Sondaggio
Utilizzi le licenze Creative Commons per i tuoi lavori?
Sì: le Creative Commons mi aiutano a diffondere il mio lavoro gratuitamente e ottenendone il credito.
No: non ho motivo di utilizzarle perché esiste già una legge sul copyright.
Sì: le Creative Commons mi consentono di diffondere il mio lavoro e di ottenere dei guadagni.
No: necessito di ricavare dei soldi dal mio lavoro, e le Creative Commons non mi aiutano in tal senso.

Mostra i risultati (266 voti)
Luglio 2015
L'auto che si restringe per parcheggiare meglio
La lampadina a Led più economica del mondo
Giugno 2015
Google Chromebit trasforma la Tv in un Pc
Sabotaggio verso gli utenti di μTorrent
Su Google Play Music la musica adesso è gratis
A cosa serve prenotare Windows 10?
Aggiungere una cartella alla barra delle applicazioni
Jobs Act, permesso il controllo a distanza dei dipendenti
11 bufale hi-tech a cui molti continuano a credere
Navigare senza limiti in 4G LTE? Sì, ma solo di notte
Come passare da MBR a GPT e viceversa
Riutilizzare le vecchie batterie dei telefonini si può
Porn Time è il Popcorn Time a luci rosse
Google Maps, navigatore anche senza la connessione
Rubare soldi al bancomat con l'iPod Nano
Tutti gli Arretrati

Microsoft: l'antitrust preme, la licenza cambia

Per non essere ancora soggetta ad ulteriori e più pesanti attacchi dell'antitrust, Microsoft cambia la licenza di utilizzo di Windows XP in modo da poter evitare le accuse di monopolio. Potrà bastare?



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 11-07-2001]

Microsoft: l'antitrust preme, la licenza cambia L'antitrust continua le sue indagini sull'operato di Microsoft e questa per non restare nuovamente invischiata in ulteriori lunghi processi, modifica le condizioni di licenza per i produttori e rivenditori di PC con preinstallato il sistema operativo Windows. Libertà di rimuovere i riferimenti a Internet Explorer nel menu Start di Windows XP e possibilità di disinstallare il browser dal sistema operativo sono le principali novità che verranno introdotte in Windows XP il cui lancio ufficiale resta previsto per il 25 Ottobre,ma al contempo sarà possibile rimuovere Internet Explorer anche da Windows 98, Me e 2000.

I vertici della società fanno sapere che si tratta sì di una decisione presa per dare una risposta ad alcune violazioni delle politiche antitrust rinvenute dalle indagini della pubblica autorità, ma è prima di tutto un modo per dotare l'utente di un sistema con maggiore utilizzabilità e flessibilità, caratteristica certo gradita agli utilizzatori di PC. Indubbiamente la possibilità sarà apprezzata da non pochi utenti di browser alternativi ad Internet Explorer che potranno rimuoverlo, evitando di occupare spazio sul proprio disco fisso.

La mossa di Microsoft sarà sufficiente a fugare i dubbi dell'antitrust? Lo sapremo solo nei prossimi giorni, per ora possiamo solo limitarci ad osservare che Internet Explorer può essere rimosso dal sistema, ma non può non essere installato. Il che implica che nel processo di setup del sistema operativo il browser più famoso di casa Microsoft viene automaticamente installato ed è successivamente possibile rimuoverlo con l'apposita procedura. Inoltre gli altri strumenti di utilizzo della rete integrati in Windows XP non potranno essere rimossi; in particolare ci riferiamo a Windows Media Player per l'esecuzione dei file multimediali ed a MSN Internet Service che saranno obbligatoriamente presenti sui nuovi sistemi operativi targati Microsoft.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics