Sondaggio
Immaginiamo un mondo popolato dalle auto di Google: senza pilota, senza sterzo e senza pedali. Qual Ŕ il maggior svantaggio? (vedi anche i vantaggi)
L'auto di Google Ŕ veramente brutta! Pi¨ che un auto Ŕ un'ovovia.
Ci toglierÓ il piacere di guidare e la nostra vita sarÓ un po' pi¨ triste.
AvrÓ un costo non sostenibile per la maggior parte degli utenti.
Ci sarÓ maggior traffico: con un'auto senza pilota il trasporto privato verrebbe incentivato rispetto al trasporto pubblico.
Il Gps incorporato potrebbe non essere efficiente, costringendoci a fare percorsi pi¨ lunghi o pi¨ lenti o addirittura non portandoci mai a destinazione.
Ho timori soprattutto per la privacy: le auto di Google potranno collezionare dati su come mi sposto e quando.
In caso di incidente con nessuno al volante, non Ŕ chiaro di chi sarÓ la responsabilitÓ civile. E a chi tocca pagare l'assicurazione? All'utente o a Google? O allo Stato?
SarÓ esposta ad attacchi hacker o terroristici: di fatto avremo minore sicurezza sulle strade.
Se il sistema prevede un urto inevitabile, potrebbe trovarsi di fronte a scelte etiche insormontabili. Uccidere un anziano o un bambino? Due uomini o un bambino? Un uomo o una donna? Uscire di strada o urtare altri veicoli o pedoni? Andare addosso a un SUV o a un'utilitaria?
Rispetto alle auto tradizionali impiegheranno troppo tempo ad arrivare a destinazione, non potendo superare i limiti di velocitÓ o fare manovre azzardate.
I tassisti non esisteranno pi¨: giÓ immagino le loro legittime proteste.

Mostra i risultati (1001 voti)
Settembre 2015
Il minireattore a fusione del MIT
Da LinkedIn 9 consigli per chi inizia un nuovo lavoro
Da oggi Chrome e Amazon bloccano Flash negli spot
La bici che ha mandato in crisi l'auto di Google
Agosto 2015
Windows 10 Mobile è troppo grasso
Samsung Galaxy Note 5, scoppia il ''Pengate''
Windows 10 bandito dai tracker BitTorrent
Apple, arriva l'iPad Pro
L'e-diesel senza gasolio di Audi, carburante ''pulito''
Tutti i grandi spioni di Facebook: come aggirarli
Apple chiude tutti i Macbook di 6 gradi
NASA: razzi senza carburante con motore a microonde
La lente bionica per correggere i difetti di vista meglio del laser
Kim Dotcom: State lontani da Mega
Google cambia nome: nasce Alphabet
Tutti gli Arretrati

Full immersion a casa vostra

Le tre i: inglese (3)



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-05-2012]

Questo è un articolo su più pagine: ti invitiamo a leggere la pagina iniziale
Le tre i.

Se non potete permettervi i corsi di full immersion all'estero, potete sopperire (almeno in parte) in un altro modo: appena vi sentite in grado di farlo, cercate di "immergervi" il più possibile nella lingua inglese per un periodo di almeno tre o quattro settimane consecutive ogni inverno, restando a casa vostra.

In questi periodi cercate di leggere solo testi in inglese (e di leggerne molti), cercate di guardare solo film in inglese (magari coi sottotitoli in inglese) e cercate di "parlare" (per posta elettronica) solo con stranieri che usano l'inglese come seconda lingua. Soprattutto, cercate di ridurre al minimo l'interferenza dell'italiano.

Insomma: se non potete andare voi in Inghilterra, cercate almeno di portare l'Inghilterra a casa vostra per qualche settimana ogni anno, sfruttando quel periodo per fare una pratica intensiva della lingua.

Sondaggio
Se Internet potesse migliorare la tua vita, che cosa vorresti?
Conoscere amici e comunicare
Risparmiare sugli acquisti
Innamorarti
Guadagnare tanti soldi
Imparare (lingue, culture, cucinare, suonare, ecc.)
Lavorare di meno
Altro

Mostra i risultati (2602 voti)
Leggi i commenti (9)

Tenete presente che chi, come me, sviluppa software di solito vive in questa specie di "inghilterra virtuale" per tutta la vita. Non è così strano come sembra. Basta farlo senza fanatismi e senza eccessi.

Ovviamente, per riuscire a concentrarvi sull'inglese in questo modo vi serve una vera "passione". Dovete avere una forte motivazione personale a studiare e a utilizzare l'inglese. Le persone più fortunate trovano questa motivazione nello studio della musica e delle canzoni anglo-americane o nello studio dell'informatica.

Se però non siete tra questi fortunati, allora dovrete collegarvi a Internet e navigare sul web di lingua inglese finché non trovate qualcosa che vi appassioni davvero. Ovviamente, deve trattarsi di qualcosa che deve essere fatto in inglese, leggendo articoli in inglese e comunicando (per iscritto) con altre persone in inglese. Ad esempio, c'è chi si appassiona alla produzione artigianale della birra e sfrutta l'innato talento degli inglesi per questa attività.

In ogni caso, dovete trovare un vostro, personale motivo per studiare l'inglese. Se l'inglese non vi interessa e non sapete cosa farvene, non lo imparerete mai. Se non riuscite a trovare questa motivazione, dedicatevi ad altro. Sarebbe comunque inutile buttare via tempo, soldi e fatica per apprendere una lingua che non utilizzate.

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
Perfezionare e mantenere viva la lingua: dizionari, libri e riviste.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 17)

Le certificazioni come il Cambridge (ma nell'articolo si Ŕ dimenticato lo IELTS) sono spesso indispensabili se si vuole emigrare e lavorare in America, Canada, Australia e tutti quei paesi dove si parla inglese. E coi tempi che corrono, penso proprio che convenga farlo comunque, sia per leggere e capire le notizie su internet (magari... Leggi tutto
22-5-2012 18:30

Leggi bene la serie di articoli e vedrai che NON si parla solo di "leggere" l'inglese ;)
18-5-2012 15:47

Giusto, per caritÓ. Ma Ŕ un po' riduttivo usare l'inglese solamente per leggere. La veritÓ Ŕ che Ŕ diventata la lingua ufficiale per comunicare in tutto il pianeta e quindi non puntare anche al parlato e allo scritto mi pare veramente una scelta molto miope. Leggi tutto
18-5-2012 14:29

un altro consiglio che posso dare per imparare l'inglese parlato, Ŕ guardare su link, ci sono madrelingua inglesi (americani, inglesi, etc...) che offrono lezioni da 30\40 minuti per 5$ l'una.
15-5-2012 12:46

La soluzione migliore a livello programmi tv broadcast ce l'hai con SKY che permette la doppia lingua. Ad esempio se ti vedi Gordon Ramsay in cucine da incubo (UK e USA) riesci a comprendere bene e ad apprezzare il suo accento British (anche se Ŕ nativo della Scozia) e le sue parolacce :-) Altrimenti serie tv USA/UK con sottotitoli in... Leggi tutto
15-5-2012 11:43

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics