I medici americani: i lampioni a Led fanno male

La luce troppo fredda disturba il sonno e può causare addirittura la cecità.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 27-06-2017]

led strade medici

Una delle conquiste tecnologiche che vanno prendendo piede nelle città è la sostituzione delle vecchie lampade per l'illuminazione stradale con nuovissimi fari a Led: consumano poco, durano a lungo ed emettono una brillante luce bianca che facilita la visione.

Secondo i medici dell'American Medical Association, però, ci sono anche dei seri lati negativi nell'avanzata dei Led.

Il problema non sta nella tecnologia, ma nel fatto che vengono generalmente impiegate lampade che emettono una luce troppo bianca e fredda, molto meno "morbida" di quella emessa dalle tecnologie precedenti.

Non è soltanto una questione di gusti: una temperatura di colore sopra i 3.000 K contiene una componente troppo grande di luce blu, con una corta lunghezza d'onda, e ciò ha diversi effetti sulle persone e sugli animali.

Il primo di questi effetti è un influsso negativo sui ritmi circadiani: si stima che la luce emessa dai Led di notte sia cinque volte più efficace, rispetto alle lampade al sodio, nell'eliminare la melatonina.

Il corpo viene in pratica spinto a credere che sia mattina anche se è sera ed è necessario addormentarsi. Di qui, tutta una serie di problemi legati al sonno che è facile immaginare.

C'è di più: alcuni medici sostengono che una continua esposizione a luci tanto fredde, come avviene quando un'intera città è illuminata a Led, possa causare danni alla retina e contribuire a una perdita della vista temporanea o anche permanente.

Problemi simili sono sofferti anche dagli animali: le luci brillanti confondono gli uccelli, disturbandone i percorsi migratori ma anche i ritmi seguiti per il nutrimento e il sonno.

Sondaggio
Qual il prossimo acquisto di prodotto intelligente per la casa che farai?
Lampadina smart
Frigorifero smart
Presa elettrica smart
Rilevatore di fumo smart
Stazione metereologica smart
Videocamera di sorveglianza smart
Termostato smart
Forno smart
Sensore di movimento smart
Impianto sonoro smart
Allarme casa smart
Smart Tv
Spioncino/citofono smart
Sensore porta/finestra smart
Contatore smart di energia elettrica

Mostra i risultati (632 voti)
Leggi i commenti (3)

Senza dimenticare che le varie luci che troviamo nelle città - non soltanto quelle per l'illuminazione stradale - contribuiscono alla scomparsa del cielo notturno davvero buio, creando una sorta di "giorno permanente": ma gli uomini non sono fatti per vivere in un ambiente così.

Gli esseri umani - spiegano i medici americani - sono abituati a luci con maggiori componenti gialle e rosse: sia per quanto riguarda la luce naturale del sole (che pure a mezzogiorno supera i 5.000 K, ma ovviamente varia nel corso della giornata), sia per quanto riguarda quella artificiale. E, di notte, il buio aiuta il riposo.

la led
Una strada di Los Angeles con la vecchia illuminazione (a sinistra) e con la nuova illuminazione a Led (Fai clic sull'immagine per visualizzarla ingrandita)

Prima dell'elettricità, per l'illuminazione si usavano le fiamme, che hanno una temperatura di colore bassa: una candela arriva intorno ai 1.000 K.

Poi siamo passati alle luci artificiali per l'illuminazione stradale, ma arrivando a circa 1.800 K: quasi non c'è componente blu, in una luce di questo tipo. Oggigiorno, i Led possono arrivare anche a 4.000 o 5.000 K.

L'AMA, quindi, «suggerisce l'utilizzo di luci a 3.000 K o meno per le installazioni all'esterno, come sulle strade. Tutti i lampioni a Led dovrebbero essere adeguatamente schermati per minimizzare l'abbacinamento e gli effetti negativi sull'uomo e sull'ambiente, e si dovrebbe considerare l'idea di smorzare la luce dei Led nelle ore di calma».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
L'e-reader che non disturba il sonno
Tablet e smartphone nemici del sonno
Usi il tablet la sera? Dormirai male
La smart lampadina... veramente intelligente
Cronofarmacologia: a che ora bere caffè durante il giorno?
TV, Internet e SMS fanno venire l'insonnia

Commenti all'articolo (1)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale di questi grandi portali visiti pi frequentemente?
Libero
Blogspot
YouTube
Virgilio
Facebook
Wikipedia
Live (MSN)
eBay
Google
Yahoo!

Mostra i risultati (3712 voti)
Giugno 2017
Dove vanno a finire le foto mandate tramite WhatsApp?
Le torri di Amazon per i droni
Microsoft: ''Sì, disabilitiamo gli antivirus. Per il bene degli utenti''
Banda larga, scontro assurdo fra Tim e Governo
Il caso del sindacalista che criticava gli stipendi d'oro
Italia, via libera al trojan di Stato
Difendersi dalle app-truffa presenti nell'App Store di Apple
Roaming dati nell'UE ''gratuito'' da ieri: occhio alle sorprese
Firefox 54, più sicuro con la sandbox e più leggero
Il link che infetta il Pc senza nemmeno dover cliccare
Ecco come vengono sfruttati in concreto i dati delle nostre navigazioni
Windows 10, un assaggio del Fall Creators Update
Dai gattini bonsai alla disinformazione pianificata
Ex pornostar chiama in causa i pirati
Qualche chicca nascosta di Google
Tutti gli Arretrati


web metrics