Italiano vince Premio Turing, il ''Nobel dell'informatica''

Il premio a Silvio Micali, autore di studi fondamentali sulla crittografia.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 14-03-2013]

silvio micali
Silvio Micali (Fai clic sull'immagine per visualizzarla ingrandita)

È italiano uno dei due vincitori del Premio Turing, colloquialmente indicato come il Nobel dell'informatica.

Quest'anno, il premio è andato infatti a Silvio Micali e a Shafi Goldwasser, entrambi docenti del MIT, per il lavoro che hanno condotto nel campo della crittografia. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Qual è il motivo principale che ti può far desistere (oppure no) dal compiere un acquisto online?
La scarsa accessibilità del sito di ecommerce.
I tempi di consegna non certi.
La scomodità di dover rimanere a casa o di dover concordare la consegna con il corriere.
La possibilità che il pacco vada perso, se la spedizione non è tracciata.
La poca fiducia riposta nel negozio online.
Il prezzo maggiore del prodotto.
Le spese di spedizione elevate.
Il sovrapprezzo applicato per la spedizione contrassegno.
La scomodità di dover rispedire il pacco qualora la merce ricevuta sia danneggiata o difettosa.
La maggior difficoltà a far valere le condizioni di garanzia.
L'impossibilità di trattare sul prezzo o di chiedere uno sconto.
La poca fiducia riposta nei sistemi di pagamento online disponibili.

Mostra i risultati (1721 voti)
Leggi i commenti (10)
Micali ha 58 anni, si è laureato in matematica all'università La Sapienza di Roma e si è quindi trasferito in America, a Berkeley, per il dottorato, nel 1983.

Nel 1993 ha ottenuto il Premio Gödel (anche questo insieme a Shafi Goldwasser, e ad altri) per lo sviluppo di un sistema crittografico interattivo.

«Sono onorato di questo riconoscimento e grato alla comunità informatica» ha dichiarato Micali.

Limor Fix, direttore dello University Collaborative Research Group presso gli Intel Labs, ha spiegato: «Il lavoro di Goldwasser e Micali ha espanso il campo della crittografia oltre le preoccupazioni circa la segretezza. Le loro innovazioni hanno portato a tecniche per verificare l'integrità dei messaggi e l'identità di mittente e destinatario, oltre alle firme digitali usate per la distribuzione del software, le transazioni finanziarie e altri casi in cui è importante individuare falsificazioni e alterazioni. Hanno dato un contributo incalcolabile alla nostra capacità di comunicare e commerciare via Internet».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
The Imitation Game, la vita di Alan Turing diventa un film
Stephen Hawking: grazia postuma per Alan Turing
I segreti della crittografia
I cento anni di Alan Turing
Cifrare le telefonate con Phil Zimmermann, l'autore di PGP

Commenti all'articolo (4)

Dont'worry! Abbiamo la soluzione in tasca! Presto il motto sarà "qui non studi e qui non lavori" semplice e geniale! :blackhumour: Leggi tutto
17-3-2013 18:02

nel nostro caso, sarebbe più corretto dire: "qui studi e qui NON lavori".
15-3-2013 13:15

La malattia consiste nello studiare qui e poi nello sfruttare all'estero le risorse qui sfruttate. Evidentemente per gl'italgoliardi converrebbe una soluzione tuttora praticata nelle repubbliche ex soviet e cioè "qui studi e qui lavori".
15-3-2013 10:09

... Laureato alla Sapienza di Roma e poi trasferito in America ... Mi pare di averlo già visto questo film, o sbaglio? :cry:
14-3-2013 20:05

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Come ti comporti quando ricevi una "bufala" via email?
A costo di cancellare anche avvisi potenzialmente veri, straccio tutto appena arriva.
Li leggo e inoltro solo quelli che ritengo potenzialmente veri, ma all'atto pratico non me ne curo.
Inoltro quelli veri e ne seguo le indicazioni.
Ma quali bufale? Ho appena vinto 1.000.000 di euro rispondendo a una email.
Io stesso ho messo in circolazione qualche bufala.

Mostra i risultati (2770 voti)
Luglio 2016
Meglio Telegram, Signal o WhatsApp?
Tim potrebbe licenziare 170 dirigenti su 600
TIM, aumenti in vista per ADSL e fibra
Con Ubuntu Snappy le dipendenze non sono più un incubo
Giugno 2016
In vendita lo smartphone da 3 euro
Godless è il nuovo malware che infetta Android
Mikko Hypponen spiega come hackerare una banca
Se un'auto elettrica finisce in acqua, si rimane folgorati?
Rivoluzione Linux con le snap di Ubuntu ovunque
OnePlus 3, ottimo smartphone a prezzo contenuto
Da Samsung lo smartphone che si srotola e diventa un tablet
Autovelox, riconoscimento targhe e volti tutto in uno
Il keylogger travestito da caricabatterie Usb
Aiuto, Windows 10 si installa a forza sul computer!
Liberare spazio prezioso su disco
Tutti gli Arretrati


web metrics