Sondaggio
Come vedi il futuro dell'umanità, in ambito scientifico?
Il futuro è nella condivisione delle conoscenze. L'arroganza delle multinazionali nei confronti della proprietà intellettuale è solo il canto del cigno: infatti grazie alle tecnologie il sapere non potrà più essere detenuto da pochi potenti.
Per tutelare ricerche che richiedono investimenti cospicui, la proprietà intellettuale è uno strumento equo e ragionevole. Lo strapotere attuale della grande industria va solo limitato nel tempo ed emendato dagli aspetti più truci.
Lo scenario più probabile è un doppio binario tra scienza proprietaria e open source. La prima coprirà i settori che richiedono investimenti a lungo termine, la seconda quelli in cui la cooperazione raggiunge i risultati migliori.
Il potere si concentra dove c'è il denaro. Volenti, o nolenti, i big dell'economia mondiale si accaparreranno tutte le fonti di conoscenza, e sapranno farle fruttare a dovere, per il bene dell'umanità.

Mostra i risultati (834 voti)
Aprile 2015
Quanto guadagna Facebook sui dati che gli regaliamo?
La falla in iOS che rende inutilizzabili iPhone e iPad
Nuove tariffe, Agcom chiede più trasparenza a Telecom Italia
Eliminare le funzionalità di Windows indesiderate
Auto senza chiave troppo facili da aprire
La guida alla banda larga Comune per Comune
È un treno? È un aeroplano? No, è Horizon
Il browser per navigare su piattaforma distribuita
La batteria prossima ventura
Carcerato manda via mail un falso ordine di scarcerazione
Modificare la schermata di login
Poteva cancellare tutti i video di Youtube e non l'ha fatto
WhatsApp, le chiamate vocali sono realtà
Marzo 2015
Decreto antiterrorismo, evitato il trojan di Stato (per ora)
Come riutilizzare uno smartphone
Tutti gli Arretrati

Singapore sperimenta l'auto che si guida da sola

E' un progetto completamente diverso da quello di Google: un minibus a 8 posti, completamente elettrico e autonomo, si aggira per le strade della città asiatica.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 31-08-2013]

induct navia driverless electric vehicle
(Fai clic sull'immagine per visualizzarla ingrandita)

A Singapore sta prendendo servizio, in via sperimentale, un tipo di veicolo autonomo, e completamente elettrico, diverso dalle auto senza conducente che siamo abituati a vedere.

Realizzato dall'Energy Research Institute della Nanyang Technological University in collaborazione con il produttore di veicoli Induct, è un minibus da 8 posti chiamato NAVIA. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
La società di consulenza McKinsey ha individuato 12 tecnologie "dirompenti", capaci di dare una spinta all'economia, migliorando produttività, favorendo i consumi e trasformando completamente la vita quotidiana. Quale sarà la più importante?
Internet Mobile
Software in grado di prendere decisioni autonome
Internet delle cose
Tecnologia cloud
Robotica avanzata
Auto che si guidano da sole
Genomica di nuova generazione
Batterie di nuova concezione
Stampa 3D
Materiali evoluti (grafene ecc.)
Metodi avanzati per trovare ed estrarre gas e petrolio
Energie rinnovabili

Mostra i risultati (1936 voti)
Leggi i commenti (32)
Navia, destinato sia al trasporto pubblico che a quello privato, è in grado di muoversi con sicurezza nel traffico di Singapore, ma a bassa velocità: raggiunge infatti al massimo i 20 km/h.

I vantaggi di questa soluzione sono da ricercarsi nei costi di esercizio (inferiori di circa il 30-50% rispetto a quelli di un minibus tradizionale) e nell'alimentazione completamente elettrica, a tutto vantaggio della riduzione dell'inquinamento.

NAVIA ha anche un'altra caratteristica interessante: permette ai ricercatori dell'Università di mettere alla prova le nuove tecnologie di ricarica come quelle a induzione, nel tentativo di ridurre al minimo i tempi necessari per riportare le batterie alla massima efficienza.

La sperimentazione durerà due anni; in caso di successo Induct s'è già detta interessata alla possibilità di sviluppare veicoli commerciali autonomi per Singapore.

Qui sotto, il video dimostrativo e altre foto.

induct navia driverless electric vehicle 2
induct navia driverless electric vehicle 3
induct navia driverless electric vehicle 4

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il progetto di Volvo per l'auto senza conducente
Ricarica wireless per le auto elettriche
I taxi che si guidano da soli
Nissan: l'auto che si guida da sola in vendita nel 2020
Armadillo-T, la mini auto elettrica da città
L'auto senza conducente made in Google (aggiornamento)
L'auto che si assembla da sola grazie alla stampa 3D
Dieci consigli per guidare risparmiando carburante

Commenti all'articolo (2)



Maary79
Carino questo minibus elettrico, è un po più caratteristico e meno futuristico anche per una grande metropoli come Singapore. Andrebbe bene anche in Italia, per portare a spasso i turisti nelle città d'arte, e ci salirei anche io che non mi fido per natura, visto che non supera i 20 Km/h....farei in tempo a saltare giù in caso di... Leggi tutto
4-9-2013 14:28


Zievatron
C'è un censimento da qualche parte? Ormai, stanno aumentando queste sperimentazioni. Tutti vogliono realizzare i propri veicoli autoguidati. Ne dobbiamo dedurre che c'è nell'aria puzza di boom? :? Mi sa di sì. :wink:
2-9-2013 18:28


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics