Sondaggio
Quale mezzo di trasporto pubblico sostituirà quelli attuali nel giro dei prossimi 50 anni?
Evacuated Tube Transport: l'evoluzione dei treni a levitazione magnetica; questi veicoli sono in grado di raggiungere i 6.500 km/h perché viaggiano all'interno di tunnel in cui è creato il vuoto.
String Transport System: cabine sospese fino a 30 metri dal suolo che corrono su binari di acciaio e cemento a oltre 500 km/h.
Tubular Rails: i treni viaggiano a 240 km/h all'interno di anelli sollevati dal suolo che contengono i motori e le ruote, mentre le carrozze ospitano i binari.
I bus viaggiano al di sopra del traffico automobilistico, il quale scorre sotto di loro, usando piccole rotaie poste ai lati della strada.
Shweeb: monorotaia monoposto sospesa e a pedali che permette di raggiungere i 45 km/h.
SolarBullet: il treno ad alta velocità (354 km/h) alimentato a energia solare attualmente allo studio in Arizona (USA).
Treni elettrici che non necessitano di binari perché viaggiano su strada e ricevono l'energia dal sistema contactless installato al di sotto dell'asfalto.
SARTRE: le automobili viaggiano in convogli gestiti dall'intelligenza artificiale; si uniscono i vantaggi del trasporto pubblico alla flessibilità del trasporto privato.
Startram, il maglev orbitale: gli ultimi 20 chilometri del tracciato (di oltre 1.600 km) puntano verso l'alto per portare in orbita i treni.
Ascensore spaziale: una stazione posta a quasi 100.000 km da terra e collegata al suolo da cavi costituiti da nanotubi di carbonio, per portare in orbita uomini e materiali con costi relativamente contenuti.

Mostra i risultati (2227 voti)
Marzo 2015
L'Europa vuole Internet a due velocità
Nerdcensione: Cinquanta Sfumature di Grigio
Febbraio 2015
100 trucchi per Windows 7 e Windows 8
WhatsApp, arrivano le chiamate vocali
Lenovo ha preinstallato malware sui suoi PC
Velocizzare Windows all'avvio, selezionare più file senza la tastiera
Samsung Galaxy S6, ecco come pagarlo meno
La casa di Fazio dovrà rimanere segreta
Abilitare il God Mode, cancellare dati in modo sicuro e login automatico
Vulnerabilità nelle BMW, le auto in balia dei malintenzionati
Facebook adesso ti pedina ovunque su Internet
Galaxy S6, le immagini in anteprima
Arriva LibreOffice 4.4, più bello e più snello
Gennaio 2015
Google: Gli utenti dei vecchi Android si arrangino
Se la prof invia un selfie sexy agli studenti
Tutti gli Arretrati

Intel si appresta a lanciare la piattaforma Centrino Duo

Da circa metà maggio partirà la distribuzione dei portatili soprattutto di produzione Dell, Toshiba e HP, dotati della nuova architettura.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-04-2007]

Centrino
Foto Victoria Clare

Per la nuovissima soluzione hardware in precedenza conosciuta col nome in codice Santa Rosa, Intel presenta una dualcore 2 Duo che lavora a una frequenza superiore all'attuale di 2,33 GHz e si giova di un bus di sistema più veloce integrante la Intel Dynamic Acceleration; un sistema di parziale overclocking escogitato per eliminare i colli di bottiglia dovuti al software che non può giovarsi del dualcore.

Inoltre l'autonomia della batteria aumenta di un'ora circa nonostante l'aumento del clock di sistema, ottenuta -secondo quanto afferma il fabbricante- mediante lo "spegnimento" del secondo core.

Le nuove macchine saranno inoltre dotate di una più veloce connessione alla Rete secondo le nuove norme 802.11n, di una memoria volatile più performante perché interfacciata all'hard disk tramite una memoria tampone flash. Completa a dotazione hardware una scheda grafica ottimizzata per Windows Vista e uno schermo compatibile con l'alta definizione.

La versione enterprise del nuovo portatile sarà dotata di un hardware ancor più performante chiamato Centrino Pro che integrerà la nuova versione del Centrino con la piattaforma Intel VPro già operativa nelle versioni desktop e basata su programmi destinati alla teleamministrazione -che potrà rivelarsi assai invasiva- denominata Active Management Technology.

Ideata per la telediagnostica, l'analisi antivirus e lo spegnimento della macchine ritenute infette, la tecnologia consente di intervenire anche quando il PC è in standby e può anche compiere il controllo sulla regolarità del software installato. Nei desktop funziona già come servizio di rete e sarà estesa ai portatili mediante il previsto collegamente Wi-Fi.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics