Sondaggio
Immaginiamo un mondo popolato dalle auto di Google: senza pilota, senza sterzo e senza pedali. Qual è il maggior vantaggio? (vedi anche gli svantaggi)
Sarà più comodo viaggiare: non dovremo preoccuparci di guidare e avremo più tempo libero a disposizione.
Potranno spostarsi in auto anche i non vedenti, gli invalidi o in generale le persone non più in grado di guidare.
Si risparmierà carburante grazie all'ottimizzazione: niente accelerazioni o frenate brusche, rispetto dei limiti di velocità e così via.
Con il Gps incorporato ci si smarrirà di meno e non sarà necessario consultare mappe o chiedere indicazioni.
Ci sarà maggiore sicurezza e meno incidenti: niente ubriachi al volante o anziani non più in grado di guidare. Zero distrazioni, zero stanchezza, zero errori del conducente (causa del 90% degli incidenti).
Ci sarà meno traffico: potremo più facilmente condividere un'auto in car sharing che ci venga a prendere e ci porti dove desideriamo andare, trovando parcheggio da sola o rimettendosi a disposizione della comunità.
La casta dei tassisti non avrà più ragione di esistere e sarà finalmente azzerata.

Mostra i risultati (851 voti)
Marzo 2015
Decreto antiterrorismo, evitato il trojan di Stato (per ora)
Come riutilizzare uno smartphone
L'auto che evita di prendere multe per eccesso di velocità
Windows 10 sarà gratis anche per i pirati
Microsoft manda in pensione Internet Explorer dopo 20 anni
La chiavetta Usb che ti frigge il Pc
La falla FREAK è risolta
Chi ha inventato la correzione automatica?
Non ridete: i colori di quel vestito virale sono una cosa seria
Spostare la barra delle applicazioni, registrare ciò che avviene sul desktop
L'Europa vuole Internet a due velocità
Nerdcensione: Cinquanta Sfumature di Grigio
Febbraio 2015
Eliminare i file superflui, aprire il prompt ovunque e limitare l'UAC
WhatsApp, arrivano le chiamate vocali
Lenovo ha preinstallato malware sui suoi PC
Tutti gli Arretrati

Snapchat, pubblicati i dati di 4,6 milioni di utenti

Sfruttando l'ormai nota vulnerabilità, alcuni hacker hanno reso pubblici numeri e nomi di milioni di profili.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 02-01-2014]

evan spiegel snapchat
Evan Spiegel, cofondatore e CEO di Snapchat (Fai clic sull'immagine per visualizzarla ingrandita)

Appena pochi giorni fa parlavamo dell'annosa falla in Snapchat (la sua scoperta risale ad agosto) illustrata pubblicamente da Gibson Security.

Si diceva che sfruttandola - e in una maniera non troppo complicata - diventasse possibile accedere a un enorme quantitativo di numeri telefonici e relativi nomi utente; il team di sviluppo di Snapchat minimizzava però il pericolo, ritenendo che fosse improbabile che qualcuno davvero arrivasse a tanto. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Qual è secondo te il miglior tablet tra questi?
Amazon Kindle Fire - 6.1%
Apple iPad Air - 30.9%
Apple iPad Mini - 7.9%
Asus MeMO Pad HD - 6.2%
Google Nexus 7 - 20.1%
Samsung Galaxy Note 2 - 9.9%
Samsung Galaxy Tab 3 - 18.9%
  Voti totali: 593
 
Leggi i commenti
Lo scorso 31 dicembre, tale possibilità si è avverata. Un gruppo di hacker ha aperto un sito SnapchatDB, ora non più attivo, e vi ha pubblicato 4,6 milioni di numeri telefonici ottenuti sfruttando proprio quella vulnerabilità.

L'intento non era fare danni. «La nostra motivazione è migliorare la consapevolezza pubblica del problema e fare pressione su Snapchat affinché questo exploit sia corretto» scrivevano gli hacker.

Peraltro, già i ricercatori di Gibson avevano fatto notare che secondo loro una correzione non sarebbe probabilmente costata troppa fatica: «Sarebbero sufficienti 10 righe di codice» avevano fatto sapere.

snapchatdb
Alcuni dei dati pubblicati da SnapchatDB (Fai clic sull'immagine per visualizzarla ingrandita)

Che l'obiettivo principale degli hacker non fosse creare troppi problemi agli utenti pare confermato anche dal fatto che numeri e nomi erano parzialmente oscurati: «Vogliamo minimizzare lo spam e l'abuso che possono insorgere da questo rilascio» spiegavano infatti gli autori dell'elenco, pur non escludendo del tutto la possibilità di un futuro rilascio della lista completamente in chiaro.

Non è chiaro chi ci sia dietro questa dimostrazione; il sito faceva capo a un indirizzo e a un numero di telefono di Panama.

Intanto l'amministratore delegato di Snapchat, Evan Spiegel, ha fatto sapere che l'azienda sta lavorando insieme alle forze dell'ordine per individuare i responsabili dell'accaduto; non si sa se stia anche lavorando sulla risoluzione del bug.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Approfondimenti
Nuovo furto di immagini intime
Ancora problemi di privacy per Snapchat
Snapchat, un bug mette in piazza i numeri degli amici

Commenti all'articolo (1)


Gladiator
Forse sarebbe meglio che si dessero una mossa per correggere alla svelta il baco. Dopo questa bella prestazione e, sopratutto, la penosa reazione, un servizio da evitare! :twisted: Leggi tutto
4-1-2014 11:44


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics