Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell'informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Sondaggio
I bambini sempre pi¨ spesso entrano in contatto con la tecnologia a una tenera etÓ (per giocare, comunicare e cercare informazioni), anche grazie alla diffusione di smartphone e tablet. Quale dovrebbe essere la maggiore preoccupazione dei genitori?
Potrebbero visionare materiale inappropriato o visitare siti inopportuni.
Potrebbero comunicare con sconosciuti o persone non ritenute affidabili.
Potrebbero essere vittime di cyberbullismo, sui social network o altrove.
Potrebbero spendere denaro online senza che i genitori lo sappiano, anche a causa delle app che richiedono acquisti online durante i giochi.
Potrebbero diffondere dati personali (compresi foto e filmati) senza essere coscienti dei rischi.
Potrebbero incorrere in difficoltÓ a relazionarsi con amici dal vivo, nascondendosi dietro relazioni disintermediate dal mezzo informatico.

Mostra i risultati (508 voti)
Dicembre 2014
Chiude la CEC-PAC, un fallimento da 19 milioni di euro
Telefonini e promozioni natalizie: quale operatore offre di più
Da BMW l'auto che si cerca il parcheggio da sola
Honor T1, il tablet economico di Huawei
Windows 10 integra Cortana e l'app per la Xbox
Treviso, ragazzini condividono filmato hard con Whatsapp
Il reggiseno bionico che solleva e sistema il seno alla perfezione
Il macchinario che trasforma l'acqua in petrolio
Serve davvero proteggere smartphone e tablet Android con un antivirus?
Sony, migliaia di password in una cartella chiamata ''Password''
Mandare in crash WhatsApp con un singolo messaggio di testo
Lo shopping online? Adesso si fa col Bancomat
Novembre 2014
TIM e Vodafone, LTE fino a 225 Mbit/s
Google rende più semplice vedere tutti i dispositivi connessi al proprio account
Toyota Mirai, l'auto a idrogeno che produce energia per la casa
Tutti gli Arretrati

Il kernel di Linux ha sempre più bug

Secondo Andrew Morton, maintainer del ramo "mm" di sviluppo del kernel, i bug nella versione 2.6 di Linux stanno aumentando e occorre fare subito qualcosa.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 09-05-2006]

Foto di Julie Broadbent
Foto di Julie Broadbent

"I believe the 2.6 kernel is slowly getting buggier: Credo che il numero di bug del kernel 2.6 stia lentamente aumentando". Non sono parole del comunicato di un'azienda ostile a Linux o di qualche fanatico le cui esternazioni hanno divertito l'Olimpo Informatico, ma è l'opinione espressa da Andrew Morton al LinuxTag, che si è svolto nei giorni scorsi a Wiesbaden, in Germania.

Il LinuxTag è forse l'evento/fiera/conferenza più importante al mondo per quanto riguarda Linux, e Andrew Morton è uno dei "pezzi grossi" nello sviluppo del kernel di Linux: è da lui e dal suo ramo di sviluppo (identificato con la sigla "mm") che passano le patch che, una volta considerate sufficientemente stabili, finiscono poi nel kernel stabile approvato da Linus Torvalds. Quindi, probabilmente, sa quel che dice.

Il fatto è - spiega Morton - che i bug aumentano più velocemente di quanti se ne riescano a trovare e risolvere, e che quelli riguardanti il codice per hardware vecchio vengono per lo più ignorati dai programmatori stipendiati dalle compagnie che con Linux creano il proprio business, più interessate al supporto di nuove periferiche che alla manutenzione dei driver di quelle che ormai non si vendono più, anche se possedute da parecchia gente.

La soluzione per Morton potrebbe risiedere in un ciclo di manutenzione in cui si rinunci per un po' all'aggiunta di nuove caratteristiche mentre tutte le forze vengono concentrate sulla risoluzione dei bachi finora tralasciati.

Gli utenti devono preoccuparsi per queste dichiarazioni? Niente affatto: più che angosciarsi per la presenza di bug nel kernel dovrebbero rallegrarsi del fatto che chi si occupa dello sviluppo pensa a fornire un software stabile e garantire supporto anche a chi si trovi ad usare hardware non recente, anche prendendo decisioni apparentemente drastiche come fermare lo sviluppo per far spazio al debug.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.

Commenti all'articolo (4)

{utente anonimo}
Secondo me invece Leggi tutto
9-5-2006 16:43

{Hayabusa}
il lavoro degli uomini del kernel potrebbe essere + leggero Leggi tutto
9-5-2006 15:57

{utente anonimo}
L'avete voluto il kernel monolitico Leggi tutto
9-5-2006 15:48

didone
La sinceritÓ Leggi tutto
9-5-2006 10:16


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.


web metrics