Sondaggio
L'Italia e gli italiani sono pronti per il (video)gioco online?
I giocatori sarebbero anche pronti, ma il problema è il digital divide. Senza una connessione broadband il gioco online è una chimera.
In Italia più che in altri paesi ha ampia diffusione la pirateria. Il fatto che buona parte dei giocatori utilizzi prodotti contraffatti limiterà la crescita dell'online gaming.
Barriere linguistiche e ritardi nella diffusione di giochi e tecnologie online ci hanno penalizzato nel passato, ma oggi le possibilità di sviluppo sono rosee.
Non ci sono barriere tecniche, ma solo culturali. Il videogioco è tradizionalmente visto come un prodotto da fruire individualmente o in compagnia di amici.
La comunità di giocatori online italiana non ha nulla da invidiare per qualità e quantità a quelle degli altri paesi.

Mostra i risultati (269 voti)
Marzo 2015
Decreto antiterrorismo, evitato il trojan di Stato (per ora)
Come riutilizzare uno smartphone
L'auto che evita di prendere multe per eccesso di velocità
Windows 10 sarà gratis anche per i pirati
Microsoft manda in pensione Internet Explorer dopo 20 anni
La chiavetta Usb che ti frigge il Pc
La falla FREAK è risolta
Chi ha inventato la correzione automatica?
Non ridete: i colori di quel vestito virale sono una cosa seria
Spostare la barra delle applicazioni, registrare ciò che avviene sul desktop
L'Europa vuole Internet a due velocità
Nerdcensione: Cinquanta Sfumature di Grigio
Febbraio 2015
Eliminare i file superflui, aprire il prompt ovunque e limitare l'UAC
WhatsApp, arrivano le chiamate vocali
Lenovo ha preinstallato malware sui suoi PC
Tutti gli Arretrati

Social network in ufficio

E' corretto utilizzare i social network in ufficio?



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 31-07-2012]

facebook in ufficio

Rispondi al sondaggio e poi confronta i risultati con quelli delle indagini di Kelly Services e di Easynet Global Services.

E' corretto utilizzare i social network in ufficio?
Sì, perché offrono numerose occasioni per migliorare la propria produttività.
Sì, perché sono strumenti validi per condividere opinioni lavorative con amici e colleghi.
Sì ma con moderazione: una pausa di cinque minuti ogni tanto allenta la tensione e migliora la produttività.
No, perché la commistione tra aspetti privati e professionali generata dall'utilizzo di questi strumenti potrebbe causare problemi sul posto di lavoro.
No, perché non è corretto scambiare opinioni relative a questioni lavorative attraverso i social media.
No, perché hanno un impatto negativo sulla produttività.
Non saprei.

Mostra i risultati (1325 voti)

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 15)


Blind Guardian
Non si può fare un discorso che sia valido per tutte le aziende. Dipende molto dal carico e dal flusso di lavoro, dalla necessità di mantenere le informazioni segrete e così via... La produttività non c'entra una mazza, se il mio datore di lavoro non è in grado di garantirmi un flusso di lavoro costante (perché è un incapace che non sa... Leggi tutto
11-9-2012 15:10


OXO
Premesso che avevo dato per scontato che il quesito si riferisse all'utilizzo per motivi personali del tutto non inerenti l'attività lavorativa, io ho votato per l'opzione aggiunta del buon senso (non saranno certo 30 secondi per un "Mi piace" o per fare gli auguri di compleanno ad un amico dall'altra parte dell'oceano a... Leggi tutto
8-8-2012 12:09


freemind
Quoto Krane. Ho avuto a che fare con un tizio che durante la progettazione di apparecchiature ultracomplesse riusciva a giocare una partita a scacchi a memoria. In pratica questo da solo faceva il lavoro di 3 persone e in più giocava a scacchi. Questo però non vuol dire che tutti siano così e che non ci sia gente che se riceve la... Leggi tutto
3-8-2012 13:22

Krane
Magari fosse cosi' mi sembra invece che si sia piu' interessati a spremere il lavoratore senza alcuna meritocrazia basata sulla qualita' e quantita' finale di lavoro svolto. Alla fine sembra meglio uno che non produce niente ma non va su facebook di un dipendente produttivo che sa gestire i propri tempi. Leggi tutto
3-8-2012 12:55


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics