Affamati e folli, l'instant book su Steve Jobs

In uscita un libro che celebra il fondatore di Apple come esempio per chi vuole cambiare il mondo.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 14-10-2011]

Steve Jobs Federico Mello affamati folli

A oltre una settimana di distanza dalla morte di Steve Jobs, il tempo delle condoglianze sembra aver lasciato abbondantemente il campo a quello delle celebrazioni.

In attesa della biografia ufficiale - che uscirà un po' in anticipo sui tempi previsti - non mancano i libri che rievocano la figura del fondatore di Apple e, dal punto di vista del maligni, provano a carpirne la popolarità per il proprio tornaconto.

Dopo l'iniziativa del Corriere della Sera - velocissimo nell'uscire con un instant book su Steve Jobs - domani toccherà al giornalista Federico Mello de Il Fatto Quotidiano pubblicare la propria fatica editoriale.

Il titolo - Affamati e folli - riprende l'ormai famosissima frase citata da Jobs durante il proprio discorso tenuto davanti ai neolaureati di Stanford nel 2005: «Stay hungry, stay foolish».

«A volte una storia che riguarda miliardi di persone, e che ha già cambiato il mondo, riesce a condensarsi in un preciso momento spazio-temporale. E in un discorso» spiega l'autore.

Mello ricostruisce la storia del fondatore di Apple facendone il parallelo con la storia dell'informatica, che vede «affollata di inventori, pionieri, sognatori hippie e nerd smanettoni. È l'epopea di una regione, la Silicon Valley, da cui si è sprigionata un'onda creativa e industriale che ha cambiato il mondo».

Per il giornalista Steve Jobs non è tanto un imprenditore, quanto piuttosto un esempio che «ci indica una via, ci spinge a trovare il nostro scopo e a dare tutto per raggiungerlo. La storia della sua vita è uno stimolo a non aver paura del domani - osserva il giornalista e scrittore - un'esortazione a credere nel cambiamento, alla possibilità di incidere sul nostro destino e su quello degli altri».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 9)

Sicuramente si :( Leggi tutto
18-10-2011 12:19

Ecumenico! Bisogna dire "pane" al pane e "vino" al vino, o affoghiamo nel solito mare di buonismo a tutti i costi... in ogni caso, è lì che lui tendeva e quindi questo è il giudizio che merita... se poi la realtà è più fuzzy logic, buon per noi... ma non grazie a lui. Leggi tutto
16-10-2011 01:07

Ma no, dai, non esageriamo, sennò facciamo come lui, Jobs, creiamo un sistema chiuso di opinioni feroci e non usciamo più di lì. La realtà è molto più fuzzy logic di così... :wink: Leggi tutto
15-10-2011 23:47

Se questo sgradevole "benefattore dell'umanità" fosse completamente riuscito a realizzare il suo sogno, oggi avremmo un'informatica fatta di computer chiusi, blindati ed inespugnabili, venduti a caro prezzo solo a soggetti danarosi. Il resto del mondo si sarebbe dovuto dedicare a una "cultura" gadgettistica fatta di... Leggi tutto
15-10-2011 23:17

Comunque penso che più che il tempo delle celebrazioni sia iniziato il tempo del lucro collaterale, ovvero come farci su i soldi da morto. :?
15-10-2011 18:17

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Il flop di Windows 8 sembra replicare tristemente quello di Vista e c'è chi comincia a sostenere che Microsoft sia ormai sulla via del declino, dopo aver mancato clamorosamente il successo anche nei telefonini, nei tablet e nei dispositivi embedded.
Windows 8 è perfettamente stabile, facile da usare e non richiede hardware particolare: non è affatto un flop e Microsoft non è in declino.
La qualità del software Microsoft è in calo da anni: mancano soprattutto in visione e in integrazione. Stanno spingendo su troppi fronti, perdendo di vista la qualità complessiva.
Ognuno deve fare bene il proprio mestiere e basta. Microsoft si concentri su Windows, lasciando perdere Zune e tutto il resto; Google insista sui motori di ricerca, non sui social network, la mail o gli occhialini.

Mostra i risultati (6341 voti)
Ottobre 2019
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Dal papà di Android uno smartphone radicalmente diverso
Otto mesi di carcere per chi rivelò gli stipendi d'oro sindacali
Windows, l'aggiornamento impedisce di stampare
Antibufala: la Tesla della polizia rimasta a secco durante un inseguimento
Esplode lo smartphone in carica, muore ragazzina
Settembre 2019
Windows, l'aggiornamento di ottobre mette il turbo al Pc
Tutta la verità sul caso del dominio Italia Viva
Ecco perché gli aggiornamenti Windows hanno così tanti bug
A che età dare lo smartphone ai propri figli?
Usa NULL come targa pensando di beffare il sistema informatico delle multe
Gli USA scaricano Huawei e sui portatili arriva Linux Deepin
Falla nelle SIM, vulnerabili 1 miliardo di telefoni
La Francia non vuole Libra in Europa
Tutti gli Arretrati


web metrics