Crescono le internaute italiane

Le donne usano sempre di più Internet per la ricerca di informazioni e lo shopping online, ma soprattutto per mantenere i contatti con amici e parenti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 02-12-2009]

Indagine Eiaa donne e web
Foto di Jason Stitt

La European Interactive Advertising Association (EIAA) ha pubblicato i risultati della ricerca Digital Women, che confermano un utilizzo crescente della Rete al femminile.

Dei circa 20 milioni di italiani online, 8,3 milioni sono donne (il 32%) e, in alcuni casi, hanno percentuali di utilizzo ben al di sopra dell'andamento medio europeo: per esempio, mentre è del 60% la media di utilizzo fotografata in tutta Europa (sia uomini sia donne) la fascia demografica tra i 16 e i 34 anni viaggia su una media pari 76%.

Le donne italiane raggiungono il terzo posto a livello europeo per l'ammontare di tempo trascorso in Rete: 12 ore settimanali online (la media europea è di 11 ore); il 29% dichiara di essere una heavy user, cioè collegata a Internet più di 16 ore a settimana.

Il 67% delle donne italiane intervistate naviga su banda larga: si tratta di 5 milioni e mezzo di persone, mentre l'attività più gettonata del Web è semplicemente "comunicare".

L'email è lo strumento più importante, tanto che l'uso medio delle intervistate coincide esattamente con la media europea: 79%. Lo stesso avviene per gli strumenti di instant messaging: 36% in entrambi i casi.

L'attività a più forte aumento nell'universo geek femminile è bloggare, con il 21% di crescita in un anno.

Il 76% delle intervistate in Italia dichiara che grazie a Internet può gestire le proprie finanze, mantenere il contatto con amici e parenti, accedere a informazioni legate alla salute, prenotare vacanze, scegliere prodotti o servizi più competitivi, prepararsi meglio a eventuali cambiamenti nel proprio stile di vita.

Dovendo stilare una classifica degli usi, ai primi 3 posti troviamo il mantenimento dei contatto con amici e parenti (68%),l'accesso a informazioni su salute e benessere (44%) e la prenotazione di viaggi o vacanze (43%).

I siti più visitati sono quelli di informazione (55%) seguiti da quelli di viaggi (50%) e da quelli che si occupano di finanza (48%); la moda è al quarto posto (45%).

Il 93% delle donne digitali italiane, infine cerca in Rete prodotti e servizi, e il 59% procede anche all'acquisto online. Internet ha un ruolo strategico nelle scelte e nella costruzione delle proprie opinioni: il 31% delle donne italiane coinvolte nel sondaggio dichiara di cambiare idea sul marchio da acquistare al termine di una ricerca online.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (5)

a 18 anni si Ŕ maggiorenni e produttivi..... quindi..... :viva: ciao
3-12-2009 15:19

tempo fa ho sistemato il pc della figlia di un mio amico, 18 anni.... ho cambiato anche l'hd con uno pi¨ grande, anche perchŔ il vecchio era rumoroso. nel riversare i "contenuti" mi sono imbattuto in cartelle con un bel po' di maschietti... pi¨ o meno vestiti :wink: alcune avevano il logo di una rivista, playgirl, mi pare,... Leggi tutto
3-12-2009 11:34

Ma cosa se ne faranno di un volto stampato in un video ? :dho: Digi, io e te siamo in carne e ossa, cosa aspettano ? :unz: Forza, mie care, che c'Ŕ posto ...... :yuppi: ciao
3-12-2009 11:15

A pensar male Ŕ peccato... ... per˛ di solito ci si indovina :lol:
3-12-2009 11:05

..... con amici e parenti ?? :rolling: per me cercano il moroso..... :ok!: ciao
3-12-2009 10:05

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Come vedi il futuro dell'umanitÓ, in ambito scientifico?
Il futuro Ŕ nella condivisione delle conoscenze. L'arroganza delle multinazionali nei confronti della proprietÓ intellettuale Ŕ solo il canto del cigno: infatti grazie alle tecnologie il sapere non potrÓ pi¨ essere detenuto da pochi potenti.
Per tutelare ricerche che richiedono investimenti cospicui, la proprietÓ intellettuale Ŕ uno strumento equo e ragionevole. Lo strapotere attuale della grande industria va solo limitato nel tempo ed emendato dagli aspetti pi¨ truci.
Lo scenario pi¨ probabile Ŕ un doppio binario tra scienza proprietaria e open source. La prima coprirÓ i settori che richiedono investimenti a lungo termine, la seconda quelli in cui la cooperazione raggiunge i risultati migliori.
Il potere si concentra dove c'Ŕ il denaro. Volenti, o nolenti, i big dell'economia mondiale si accaparreranno tutte le fonti di conoscenza, e sapranno farle fruttare a dovere, per il bene dell'umanitÓ.

Mostra i risultati (1150 voti)
Novembre 2017
Attenzione: il set-top box con Kodi può ucciderti
Monaco abbandona Linux e LibreOffice e torna a Windows
iPhone X paralizzato dal freddo: lo schermo smette di funzionare
In prova: Amazon Fire Tv Stick - Basic Edition
iPhone X, campione di fragilità
Licenziato per aver detto la verità
Arriva il DVB-T2, dovremo cambiare il televisore: come scegliere quello giusto
Windows 10 non sarà più gratuito
Ottobre 2017
Youtuber svela l'iPhone X in anteprima e fa licenziare il padre da Apple
Amazon Key dà al corriere le chiavi di casa
Come far risorgere le app cancellate dal Fall Creators Update
Malware per violare i bancomat in vendita nel dark web
Ceo di GitHub: i programmatori sono condannati all'estinzione
Il ransomware per Android che blocca lo smartphone due volte
Il falso Adblock che ha ingannato decine di migliaia di utenti
Tutti gli Arretrati


web metrics