Quel videotelefono fisso che nessuno vuole

Da qualche tempo molti abbonati ricevono a casa il videotelefono senza averlo mai richiesto.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-04-2005]

Da qualche tempo sempre più abbonati Telecom Italia ricevono a casa un pacco contenente il famoso videotelefono fisso, tanto pubblicizzato su tutti i media e spesso criticato per un funzionamento che lascia a desiderare.

Il problema è che la quasi totalità di questi abbonati non hanno mai chiesto in nessna forma l'invio del videotelefono, il cui noleggio si troveranno addebitato inesorabilmente in bolletta. A questo punto si indispettiscono quando, telefonando al 187, si sentono dire dall'operatore che Telecom Italia non ne sa niente e che, se non lo vogliono, devono rispedirlo a loro spese.

Si tratta di spedizioni curate da qualcuna delle tante agenzie esterne, a cui Telecom Italia affida la commercializzazione di prodotti e servizi, ma il cui operato dovrebbe essere controllato in maniera più rigorosa.

A questo punto non si capisce perché Telecom Italia, oltre a far cessare queste spedizioni di videotelefoni fissi non richiesti, non metta a disposizione dei clienti che intendono restituire il videotelefono i propri negozi (uno è stato appena inaugurato in Piazza Einaudi a Milano presso la sede della Direzione Generale) e quelli affiliati 187, in modo che il cliente già arrabbiato per il modo non debba, oltre a perdere tempo, spendere anche per la spedizione, rischiando, in caso di smarrimento o furto, che gli venga addebitato comunque.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 13)

Son passati tre anni e mezzo... Leggi tutto
28-10-2008 21:06

7 pollici Leggi tutto
26-10-2008 20:49

Alfio Lago
Tanto per ridere Leggi tutto
3-5-2005 19:45

Filippo
la legge? Leggi tutto
6-4-2005 21:52

Scherzetto Leggi tutto
6-4-2005 16:40

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è lo strumento di informazione di cui ti avvali di più?
I media tradizioniali (Tv, radio, stampa, ecc.)
Internet, soprattutto i siti autorevoli (Repubblica, Corriere, ecc.)
Internet, soprattutto i siti indipendenti o di controinformazione
Internet, soprattutto i social network (Twitter, Facebook, ecc.)
Non mi fido di nessun media e credo solo a quello che vedo

Mostra i risultati (3031 voti)
Luglio 2020
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Hai installato Immuni?
Windows 10 rinnova il menu Start
Arriva Edge, e i computer rallentano
Giugno 2020
Favicon sfruttate per rubare i dati delle carte di credito
Windows 10, dov'è finita l'opzione per rimandare gli aggiornamenti?
Windows 10, l'ultimo aggiornamento riavvia i Pc a forza
La Casa Bianca e il video delle cataste di mattoni
Pornografia, il Parlamento prepara un filtro al web
La foto che paralizza alcuni smartphone Android
Il trucco che elimina la pubblicità da YouTube
L'Italia censura il progetto Gutenberg
Tutti gli Arretrati


web metrics