Copyright contro open source

A Torino il 17 novembre convegno internazionale su open source e Copyright.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 20-10-2003]

Il 17 e il 18 Novembre prossimi si terrà a Torino il Convegno internazionale "La conoscenza come bene pubblico comune: software,dati, saperi" organizzato dal Comitato Tecnico Scientifico del CSI-Piemonte per approfondire i temi della libera diffusione del sapere, della proprietà delle informazioni(brevetti, licenze e copyright) e dei software per trattarle (open source o free).

Alla due giorni di lavoro interverrano rappresentanti delle aziende private e della Pubblica Amministrazione italiana ed europea ed alcuni personaggi di primo piano del mondo dell'ICT. Tra gli altri interverranno: Lawrence Lessig(Stanford Law School), Angelo Raffaele Meo (Politecnico di Torino), Alberto Piazza, Marco Ricolfi, Luciano Gallino (Università di Torino), George C.F. Greve (Free Software Foundation), Leonardo Chiariglione (Digital Media Project).

Il convegno sarà ospitato presso la Sala 500 del Centro Congressi Lingotto di Torino ed è possibile iscriversi collegandosi al sito del CSI.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare la Segreteria organizzativa della manifestazione (tel. 011.316.8683, fax 011.3168970, email opensource@csi.it).

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual Ť il prossimo acquisto di prodotto intelligente per la casa che farai?
Lampadina smart
Frigorifero smart
Presa elettrica smart
Rilevatore di fumo smart
Stazione metereologica smart
Videocamera di sorveglianza smart
Termostato smart
Forno smart
Sensore di movimento smart
Impianto sonoro smart
Allarme casa smart
Smart Tv
Spioncino/citofono smart
Sensore porta/finestra smart
Contatore smart di energia elettrica

Mostra i risultati (829 voti)
Giugno 2019
Fusione TIM e Open Fiber, un'operazione senza alternative
Apple richiama i MacBook Pro: rischiano di prendere fuoco
Falla zero-day in Firefox, gli hacker la stanno già sfruttando
Libra, la criptovaluta di Facebook, ufficialmente al via con il wallet Calibra
Se anche Sky usa i sottotitoli pirata
Il CERN lascia Microsoft e passa all'open source
VLC, corrette 33 falle grazie alle ricompense UE
EmuParadise violato, rubati i dati di 1,1 milioni di utenti
Google cambia la ricerca: i siti non appariranno più di due volte
Google Maps, arriva il tachimetro in tempo reale
La visione di Microsoft per un sistema operativo davvero moderno
Microsoft implora gli utenti: installate la patch prima di un altro WannaCry
Il malware che sfugge a ogni individuazione
Maggio 2019
Windows 10, l'aggiornamento di maggio fa cadere la connessione Wi-Fi
Huawei, microSD addio: l'azienda è stata esclusa dalla SD Association
Tutti gli Arretrati


web metrics