Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Sondaggio
I provider che filtrano il peer to peer
consentono a tutti gli utenti di usufruire della banda larga
ledono i diritti degli utenti che hanno acquistato un abbonamento a banda piena

Mostra i risultati (5713 voti)
Settembre 2014
Le false antenne cellulari che intercettano chiamate e messaggi
Sfondare le reti Wi-Fi al primo tentativo
Come disinstallare definitivamente il software
Agosto 2014
Così si aggira la censura, anche da smartphone
Il divano che si trasforma in letto a castello
Come ti buco l'app di Gmail (e non solo)
Il video dell' ''alieno'' sulla Luna
Microsoft accelera e toglie i veli a Windows 9 a settembre
Curriculum vitae per aziende hi-tech
Google offre un milione a chi creerà un piccolo inverter
La batteria al grafene che ricarica l'auto in pochi minuti
Ripulire l'isola di plastica del Pacifico
Si fotografa nuda nel palazzo del governo
L'estensione per gli ebook di Amazon in versione pirata
Il robot-origami è il primo vero transformer
Tutti gli Arretrati

Jacina

Oggi ho incontrato Jacina. Almeno credo, non sono bravo a riconoscere le persone, e di lei avevo solo una JPG piccola e a bassa risoluzione. Eppure, quando ho visto quella donna alta, bionda e bellissima sbucare fuori dal metrò con passo sicuro, dal lato opposto della piazza, ho sentito che era lei.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 02-03-2002]

raccontidallechat

Oggi ho incontrato Jacina. Almeno credo, non sono bravo a riconoscere le persone, e di lei avevo solo una JPG piccola e a bassa risoluzione. Eppure, quando ho visto quella donna alta, bionda e bellissima sbucare fuori dal metrò con passo sicuro, dal lato opposto della piazza, ho sentito che era lei. Se solo avessi potuto guardarla in viso più da vicino, avrei avuto la certezza. Ma, prima che il verde del semaforo si fosse deciso a scattare, lei aveva già imboccato il portone di un palazzo, ed era scomparsa. Sui campanelli c'erano solo dei numeri. Abitava lì? Era di passaggio? O forse non era lei? Ora che non c'era più, non ero nemmeno sicuro che somigliasse alla foto.

Me ne sono andato, ovviamente, però al ritorno sono ripassato proprio di lì, e l'ho cercata con lo sguardo, senza trovarla. Il pensiero che abitasse lì, a pochi passi da casa mia, la faceva passare di colpo dal regno delle illusioni a quello delle persone vive e tangibili. Al prossimo collegamento farò di tutto per strapparle un'ammissione, un indizio sulla zona dove abita. E poi...

Oggi ho incontrato Jacina. Mi aspettava fuori dal bar dove avevamo appuntamento, alta e inequivocabilmente stupenda nonostante l'abbigliamento casual. Mi ha rivolto un sorriso radioso eppure terribilmente distante, e immediatamente ho sentito tutta la mia sicurezza infrangersi. Via modem potevo anche fare lo spiritoso, ma in quel bar lei tornava a essere una dea che non sapevo come avvicinare.

Sondaggio
Come credi che sarà la vita per la maggior parte della gente nel 2100?
Un idillio ipertech.
Grossomodo come adesso, con qualche giocattolo in più e/o in meno.
Roba da candelabri, biciclette e abaco.
Terribile, da gente allo sbando, senza più civiltà.
Non ci sarà più. Ormai saremo estinti, o sull'orlo dell'estinzione.

Mostra i risultati (2681 voti)
Leggi i commenti (26)

Si è seduta al tavolo con il movimento fluido e impeccabile di un cartone animato, e ha ordinato un cocktail mai sentito. "Lo stesso per me", ho detto, sentendomi banale e stupido. Per un po' non ho neppure toccato il bicchiere, ma quando l'ho vista guardarmi con quella che ormai sembrava inequivocabilmente una smorfia di disgusto, l'ho afferrato per trovare un po' di conforto nell'alcool. L'orribile brodaglia che conteneva mi ha colto totalmente impreparato. Era densa, caramellosa e assolutamente disgustosa. L'ho deglutita con visibile sforzo, e poi ho detto: "Ma cosa ci hanno messo, gasolio? Con la benzina veniva meglio!" Lei è scoppiata a ridere

[giggle]

e ho riconosciuto la sua risata! Era proprio così che lei rideva nelle chatline

[giggle]

così mi ero sempre aspettato che ridesse. Ha ammesso che quel cocktail l'aveva ordinato solo perché le piaceva il nome, e quando le ho detto che io l'avevo preso solo per imitarla, ha riso ancora, piegando la testa all'indietro e indicandomi col dito

LOL@you!

Ho capito che, incredibile a dirsi, lei era nervosa per l'appuntamento quanto me, e solo allora stava uscendo fuori la Jacina che conoscevo, che avevo sempre sperato di incontrare. Da quel momento in poi le parole hanno cominciato a fluire torrenziali come sempre tra noi. Le ho fatto fare tardi, e prima di scappare via mi ha abbracciato e baciato su una guancia. Solo un quarto d'ora dopo ho trovato la forza per alzarmi dal tavolo, ho sentito la pioggia di sguardi invidiosi, e ho capito che non me l'ero solo immaginata.

Questo racconto CONTINUA >>>
1 - Jacina - prima parte
2 - Jacina - seconda parte
3 - Jacina - terza parte
4 - Jacina - quarta parte
5 - Jacina - quinta parte

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Pubblicato per la prima volta nel maggio 2000 nell'antologia Scroll Stories, edizioni Addictions.

Commenti all'articolo (0)

Inserisci un commento - anche se NON sei registrato

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics