Scansione del volto alle frontiere inglesi

Riconoscimento dei tratti facciali e confronto con il passaporto biometrico: ecco come snellire i controlli di frontiera.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 29-04-2008]

Scansione del volto alle frontiere inglesi

"La sicurezza dei confini britannici è ora tra le migliori del mondo e controlli accurati richiedono tempo", ha detto il Ministro dell'Immigrazione inglese Liam Byrne. Per evitare che i passeggeri degli aeroporti si spazientiscano mentre sono in coda per i controlli, attualmente effettuati da lenti esseri umani, presto verranno messi in funzione dei sistemi di riconoscimento automatico dei tratti facciali.

I cittadini del Regno Unito, infatti, dal 2006 dispongono di passaporti dotati di informazioni biometriche utilizzabili per identificare il volto di una persona: si stima che ce ne siano in circolazione più di otto milioni. In futuro, poi, verranno aggiunte anche le impronte digitali e quasi sicuramente anche la scansione dell'iride.

Costoro, dunque, saranno i primi a testare i nuovi sistemi di riconoscimento, che dovrebbero entrare in funzione entro l'estate; se l'esperimento funzionerà, la procedura verrà estesa a "tutti gli ingressi chiave" ha detto ancora il ministro Byrne.

Tutti si aspettano, comunque, un alto tasso di errori: chi ne sarà vittima verrà sottoposto a un controllo tradizionale, fatto da esseri umani, così come accadrà a coloro che ancora non hanno un passaporto biometrico.

A chi sostiene che non è il caso di implementare una tecnologia di cui già si prospetta un parziale fallimento viene risposto che dopotutto il controllo "umano" è egualmente fallibile, se non in misura ancora maggiore. Inoltre, un test preliminare condotto sul riconoscimento di volti fotografati ha dato un esito positivo nella totalità dei casi.

Certo, un test condotto "dal vivo" in una stazione ferroviaria in Germania ha portato a un tasso di successo solo del 30%, ma le autorità inglesi sono fiduciose: "c'è un buon potenziale per la comparazione uno-a-uno tra l'immagine registrata sul chip del passaporto e il detentore del passporto stesso".

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual il tuo operatore principale di telefonia mobile?
Tim
Vodafone
Tre
Wind
Un operatore virtuale (Carrefour, PosteMobile, ecc.)
Utilizzo pi Sim
Non ho il cellulare... ma non mi crede nessuno

Mostra i risultati (4901 voti)
Dicembre 2021
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Novembre 2021
L'app va in crash, e la Tesla non parte più
La Rete telefonica italiana agli americani di KKR
Se il furgone di Amazon ti tampona... la colpa è di Amazon!
Il Blue Screen of Death... ritorna blu
MediaWorld sotto attacco ransomware: hacker vogliono 200 milioni in bitcoin
SPID con le Poste, il riconoscimento adesso si paga
Facebook rinuncia ufficialmente al riconoscimento facciale
Ottobre 2021
Il Nobel ad Assange
Windows 11, finalmente si possono eseguire anche le app Android
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 2 dicembre


web metrics