Ti ha lasciato? Riconquistala con Chrome

Non tutto è perduto: per riconquistare la donna della propria vita basta un uso sapiente del web, o così sostiene Google.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 04-05-2012]

riconquistala fabio stussi

A chi non è mai capitato di venire lasciato dalla propria ragazza, solo per poi passare il tempo a rimuginare su quello che è andato storto?

Chi non ha mai pensato a mettere in piedi una strategia per riconquistare la donna dei propri sogni proprio quando tutto sembrava ormai perduto?

A quanto pare, le strade sono due: dare retta a Fabio Stussi e al suo libro Riconquistala! o utilizzare Google Chrome. Dipende dal grado di disperazione.

Se per la prima alternativa c'è un sito che può soddisfare ogni curiosità, per la seconda c'è uno spot realizzato, naturalmente, da Google.

Non è la prima volta che il colosso di Mountain View prova a fare leva sulle emozioni per mostrare quali meraviglie si possano realizzare con il web e i prodotti marchiati con la grande G.

Sondaggio
Qual è il tuo browser preferito?
Internet Explorer
Firefox
Chrome
Safari
Opera
Un altro

Mostra i risultati (10997 voti)
Leggi i commenti (36)

Questa volta seguiamo la storia di Mark Potter che, dopo essere stato lasciato da Jen, prova a ricucire il rapporto inviando all'amata un'email e un allegato - realizzato chiaramente con Google Docs - in cui riunisce tutti i momenti belli e fa ammenda per le proprie colpe. L'articolo continua dopo il video.

Non sappiamo se Mark sia riuscito a riconquistare Jen. Di certo Google è riuscita a far parlare del proprio spot - in onda sulla TV statunitense - che peraltro ha certamente un merito: riesce a parlare di tecnologia evitando la tecnologia stessa ma concentrandosi su quanto essa può fare per gli utenti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

dagda ha scritto Beh! In tutti i casi citati abbiamo un via di uscita: per la tv gli altri tasti del telecomando o in definitiva il tasto rosso di spegnimento, per il pc basta evitare di andare sul sito in questione. In fondo il mondo è gremito di beoti, lasciamo che cuociano nel loro brodo. :eh?: Leggi tutto
4-5-2012 12:46

certo! non bastavano Maria de Filippi e Antonella Clerici a "scassare i cabasisi" (come direbbe Camilleri) ... ci mancava anche Google! :shock:
4-5-2012 11:52

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Science ha pubblicato una classifica di 10 grandi scoperte avvenute nel 2011. Quale ritieni che sia la più significativa?
Nuovi metodi per la lotta all'AIDS. I trattamenti somministrati alle persone infette da HIV riducono il tasso di trasmissione: si potranno elaborare nuove strategie.
L'origine delle meteoriti. La missione giapponese Hayabusa ha scoperto che le meteoriti che più comunemente cadono sulla Terra provengono da un unico gruppo di asteroidi.
Luce sull'origine dell'uomo. Molte persone hanno ancora tracce di DNA arcaico, frutto di incroci avvenuti nella preistoria.
I meccanismi della fotosintesi. Scienziati giapponesi hanno scoperto la proteina usata dalle piante per separare acqua e ossigeno. Potrebbe aprire la strada per produrre energia pulita.
Gas primordiale. Sono state scoperte delle nubi di gas primordiale, rimaste nelle condizioni in cui si trovavano poco dopo il Big Bang.
Microbioma. I microbi che abitano nel nostro corpo non sono casuali ma appartengono a tre enterotipi, uno dei quali dominante. Conoscerli può aiutare a elaborare strategie personalizzate contro le malattie.
Vaccino contro la malaria. La sperimentazione ha fornito i primi risultati promettenti dopo anni infruttuosi.
Esopianeti. Le scoperte di Kepler hanno scovato dei "fratelli" della Terra che li costringeranno a rivedere le teorie sulla formazione dei pianeti.
Zeoliti sempre più efficienti ed economiche. Le zeoliti sintetiche sono minerali usati come "setacci molecolari" per ottenere la benzina dal petrolio, per purificare l'acqua o l'aria.
Prevenire l'invecchiamento. Eliminare le celle più vecchie, non più in grado di dividersi, si è rivelato un buon metodo per mantenerci sani più a lungo.

Mostra i risultati (4822 voti)
Maggio 2017
Il bug di Ntfs che manda in crash Windows
Il malware che si nasconde nei sottotitoli
Usare il Wi-Fi per vedere attraverso i muri
Più di 2.000 dollari per un Bitcoin
Blue Whale, mito di morte pericolosamente gonfiato
Wannacry una settimana dopo: il punto della situazione
1250 modelli di telecamere di sicurezza vulnerabili da remoto
Come rubare le credenziali di Windows usando Chrome
Ma è credibile tutto questo?
Cosa posso fare per difendermi?
Il keylogger nascosto nei portatili di HP
Mozilla scarica Thunderbird
Prende l'iPhone per rispondere e gli esplode in mano
Google svela l'interfaccia di Fuchsia, il successore di Android
Tablet, sempre meno vendite: faranno la fine dei netbook?
Tutti gli Arretrati


web metrics