive correttamente un DVD.

Purtroppo però chi ci rimette in questo caos di tecnologia è il consumatore. Come al solito.

Microsoft ha rilasciato un upgrade per Windows XP che dovrebbe risolvere il problema di Biancaneve e le incompatibilità di XP con molti altri prodotti (fra cui spiccano PageMaker, VirusScan della McAfee, Nero e altri nomi illustri): lo trovate (in inglese) a questo indirizzo.

Fin qui per le incompatibilità software. C'è poi l'incompatibilità hardware, che fa sembrare XP un parente di Linux (notoriamente schizzinoso in fatto di periferiche, ma per tutt'altra serie di motivi). La lista ufficiale dei prodotti hardware compatibili con Windows XP è presso questo indirizzo.

Se le vostre periferiche non sono in questa lista, non funzioneranno con XP (la lista copre anche altre versioni di Windows). The Register nota, ad esempio, che il game controller SideWinder Force Feedback, piuttosto diffuso tra gli appassionati di giochi per computer, non è supportato da Windows XP. Perlomeno non in tutte le sue versioni.

Il bello è che il Force Feedback è un prodotto Microsoft.

Consiglio personale: se il sistema operativo che usate fa quello che vi serve, tenetevelo stretto ;-)

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
.

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
Sondaggio
Fidanzati sospettosi o inguaribili diffidenti, qual è la vostra arma preferita tra quelle che Facebook mette a disposizione di voi gelosoni per controllare il vostro partner?
I cuoricini in bacheca: un segno per far sentire sempre e dovunque la propria presenza, nonché un espediente per marcare il territorio del partner.
L'applicazione "Chi ti segue di più?": bisogna convincere il partner a usare questa applicazione (apparentemente innocua) per scovare eventuali vittime da annotare sulla propria black list.
Facebook Places: permette di taggare compulsivamente il partner e rendere noto al mondo intero il fatto che lei e il suo lui si trovano sempre insieme.
L'auto tag nelle foto: indispensabile strumento per essere certi di ricevere notifiche qualora un'altra persona osasse commentare o piazzare "Mi piace" alle foto del/della partner.
I commenti minatori: il simpatico approccio ossessivo-compulsivo verso chi tagga il partner o ne invade la bacheca. Di solito consiste in un discreto: "Che bello il MIO amore!"
Il profilo Facebook in comune: un unico profilo scoraggia anche il più audace dei rivali dal tentare un approccio.
La password nota al partner: Della serie: "Amore, se non mi nascondi niente allora posso avere la tua password?". Nessun messaggio di posta, commento o notifica è al sicuro.
Il tasto "Rimuovi dagli amici": una volta in possesso della password del partner, qualsiasi rivale dalla foto profilo provocante o la cui identità è sconosciuta verrà subito rimosso dagli amici.
La trappola: spacciandosi per il partner (password nota), si inizia a contattare i presunti rivali e testare le loro intenzioni con domande e allusioni per far cadere in trappola anche i più astuti.
Il Mi piace minatorio: post, foto, tag, nuove amicizie sono regolarmente marchiati da un Mi piace del partner. Dietro una parvenza di apprezzamento, dimostrano quanto in realtà NON piaccia l'elemento.

Mostra i risultati (342 voti)
Maggio 2016
Come far durare più a lungo la batteria di un dispositivo Android
Ragioni per usare la modalità aereo quando non sei in aereo
Il ''Service Pack 2'' di Windows 7
TeslaCrypt, arriva la chiave di sblocco universale
Red Ronnie e la Sindrome delle Due Campane
CryptXXX torna a colpire e non c'è antidoto che tenga
Metroweb, Enel e Telecom: come ricomprare ciò che era tuo
CEO di BioViva si inietta virus e si allunga vita di 20 anni
Tre pianeti simili alla Terra distanti pochi anni luce da noi
Lo smartphone economico dell'ex CEO di Apple
Aprile 2016
Badlock, la minaccia è reale: a rischio tutti i Windows e i Linux
Harry Potter accusa Wikipedia di pirateria
6 funzionalità interessanti di Android N
Il successo degli ''inculators''
La fibra di Enel sfida Telecom Italia
Tutti gli Arretrati


web metrics