La retina artificiale che ripristina la vista

Non richiede apparecchi esterni ed è completamente biocompatibile.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 13-03-2017]

retina artificiale organica

Nel corso degli anni sono state sviluppate diverse tecniche per cercare di riparare, o quantomeno di ridurre, i danni prodotti dalle malattie che causano la degenerazione della retina.

Contando sul fatto che in questi casi i nervi che dalla retina vanno al cervello sono intatti, diversi gruppi di ricercatori hanno trovato modi diversi di "sostituire" la retina, realizzando alternative che facciano arrivare la luce ai nervi.

Per lo più, però, si è finora trattato di sistemi scomodi (che per esempio operano soltanto su particolari lunghezze d'onda), o che adoperano apparecchi esterni all'occhio, o che addirittura hanno bisogno di un laser esterno.

Un team di ricercatori ha ora sviluppato una nuova tecnica per realizzare una retina artificiale che sembra molto promettente, e che ha in più il vantaggio di usare soltanto materiali biocompatibili per le protesi installate all'interno dell'occhio stesso.

Questo nuovo sistema, descritto in un articolo pubblicato su Nature, si basa sull'utilizzo di un materiale organico come la seta, sopra e intorno al quale le cellule possono crescere.

Sullo strato di seta è stato installato un polimero conduttivo, sul quale è stato poi aggiunto un semiconduttore organico che funge da materiale fotovoltaico in condizioni di luce ambientale.

L'impianto è stato testato su dei ratti geneticamente modificati per sviluppare una degenerazione della retina, e ha mostrato risultati confortanti.

Se in condizioni di luce fioca (1 lux), i ratti dotati dell'impianti non mostravano comportamenti differenti da quelli dei ratti non trattati, quando l'intensità raggiungeva i 4 lux la pupilla si comportava in maniera quasi perfettamente identica a quella di ratti sani.

Sondaggio
L'amazonite è...
Una pietra (semi)preziosa.
La spasmodica ammirazione per un popolo di donne guerriere.
Lo shopping compulsivo e la dipendenza patologica da un noto negozio online.
Nessuna di queste. In italiano si scrive amazzonite ;)

Mostra i risultati (920 voti)
Leggi i commenti

I test hanno mostrato che la capacità di distinguere la luce era buona, seppur non allo stesso livello della retina originale. I ricercatori sono inoltre riusciti a determinare che la retina artificiale da loro costruita è in grado di attivare la corteccia visiva.

Durante i sei mesi durante i quali si sono svolti i test l'impianto non ha dato alcun problema ai ratti: grazie all'uso di materiali biocompatibili, non sono stati riscontrati segni di infiammazione.

I ricercatori sono quindi soddisfatti delle prove che indicano il buon funzionamento della loro retina artificiale, anche se ovviamente non è possibile interrogare un ratto per sapere come sia la sua visione attuale, paragonata a quella di quando possedeva una retina sana.

Inoltre, gli scienziati stessi sono perplessi su un punto: devono ammettere di non sapere esattamente in che modo le cariche elettriche generate dal semiconduttore fotovoltaico si trasformino in attività nervosa. «I dettagli dei principi secondo i quali la protesi funziona restano poco chiari» hanno dichiarato.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il primo trapianto di occhio bionico
Occhio bionico, primo successo
La retina fotovoltaica che cura la cecità
Una terapia genica curerà il daltonismo

Commenti all'articolo (3)

La notizia è molto interessante, unico neo è che non sia ancora chiaro nemmeno a coloro che hanno messo a punto la tecnica il perchè essa funzioni. Speriamo comunque che questo non blocchi sperimentazione e progressi della ricerca.
19-3-2017 15:29

{Matteo}
Aggiungo, per onor di patria, che la ricerca in questione è tutta italiana.
15-3-2017 10:20

GASP... :shock: come dire: sono andato sulla luna e sono tornato indietro ma non so bene di preciso come ho fatto!!! :roll: Leggi tutto
15-3-2017 09:59

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quanto spendi di elettricità ogni mese?
Meno di 30 euro
Tra 30 e 50 euro
Tra 50 e 75 euro
Tra 75 e 100 euro
Tra 100 e 150 euro
Più di 150 euro

Mostra i risultati (1895 voti)
Marzo 2017
Hai un processore nuovo? Non potrai aggiornare Windows
Come disabilitare i video che partono da soli nei siti Web
Monaco lascia Linux soltanto per motivi politici
Il senatore Bartolomeo Pepe e le ''scie chimiche''
Inflazione e tassi bassi? Ecco perché dire addio al conto corrente
Tagliando assicurativo e dematerializzazione, difficoltà per gli anziani
Il malware che cancella l'hard disk
Quel crack per Mac fa un patatrac
L'altro ieri siete stati buttati fuori dal vostro account Google?
Febbraio 2017
Google ha violato la crittografia SHA-1
Il malware che ti spia dal microfono del PC
WhatsApp attiva l'antifurto: verifica in due passaggi
Il sito per stalkerare chiunque su Facebook
Monaco molla Linux e torna a Windows
Cerber, il ransomware che prende di mira gli utenti italiani
Tutti gli Arretrati


web metrics