La pirateria musicale è viva e vegeta, nonostante lo streaming

In netto calo i download di Mp3, ma è iniziata l'era dello stream ripping.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 18-04-2017]

pirateria musicale streaming

Per anni si è ripetuto che tra le motivazioni alla base della pirateria musicale c'era la mancanza di un sistema legale, flessibile ed economico per l'ascolto di musica in formato digitale.

Poi, sulla scena si sono affacciate realtà come Spotify o Apple Music che, a fronte di una contenuta quota mensile o dell'ascolto di spot pubblicitari, consentono di fruire legalmente, in streaming, di tutta la musica che si desidera.

Se a ciò si aggiunge l'esistenza di realtà come YouTube che, pur essendo una piattaforma di condivisione video, da moltissimi utenti viene adoperata come mezzo principale per accedere ai propri brani preferiti, si potrebbe iniziare a pensare che non resti alcuna ragione per darsi alla pirateria.

In parte ciò è vero: il vecchio download dei brani ha subito un certo calo di popolarità, e lo stesso è successo ai software un tempo adoperati a quello scopo come Napster, Limewire, eMule e via di seguito.

Allo stesso tempo, tuttavia, è aumentato un nuovo tipo di pirateria, come i dati pubblicati da Statista dimostrano: è infatti cresciuto lo stream ripping.

Sondaggio
Per cosa soprattutto ti sono utili i social media, sul lavoro?
Per prendermi una pausa dal lavoro
Per comunicare con gli amici e la famiglia mentre sono al lavoro
Per comunicare con i miei contatti professionali
Per trovare informazioni che mi aiutino a risolvere problemi di lavoro
Per costruire o rinforzare relazioni personali con i colleghi o i miei contatti di lavoro
Per scoprire cose sulle persone con cui lavoro
Per porre domande relative al lavoro a persone fuori dalla mia azienda
Per porre domande relative al lavoro a persone dentro la mia azienda

Mostra i risultati (220 voti)
Leggi i commenti (9)

Il nome è piuttosto esplicativo: grazie ai molti servizi disponibili online o tramite software appositi, si trasforma la musica ottenibile in streaming da una delle diverse fonti in un file da conservare sul proprio PC, tablet o smartphone che sia.

Una delle fonti più utilizzate per effettuare lo stream ripping è proprio YouTube: sono molti i siti che permettono di indicare semplicemente l'indirizzo del video che si desidera convertire e in cambio forniscono un file, includendovi - se lo si desidera - anche il video (in questo caso naturalmente non si avrà un file MP3 ma un MP4 o un altro formato che contempli anche il video).

prevalence of music piracy
(Fai clic sull'immagine per visualizzarla ingrandita)

La pirateria musicale è insomma tutt'altro che scomparsa: ha soltanto assunto una nuova forma accanto a quella vecchia.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il figlio scarica un audiolibro, padre condannato
Major dovrà risarcire il ''pirata'' accusato ingiustamente
UE: Guardare film pirata in streaming è legale
Gli Stati con QI alto e pirateria bassa
Prince dall'oltretomba contro la pirateria
IFPI: Non chiamateli pirati
Il caso Mega Song

Commenti all'articolo (3)

Francamente reputo piuttosto improbabile che la pirateria musicale possa scomparire, avrà alti e bassi, ma credo che continuerà ad esistere fino a quando ci sarà da pagare per ascoltare musica. Probabilmente a bassi costi di fruizione corrisponderà un basso tasso di pirateria e viceversa anche in funzione dei mezzi disponibili per... Leggi tutto
24-4-2017 15:13

{kalamun}
Io utilizzo molto lo streaming, a volte ascolto in streaming anche musica che possiedo in CD. Però lo streaming ha due problemi grossi: 1- Una parte della musica che mi piace non è a catalogo 2- Dall'estero (e io abito all'estero) molta musica italiana non si può ascoltare per via delle restrizioni... Leggi tutto
19-4-2017 21:54

{charcot}
La creazione di regole imposte da policanti più o meno corrotti ha creato la categoria dei 'pirati', proprio come la creazione di limiti inventati da Big Pharma e imposti da lobby mediche corrotte, ha creato malattie che prima non esistevano (in quei limiti). Un gioco sociale, in cui nessuno dei giocatori sa quello che... Leggi tutto
18-4-2017 19:32

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quali vantaggi ti motivano a investire in prodotti per la smart home?
Prepararsi per quando si arriva a casa dal lavoro
Sicurezza per la casa
Essere pronto ad andare a letto (temperatura, illuminazione, chiusura delle tapparelle)
Intrattenimento accessibile
Cura dei miei parenti anziani

Mostra i risultati (354 voti)
Giugno 2017
I medici americani: i lampioni a Led fanno male
Dove vanno a finire le foto mandate tramite WhatsApp?
Le torri di Amazon per i droni
Microsoft: ''Sì, disabilitiamo gli antivirus. Per il bene degli utenti''
Banda larga, scontro assurdo fra Tim e Governo
Il caso del sindacalista che criticava gli stipendi d'oro
Italia, via libera al trojan di Stato
Difendersi dalle app-truffa presenti nell'App Store di Apple
Roaming dati nell'UE ''gratuito'' da ieri: occhio alle sorprese
Firefox 54, più sicuro con la sandbox e più leggero
Il link che infetta il Pc senza nemmeno dover cliccare
Ecco come vengono sfruttati in concreto i dati delle nostre navigazioni
Windows 10, un assaggio del Fall Creators Update
Dai gattini bonsai alla disinformazione pianificata
Ex pornostar chiama in causa i pirati
Tutti gli Arretrati


web metrics