Sondaggio
Quale di queste affermazioni sul ruolo del digitale nella fotografia è secondo te più corretta?
Ha svilito l'arte fotografica. Oggi conta più essere bravi con i programmi di fotoritocco che dei buoni fotografi
L'era digitale è quella del falso. Praticamente non esiste foto su giornali, calendari e manifesti che non venga alterata al computer prima della pubblicazione.
Moderno strumento di democrazia, il digitale ha consetito di avvicinare per qualità il mondo degli amatori a quello dei professionisti.
I vantaggi economici e tecnici dello scattare in digitale hanno riportato interesse nella fotografia, che in ambito non professionale stava soccombendo sotto la diffusione delle videocamere.

Mostra i risultati (4007 voti)
Marzo 2015
Nerdcensione: Cinquanta Sfumature di Grigio
Febbraio 2015
100 trucchi per Windows 7 e Windows 8
WhatsApp, arrivano le chiamate vocali
Lenovo ha preinstallato malware sui suoi PC
Velocizzare Windows all'avvio, selezionare più file senza la tastiera
Samsung Galaxy S6, ecco come pagarlo meno
La casa di Fazio dovrà rimanere segreta
Abilitare il God Mode, cancellare dati in modo sicuro e login automatico
Vulnerabilità nelle BMW, le auto in balia dei malintenzionati
Facebook adesso ti pedina ovunque su Internet
Galaxy S6, le immagini in anteprima
Arriva LibreOffice 4.4, più bello e più snello
Gennaio 2015
Google: Gli utenti dei vecchi Android si arrangino
Se la prof invia un selfie sexy agli studenti
Windows 10 è gratis per gli utenti di Windows 7 e 8
Tutti gli Arretrati

Festeggiamenti sobri, ma la democrazia è anche la Rete

Il Presidente della Repubblica non accoglie l'invito della Rete ad annullare la parata del 2 giugno e raccomanda ai giovani che il Web non può sostituire i partiti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 30-05-2012]

napolitano giorgio

Il Presidente Giorgio Napolitano, in un discorso di due giorni fa, invita i giovani a dedicarsi e a non trascurare la politica, entrando nei partiti che, dice, "non possono essere sostituiti dal Web".

Intanto il terremoto colpisce con una durezza inusitata il Nord d'Italia e particolarmente l'Emilia: decine di morti, centinaia di feriti, decine di migliaia di sfollati e senza casa; il governo proclama per il 4 giugno una giornata di lutto nazionale.

A questo punto milioni di cittadini su Facebook, su Twitter, su Google+, sottoscrivendo appelli on line, chiedono che la prevista parata militare del 2 giugno sia annullata, esattamente come si fece nel 1976 dopo il terremoto del Friuli: pochi o tanti, quei soldi si possono impiegare altrove e, comunque, c'è poco da festeggiare.

Alcuni leader politici di destra e sinistra, da Di Pietro a Calderoli, da Storace ad Alemanno fino a Vendola, si esprimono favorevolmente; molti altri evitano di schierarsi; ma è certo che si tratta di un movimento largamente spontaneo, apolitico, trasversale rispetto a tante categorie.

Il Presidente della Repubblica si schiera a favore della parata, pur auspicando "festeggiamenti sobri" dedicati alle vittime per confermare che lo Stato è vivo.

Sondaggio
Alle prossime elezioni, voteresti il Partito Pirata, per le libertà digitali?
No, perché ho già un partito preferito. - 13.3%
Sì, perché è quello che ci vuole per difendere la libertà della Rete, e gli altri partiti sono vecchi. - 65.7%
No, perché credo che su questi temi ci si debba battere fuori dalle istituzioni. - 10.1%
No, perché ho deciso di non andare a votare. - 10.9%
  Voti totali: 3441
 
Leggi i commenti (40)

Non era obbligato a farlo: poteva rinviare la scelta al governo, come spesso giustamente fa, perché la Costituzione non gli affida compiti esecutivi né amministrativi.

Napolitano, probabilmente, pensa che non si debba "cedere alla piazza", nemmeno se virtuale o telematica, e che si debbano prendere decisioni "impopolari"; ma forse questo può andare bene quando si tratta di scelte che vanno a incidere su interessi di categorie più o meno forti e diffuse.

Se i partiti non possono essere sostituiti come canali permanenti e strutturati della partecipazione democratica alle istituzioni, quando realmente democratici, in tante occasioni e su tante questioni l'opinione pubblica può e deve esprimersi.

Oggi può farlo con una tempestività e una coralità mai conosciute in altre epoche grazie alla Rete, che dovrebbe trovare maggiore ascolto e accoglienza da parte di tutte le istituzioni: anche dal loro massimo vertice, pena l'allargarsi del divario fra queste e la lente.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 63)

{Guido Bonetti}
Oltre al 2 Giugno segnalo anche la successiva Festa con parata dei Carabinieri e ls Festa della Marina a Venezia. La crisi esiste solo per i soliti sfigati. La "Casta" non rinuncia a nulla! Le parole volano nel vento ma l'esempio rimane e di questi esempi spero che gli italiani se ne ricordino nel segreto delle urne!
8-6-2012 22:34


OXO
Mi dispiace che Napolitano abbia perso l'occasione di dare un segnale di rottura: certo, dispiace molto di più l'imbarazzante comportamento del Sommo Pontefice...
5-6-2012 13:47


mda
Capisco! Il vecchio concetto del bene e del male di cui l'arbitro erano concetti "preconcetti"... Peccati che ci siano ancora persone che la pensino in questo modo (specialmente i vecchi abituati in una cultura oppressiva) e per loro sembra di aver detto una verità soprannaturale! Se una cosa è male deve essere vietata per... Leggi tutto
4-6-2012 17:16

dany88
so benissimo chi è Spinoza, il fatto è che se usi il nick per far battute teoricamente pungenti\acute (e lo usa solo per questo), è come se mi fai un platform dove il giocatore è un idraulico che si chiama Mario, scommetti che alla Nintendo gli gira? Eppure ci sono tanti Mario idraulici in italia context matter! :D Leggi tutto
2-6-2012 14:59


Danielix
L'onore??! Tutti al macero, e non se ne parli più di presidenti, utili quanto una bicicletta per un pesce... Leggi tutto
2-6-2012 13:25


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics