Se usate l'inglese, aggiornatevi. Strano ma antico

Prende piede ''they'' al posto di ''he'' o ''she''.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 13-02-2017]

microfono

La American Dialect Society ha scelto they come parola dell'anno, (2015, NdR) segnala la BBC. La scelta si riferisce al suo crescente uso come termine neutro per indicare una persona di cui non si sa o non si vuole specificare il genere, al posto del pedante e pesante he or she oppure he/she.

Per esempio, invece di dire o scrivere "A scientist must always check his or her data carefully", si scriverebbe "A scientist must always check their data carefully".

Anche se molti s'infiammeranno pensando al sabotaggio delle sacre e inviolabili regole della lingua perpetrato dalle lotte sociali attuali per la parità o neutralità di genere (che pure stanno contribuendo a quest'evoluzione grammaticale), in realtà in inglese la questione è dibattuta almeno dalla fine del Settecento; nell'Ottocento Samuel Taylor Coleridge già si chiedeva se non fosse il caso di usare un pronome neutro per non dover specificare se si sta parlando di un uomo o di una donna, nota sempre la BBC, citando anche altri linguisti favorevoli a quest'uso di they.

Cito da Pemberley: "Already in 1894, the famed grammarian and linguist Otto Jespersen (who was decidedly not a feminist himself) wrote in his book Progress in Language: With Special Reference to English that "it is at times a great inconvenience to be obliged to specify the sex of the person spoken about. [...] if a personal pronoun of common gender was substituted for he in such a proposition as this: `It would be interesting if each of the leading poets would tell us what he considers his best work', ladies would be spared the disparaging implication that the leading poets were all men." (so that it can hardly be claimed that a concern about such matters is only a recent outgrowth of 1970's feminism or so-called "PC" ideology).

Si tratta, fra l'altro, di un uso già adottato dalla guida di stile del Washington Post, che consiglia di riformulare la frase se possibile ma di ricorrere al they come estremo rimedio. Non solo: è un uso non nuovo, documentato, secondo Mental Floss, nella Bibbia e in autori come Chaucer, Shakespeare, Swift, Austen, Thackeray e Shaw, che è piuttosto difficile definire analfabeti o sgrammaticati o ispirati dalla rivoluzione gender.

Sondaggio
Qual è secondo te la peggiore invenzione della storia?
Le sigarette
I fast food
Le armi
Il nucleare
La Chiesa
La televisione
L'automobile
I telefoni cellulari
Gli autovelox

Mostra i risultati (7153 voti)
Leggi i commenti (33)

"And whoso fyndeth hym out of switch blame, they wol come up..." (Chaucer, "The Pardoner's Prologue")

"And everyone to rest themselves betake" (Shakespeare, "The Rape of Lucrece")

"If ye from your hearts forgive not every one their trespasses" (King James Bible, Matthew 18:35)

"I would have everybody marry if they can do it properly" (Jane Austen, "Mansfield Park").

(fonte; altri esempi biblici).

Del resto, anche you ha cambiato significato: il "tu" di oggi era un tempo il "voi" formale, e le lingue vive si evolvono. Quanti usano correttamente who e whom?

Se l'uso del they vi sembra profondamente sbagliato (fa storcere il naso anche a me, madrelingua dello Yorkshire), considerate questo caso: se voleste esprimere in inglese la frase "Ognuno ha la propria opinione su questa cosa", come fareste? In altre parole, cosa mettereste al posto dei puntini?

Everyone has ... own opinion about this.

Provate a chiedervi cosa vi suona meglio (o meno peggio): Everybody has his or her own opinion about this oppure Everybody has their own opinion about this?

Oppure:

Maybe it's time for anyone who still thinks that singular "their" is so-called "bad grammar" to get rid of ... prejudices and pedantry.

Se volete ancora un esempio, preso dalla musica recente, correggereste Sting e il suo If you love somebody, set them free? Appunto. Grazie a @CanonF1 per il suggerimento.

Per approfondire l'argomento consiglio queste fonti: Poynter.org; Grammarist; Oxford Dictionaries; The Economist; Pemberley.com.

2016/06/29 14:40. Il primo ministro britannico uscente, David Cameron, ha usato questa forma in una dichiarazione proprio stamattina, per non specificare se il prossimo primo ministro sarà un uomo o una donna: "...the Cabinet met this morning and agreed the creation of a new EU unit in Whitehall... it will be responsible for ensuring that the new Prime Minister has the best possible advice from the moment of their arrival."

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
.

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 9)

Che io sappia le proposte 'ZE' e 'XE' riguardavano esclusivamente i transessuali e i transgender, come un vero e proprio genere a sé stante, in maniera tale da evitare gaffe e non urtare eventualmente la sensibilità di nessuno. In ogni caso non erano proposte serie, si trattava solo di una discussione interna tra gli studenti di Oxford,... Leggi tutto
6-3-2017 23:04

Hai fatto bene a correggere Elisa.r, mi sono confusa, pensando come si dice in singolare-plurale, del resto...proprio nulla di nuovo. :wink:
15-2-2017 19:05

Scusa ma ti devo corregere. IT esiste solo al singolare. Al plurale si usa THEY per tutti e tre i generi. ITS è aggettivo possessivo (= "suo") riferito a possesore di genere neutro. :) Leggi tutto
15-2-2017 15:55

{utente anonimo}
@maary, si intendevo il disclaimer finale, in effetti più frequente che candidato/a. Comunque "its" plurale nooooooooo :) anch'io mi chiedo perché non lo usino (singolare) al posto di they/their (plurale), forse per le persone suona offensivo. Boh.
15-2-2017 13:09

Beh, non ne ho mai visti... :? Casomai in calce scrivono "l'offerta è rivolta ad ambi i sessi"... anche se magari il titolo dice "cercasi macellaio" e non "cercasi macellaio/a". E' quello che fa fede, per non venire denunciati per discriminazione lavorativa, ancora prima di assumere... :lol: Leggi tutto
15-2-2017 11:21

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è il motivo principale che ti può far desistere (oppure no) dal compiere un acquisto online?
La scarsa accessibilità del sito di ecommerce.
I tempi di consegna non certi.
La scomodità di dover rimanere a casa o di dover concordare la consegna con il corriere.
La possibilità che il pacco vada perso, se la spedizione non è tracciata.
La poca fiducia riposta nel negozio online.
Il prezzo maggiore del prodotto.
Le spese di spedizione elevate.
Il sovrapprezzo applicato per la spedizione contrassegno.
La scomodità di dover rispedire il pacco qualora la merce ricevuta sia danneggiata o difettosa.
La maggior difficoltà a far valere le condizioni di garanzia.
L'impossibilità di trattare sul prezzo o di chiedere uno sconto.
La poca fiducia riposta nei sistemi di pagamento online disponibili.

Mostra i risultati (1794 voti)
Marzo 2017
''Windows 10 ha distrutto il mio PC'' e fa causa a Microsoft
Wikileaks rivela il ''cacciavite sonico'' della CIA per colpire i Mac
Come violare un account Windows in un minuto
Hai un processore nuovo? Non potrai aggiornare Windows
Come disabilitare i video che partono da soli nei siti Web
Monaco lascia Linux soltanto per motivi politici
Il senatore Bartolomeo Pepe e le ''scie chimiche''
Inflazione e tassi bassi? Ecco perché dire addio al conto corrente
Tagliando assicurativo e dematerializzazione, difficoltà per gli anziani
Il malware che cancella l'hard disk
Quel crack per Mac fa un patatrac
L'altro ieri siete stati buttati fuori dal vostro account Google?
Febbraio 2017
Google ha violato la crittografia SHA-1
Il malware che ti spia dal microfono del PC
WhatsApp attiva l'antifurto: verifica in due passaggi
Tutti gli Arretrati


web metrics