Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Sondaggio
Il flop di Windows 8 sembra replicare tristemente quello di Vista e c'è chi comincia a sostenere che Microsoft sia ormai sulla via del declino, dopo aver mancato clamorosamente il successo anche nei telefonini, nei tablet e nei dispositivi embedded.
Windows 8 è perfettamente stabile, facile da usare e non richiede hardware particolare: non è affatto un flop e Microsoft non è in declino.
La qualità del software Microsoft è in calo da anni: mancano soprattutto in visione e in integrazione. Stanno spingendo su troppi fronti, perdendo di vista la qualità complessiva.
Ognuno deve fare bene il proprio mestiere e basta. Microsoft si concentri su Windows, lasciando perdere Zune e tutto il resto; Google insista sui motori di ricerca, non sui social network, la mail o gli occhialini.

Mostra i risultati (5288 voti)
Dicembre 2014
La chiavetta USB che ti hackera il PC in meno di un minuto
Chiude la CEC-PAC, un fallimento da 19 milioni di euro
Telefonini e promozioni natalizie: quale operatore offre di più
Da BMW l'auto che si cerca il parcheggio da sola
Honor T1, il tablet economico di Huawei
Windows 10 integra Cortana e l'app per la Xbox
Treviso, ragazzini condividono filmato hard con Whatsapp
Il reggiseno bionico che solleva e sistema il seno alla perfezione
Il macchinario che trasforma l'acqua in petrolio
Serve davvero proteggere smartphone e tablet Android con un antivirus?
Sony, migliaia di password in una cartella chiamata ''Password''
Mandare in crash WhatsApp con un singolo messaggio di testo
Lo shopping online? Adesso si fa col Bancomat
Novembre 2014
TIM e Vodafone, LTE fino a 225 Mbit/s
Google rende più semplice vedere tutti i dispositivi connessi al proprio account
Tutti gli Arretrati

Per non pagare in biblioteca

Il bilancio di Nopago, a un anno dall'avvio dell'iniziativa contro la direttiva europea che impone il prestito a pagamento in biblioteca.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 23-02-2005]

Perché il prestito di libri dev'essere a pagamen
Perché il prestito di libri dev'essere a pagamento?

E' passato un anno dall'avvio delle prime iniziative, in Rete e offline, in Italia e in Europa, contro il balzello sulla lettura e la diffusione della cultura rappresentato dall'imposizione del prestito a pagamento.

La Provincia di Milano, in collaborazione con la biblioteca civica di Cologno Monzese e i promotori della campagna "Nopago", promuovono una giornata di discussione, in collegamento anche video con l'analoga iniziativa spagnola delle "Segundas Jornadas" il 1 marzo, presso lo Spazio Oberdan di Milano, dalle ore 9 alle ore 14.00.

La giornata si apre con un'introduzione dell'assessore alla cultura della Provincia di Milano Daniela Benelli, di Giuliana Casartelli dell'Associazione Italiana Biblioteche della Lombardia, e con un video-intervento di Dario Fo contro il prestito a pagamento.

Segue una tavola rotonda su opinioni e azioni a confronto, a cui partecipano il senatore Fiorello Cortiana, lo scrittore Vincenzo Consolo, il poeta Franco Loi, Marco Gambaro, docente di economia dei media presso l'Università di Milano, Pier Luigi Tolardo, redattore di Zeus News, Vittorio Arrigoni, presidente del Sistema Bibliotecario del Vimercatese, Roberto Denti ed Elena Marella dell'ALI.

Dopo la tavola rotonda gli interventi di Fausto Rosa, docente di legislazione bibliotecaria alla Ca' foscari di Venezia, Alessandro Augustoni su "Prestito vs. acquisto" e Stefano Parise sulla campagna Nopago, Antonella Agnoli della Biblioteca di Pesaro.

In videoconferenza da Madrid ci sarà un intervento: le voci dei bibliotecari d'Europa e la narrazione "2084 Le biblioteche che verranno".

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Commenti all'articolo (3)

a milano è stato tirato fuori l'articolo di una vecchia legge che permette prestito di cd e dvd ancjìhe nuovi, per sola visione..ovviamente.le biblioteche sono aperte fino alle 23..da prendere a esempio in tutta Italia
10-9-2005 00:28

con il prestito a pagamento le biblioteche perderebbero la loro utilità. di questo passo si vieterà anche alla gente di prestarsi libri: sempre + restrizioni alla libertà
10-9-2005 00:26

Giacomo
per non pagare in biblio???? Leggi tutto
27-2-2005 12:01


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics