La mazzata degli artisti a Sing Sing

L'accanimento contro il circolo di cultura musicale toscano è solo una delle deliranti facezie italiane: dall'obbligo del bollino Siae fino alle tasse sui supporti vergini e sulle suonerie: cari Bruce Springsteen, Madonna, Eric Clapton, Lou Reed, Alanis Morissette... è anche colpa vostra.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 19-06-2006]

esprimiti

Lettera aperta di Babele Dunnit a Madonna Ciccone, Billie Joe Armstrong (dei Green Day), Bruce Springsteen, Eric Clapton, Lou Reed e il Vevet Underground, Darius C. Rucker (cantante di Hootie and the Blowfish), Ray Manzarek (ex tastierista dei The Doors) e Alanis Morissette.

Salve, artisti. Solitamente sono un icosaedro verde smeraldo, ma oggi mi va di essere un italiano qualsiasi, pizza mandolino mafia spaghetti Berlusconi... come cambiano i tempi: una volta bastavano i primi quattro sostantivi a identificarci nel mondo, ormai anche il quinto è necessario e sufficiente ad esportare una inconfondibile italianità anche oltreoceano.

In mancanza di mezzi migliori per contattarvi, proverò a rifarmi a quella faccenda dei "sei gradi di separazione", sapete quella dell'amico dell'amico dell'amico e via così? Ecco, quella. Così nel frattempo questa storia se la leggono un po' tutti, che non fa mai male...

Il fatto è che qui in Italia è successa una cosa spiacevole e dai relativi documenti legali sembrerebbe che voi ne siate in qualche modo, se non direttamente responsabili, quantomeno a conoscenza. Se da una parte Darius C. Rucker non ho la minima idea di chi sia (mi spiace, Darius, ma in mezzo agli altri nomi mi scompari! Datti da fare!), dall'altra non posso credere che proprio voialtri che avete scritto pezzi come Walk On The Wild Side, Sunshine Of Your Love, The River o Light My Fire abbiate potuto rendervi complici di una bastardata come quella combinata ai danni del Circolo di Cultura Musicale Sing Sing di Siena/Arezzo.

Certo, magari la scelta del nome potrebbe non essere delle più felici: "Sing" è una cosa, "Sing-Sing" è un'altra, ma non per questo dovreste voler vedere tutti quanti in galera. Il fatto è che il Sing Sing è sempre stato una spina nel fianco per le falangi italiane delle vostre rispettive case discografiche, perché ha sempre rappresentato in questa terra solatia dove il Diritto d'Autore è regolamentato tuttora da leggi emanate dal Duce e controfirmate dal Re d'Italia sotto rigoroso regime di monopolio SIAE una fastidiosa eccezione.

A niente è valso, per il Circolo, vincere battaglie legali che ne hanno attestato, negli anni, lo status di Associazione Culturale Senza Fini Di Lucro. Chi vi rappresenta o dice di rappresentarvi non ha potuto nulla a livello penale; così, grazie al fatto che secondo la Legge Italiana esiste una netta separazione tra "penale" e "civile", costoro si son potuti inventare, appunto, una causa civile relativa a un ipotetico traffico di CD copiati e un mancato introito di scusate se rido più di un milione di Euro. DUE MILIARDI di vecchie lire.

Daaaai. Due miliardi.... Ma fatemi il favore.

Insomma, cari i miei artisti, magari manco lo sapete ma avete alimentato una vecchia tradizione tutta italiana di processo alle intenzioni, che negli ultimi anni è passata dall'obbligo del "bollino SIAE" - una tassa mascherata da "garanzia di originalità del prodotto" da applicarsi a qualsiasi cosa contenesse dati, ivi compresi CD contenenti software libero per il quale il concetto di "originale" e "copia" ovviamente non ha senso fino alle tasse supplementari sui supporti vergini "perché potrebbero essere utilizzati per duplicare materiale coperto da copyright", passando da altre deliranti facezie come il pagamento dei diritti di autore sulle suonerie dei telefoni cellulari.

Il fatto è che per un certo periodo della mia vita io ho dovuto andare in giro con un bollino in fronte fischiettando temi dodecafonici casuali per la paura di dover pagare delle tasse anche sotto la doccia. Vi sembra normale? Ma quando arriveranno le leggi anti-monopolio della Comunità Europea a spazzare via questo schifo? Noi qui si aspetta da un SACCO di tempo, ormai...

