In prova: Auna ITRadio Internet Radio

IL TEST DI ZEUS - Un ricevitore di radio via Internet per reti LAN e Wi-Fi, dotato di funzioni di sveglia e che non sfigura in un impianto Hi-Fi.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 09-10-2013]

10005739 ambiente intenertradio

Sembra arrivare direttamente da uno di quei grandi impianti Hi-Fi in voga per lo più qualche anno fa (non che ora siano scomparsi, ma il loro momento di gloria pare ormai passato) il radio ricevitore Auna.

È l'aspetto massiccio - non strettamente necessario per un dispositivo il cui scopo è unicamente permettere l'ascolto delle stazioni radio che trasmettono via Internet - unitamente alla seria colorazione nera e alle rifiniture in acciaio satinato a far subito pensare a uno dei componenti di quegli impianti. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Qual è l'app che utilizzi di più?
Amazon - 1.6%
Angry Birds - 0.8%
Chrome - 10.8%
Facebook - 9.9%
Gmail - 19.6%
Instagram - 0.4%
Netflix - 0.3%
Opera - 2.5%
Pinterest - 0.5%
Safari - 8.5%
Skype - 3.8%
Twitter - 2.9%
WhatsApp - 26.2%
YouTube - 5.3%
Vorrei suggerirne un'altra - 7.0%
  Voti totali: 1327
 
Leggi i commenti (10)
Si tratta di un effetto voluto, considerato che questo elemento è pensato per essere utilizzato da solo ma soprattutto in unione con altri prodotti della stessa gamma (per esempio un amplificatore, un lettore CD e via di seguito), che ne completano e arricchiscono le funzionalità.

Sul retro troviamo un connettore Ethernet, una presa per l'antenna FM, due connettori RCA (destro e sinistro) per gli altoparlanti, il tasto fisico per l'accensione e il cavo per l'alimentazione.

10005739 anschluesse intenertradio
(Fai clic sull'immagine per visualizzarla ingrandita)

Davanti ci sono invece un pulsante per passare dallo standby al funzionamento, uno schermo a LED, il ricevitore del telecomando e i tasti funzione. L'antenna Wi-Fi è integrata e non visibile.

L'installazione è semplice, considerati i pochi collegamenti necessari. Indispensabile procurarsi un paio di casse amplificate (o, naturalmente, un amplificatore cui connettere diffusori passivi) per poter utilizzare la Internet radio: ciò, ovviamente, va considerato nel momento in cui si prende in considerazione l'acquisto, dato che il costo sostenuto aumenterà.

10005739 title 2 intenertradio
(Fai clic sull'immagine per visualizzarla ingrandita)

Anche la configurazione è relativamente semplice (così si può fare fortunatamente a meno del manuale, disponibile in tedesco e in un inglese che ha l'aria di essere frutto del lavoro di un traduttore automatico): una volta presa confidenza con la struttura dei menu il modo in cui occorre procedere è abbastanza intuitivo, sebbene a lungo andare lo schermo integrato mostri tutti i propri limiti: scorrere le voci del menu e le liste dei canali è un'operazione che richiede pazienza.

Tale pazienza è ancora più utile quando si decide di cambiare stazione radio: occorre ripetere tutto il percorso di selezione sin dalla prima voce del menu (per cui bisogna scegliere l'area geografica e la nazione o il genere desiderato) perché l'apparecchio non mostra l'ultima voce di menu utilizzata, ma costringe a ripartire dall'inizio. Occorrono poi diversi secondi per il buffering prima che inizi la riproduzione abbia inizio.

Il telecomando rende più comode tutte queste operazioni, che altrimenti risultano un po' macchinosa; non bisogna tuttavia pensare di potersi allontanare troppo dal dispositivo, o lo schermo risulterà poco leggibile.

10005739 fernbedienung intenertradio
(Fai clic sull'immagine per visualizzarla ingrandita)

Tramite il telecomando è anche possibile memorizzare cinque stazioni radio per potervi ritornare rapidamente, ovviando così alla necessità di attraversare tutti i menu per cambiare stazione.

Tra i lati positivi c'è da riconoscere il supporto alle stazioni radio tradizionali - quelle che trasmettono in FM - con RDS, e la capacità di leggere i file audio condivisi nella rete locale (che si trovino su un server UPnP o su una condivisione SMB). Non possiamo tuttavia fare a meno di notare che l'aggiunta di una porta USB per l'ascolto dei file su chiavetta o disco esterno non avrebbe sfigurato e sarebbe stata sicuramente apprezzata.

Evidentemente quando questo prodotto è stato progettato si è deciso di realizzare unicamente una Internet Radio e di rinunciare a qualsiasi altro tipo di ingresso, per avere i quali è necessario acquistare anche gli altri prodotti della stessa linea.

Utile invece la presenza delle funzioni di sveglia, completa di opzioni snooze e sleep per impostare lo spegnimento automatico della radio dopo un determinato periodo di tempo o per ripetere la sveglia dopo alcuni minuti.

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
Pro e contro, tabelle e conclusioni.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
In prova: Xtreamer Pro
In prova: Logitech Squeezebox Boom
In prova: Terratec Noxon iRadio Cube

Commenti all'articolo (2)


Prodotto che definire deficitario è sin troppo riduttivo: la classica "cinesata" ammantata di un abito apparentemente elegante ma che mostra candidamente tutti i propri limiti, sia in termini di materiali che di hardware e software. Su Amazon si trova anche a meno, ma vale la pena spendere un centinaio d'euro per così poco? Mi... Leggi tutto
23-10-2013 09:05

{W3C_PDB}
nome, modello, caratteristiche tecniche, tipo del ricevitore impiegato ? medie frequenze ?...... lavora solo in FM ? se si se lo possono pure tenere, all'occorrenza ho il mio streamtuner link[/url] vedasi screeshot: [url=http://forum.zeusnews.com/link/135289]link[/url] grazie al quale ascolto tutta la musica che desidero, senza... Leggi tutto
10-10-2013 18:03

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale mezzo di trasporto pubblico sostituirà quelli attuali nel giro dei prossimi 50 anni?
Evacuated Tube Transport: l'evoluzione dei treni a levitazione magnetica; questi veicoli sono in grado di raggiungere i 6.500 km/h perché viaggiano all'interno di tunnel in cui è creato il vuoto.
String Transport System: cabine sospese fino a 30 metri dal suolo che corrono su binari di acciaio e cemento a oltre 500 km/h.
Tubular Rails: i treni viaggiano a 240 km/h all'interno di anelli sollevati dal suolo che contengono i motori e le ruote, mentre le carrozze ospitano i binari.
I bus viaggiano al di sopra del traffico automobilistico, il quale scorre sotto di loro, usando piccole rotaie poste ai lati della strada.
Shweeb: monorotaia monoposto sospesa e a pedali che permette di raggiungere i 45 km/h.
SolarBullet: il treno ad alta velocità (354 km/h) alimentato a energia solare attualmente allo studio in Arizona (USA).
Treni elettrici che non necessitano di binari perché viaggiano su strada e ricevono l'energia dal sistema contactless installato al di sotto dell'asfalto.
SARTRE: le automobili viaggiano in convogli gestiti dall'intelligenza artificiale; si uniscono i vantaggi del trasporto pubblico alla flessibilità del trasporto privato.
Startram, il maglev orbitale: gli ultimi 20 chilometri del tracciato (di oltre 1.600 km) puntano verso l'alto per portare in orbita i treni.
Ascensore spaziale: una stazione posta a quasi 100.000 km da terra e collegata al suolo da cavi costituiti da nanotubi di carbonio, per portare in orbita uomini e materiali con costi relativamente contenuti.

Mostra i risultati (2419 voti)
Agosto 2016
WhatsApp condivide i dati dell'utente con Facebook
La realtà virtuale di Google è pronta al lancio
Android 7.0 Nougat, ecco le novità
L'NSA si lascia sfuggire armi informatiche segrete
Fuchsia, il nuovo sistema operativo di Google
Bug di Linux, a rischio un miliardo e mezzo di smartphone Android
Tutte le Volkswagen vendute dopo il 1995 si possono aprire con Arduino
10.000 titoli Amiga giocabili gratuitamente nel browser
Sì, le chiavette USB lasciate in giro come esca funzionano
Cambiare le password troppo spesso fa male alla sicurezza
I 10 siti torrent più popolari
Andate in vacanza? Usare una VPN per proteggervi può portarvi in carcere
Luglio 2016
Lo smartphone da 50 dollari di Amazon
Il simil-MacBook economico di Xiaomi
Windows 10 Anniversary Update, le novità più importanti
Tutti gli Arretrati


web metrics