Insomma, proprio adesso che la EMI ha dato il via libera allo sharing P2P legalizzato, proprio ora che iTunes ha fatto capire al mondo che le cose *possono* cambiare, proprio ora che sempre più materiale viene rilasciato sotto licenze come la Creative Commons insomma, proprio adesso che sembra che qualcuno, lassù, abbia capito che non si può vincere contro la Rete e allora tanto vale studiarne pregi, difetti e dinamiche e magari allearsi ad essa, insomma proprio adesso VOIALTRI mi combinate una bastardata cosi?

Non ci credo. Io credo che non ne sappiate nulla di questa faccenda. Ci sono davvero troppi punti oscuri in questa storia. Non ci credo che stiate lì, "hands in my pocket" o davvero non ve ne frega più nulla di quello che avete scritto nelle vostre canzoni? Davvero vi interessano solo delle montagne di soldi?

Aiutatemi. Popolo della Rete, aiutate Babele Dunnit un icosaedro verde smeraldo, oggi particolarmente italiano a far arrivare questa lettera a Madonna, a Lou Reed, al Boss e agli altri... Magari traducetela, se credete, e traducete quello che è successo al Sing Sing... che Bruce ed Eric e gli altri possano sapere cosa succede in loro nome qui in Italia. Che tutti possano saperlo.

Il Sing Sing un milione di Euro non li ha certo e, anzi, a questo punto sono messi proprio male, ma se riusciamo a dare una mossa a questa brutta storia sono sicuro che una sana pappardella italiana la paga a tutti... Born In The USA fin che vuoi, ma come si mangia a Siena te lo sogni, caro Bruce C'mon Man, Pick Up The Phone!

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 9)


Denunciato e QUERELATO l' avvocato-testimone Leggi tutto
2-7-2006 20:49

Precisazioni dal presidente di singsing Leggi tutto
21-6-2006 01:46

{sorrisi}
sciocchi. Leggi tutto
20-6-2006 20:43

Aaron, da ciò che dici non capisco se sei favorevole o contrario a questa legge, l'ironia che traspare dal tuo messaggio a volte confonde.
20-6-2006 14:08

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale mezzo di trasporto pubblico sostituirà quelli attuali nel giro dei prossimi 50 anni?
Evacuated Tube Transport: l'evoluzione dei treni a levitazione magnetica; questi veicoli sono in grado di raggiungere i 6.500 km/h perché viaggiano all'interno di tunnel in cui è creato il vuoto.
String Transport System: cabine sospese fino a 30 metri dal suolo che corrono su binari di acciaio e cemento a oltre 500 km/h.
Tubular Rails: i treni viaggiano a 240 km/h all'interno di anelli sollevati dal suolo che contengono i motori e le ruote, mentre le carrozze ospitano i binari.
I bus viaggiano al di sopra del traffico automobilistico, il quale scorre sotto di loro, usando piccole rotaie poste ai lati della strada.
Shweeb: monorotaia monoposto sospesa e a pedali che permette di raggiungere i 45 km/h.
SolarBullet: il treno ad alta velocità (354 km/h) alimentato a energia solare attualmente allo studio in Arizona (USA).
Treni elettrici che non necessitano di binari perché viaggiano su strada e ricevono l'energia dal sistema contactless installato al di sotto dell'asfalto.
SARTRE: le automobili viaggiano in convogli gestiti dall'intelligenza artificiale; si uniscono i vantaggi del trasporto pubblico alla flessibilità del trasporto privato.
Startram, il maglev orbitale: gli ultimi 20 chilometri del tracciato (di oltre 1.600 km) puntano verso l'alto per portare in orbita i treni.
Ascensore spaziale: una stazione posta a quasi 100.000 km da terra e collegata al suolo da cavi costituiti da nanotubi di carbonio, per portare in orbita uomini e materiali con costi relativamente contenuti.

Mostra i risultati (2541 voti)
Giugno 2017
Microsoft: ''Sì, disabilitiamo gli antivirus. Per il bene degli utenti''
Banda larga, scontro assurdo fra Tim e Governo
Il caso del sindacalista che criticava gli stipendi d'oro
Italia, via libera al trojan di Stato
Difendersi dalle app-truffa presenti nell'App Store di Apple
Roaming dati nell'UE ''gratuito'' da ieri: occhio alle sorprese
Firefox 54, più sicuro con la sandbox e più leggero
Il link che infetta il Pc senza nemmeno dover cliccare
Ecco come vengono sfruttati in concreto i dati delle nostre navigazioni
Windows 10, un assaggio del Fall Creators Update
Dai gattini bonsai alla disinformazione pianificata
Ex pornostar chiama in causa i pirati
Qualche chicca nascosta di Google
Antivirus e installazioni
Il forno a microonde per videogiocare
Tutti gli Arretrati


web metrics