Tim Berners-Lee chiede scusa per il doppio slash

Se potesse tornare indietro, il padre del Web lascerebbe una sola barra dopo "http:".



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 14-10-2009]

Ora che il Web ha compiuto vent'anni e ha permanentemente cambiato la vita di tutti, il suo inventore dovrebbe essere soltanto orgoglioso; invece sir Tim Berners-Lee ha un rimpianto: se potesse tornare indietro, eliminerebbe il doppio slash.

Vent'anni fa, scrivere http:// sembrava logico e normale per via delle convenzioni di programmazione del tempo; oggi, invece, Berners-Lee trova il doppio slash inutile e dannoso, causa di tempo perso (per tutte le volte che è stato digitato) e di alberi abbattuti (per tutte le volte che è stato stampato).

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Google dichiara guerra agli Url: ''Inadatti a veicolare l'identità dei siti'
Mozilla, ecco il nuovo logo
L'inventore dei pop-up chiede scusa

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 9)

Il web e magnifico, ma certo, con un solo slash sarebbe stata tutta un'altra cosa!
27-1-2011 18:48

ci sono ancora una grande quantità di siti che senza il www davanti non funzionano...
15-10-2009 18:44

Ormai tutto l' "http://www." è superfluo...
15-10-2009 18:34

vabbe' dai, diciamo che Berners-Lee vuole essere perfezionista... :D
15-10-2009 15:14

Non è tanto colpa dell'xml in sé, quanto dell'uso a sproposito che se ne fa... Buono per dati complessi, assolutamente dannoso e controproducente per dati che possono essere scambiati molto più semplicemente (e occupando molto meno spazio). Ciaociao. Marco
15-10-2009 12:37

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo te è stato l'iPad a uccidere il mercato dei PC?
Sì, perché permette di fare tutto quello che gli utenti normali vogliono da un PC.
No, il mercato era ormai prossimo alla saturazione comunque.
Altro (specificare nei commenti).

Mostra i risultati (1468 voti)
Luglio 2019
Microsoft: Windows 10 è il migliore Windows di sempre
Auto elettriche, arriva l'obbligo che facciano rumore
Modalità incognito per i siti a luci rosse? Google e Facebook ti tracciano lo stesso
WhatsApp, la truffa passa attraverso i file multimediali
Galileo fuori uso da quattro giorni, forse è colpa di un guasto in Italia
Lo pneumatico senz'aria di Michelin e GM
Track This inganna gli algoritmi pubblicitari (aprendo 100 schede!)
L'app che spoglia nude le donne in pochi secondi
Giugno 2019
Quattordicenne crea malware che rende inutilizzabili i dispositivi IoT
Fusione TIM e Open Fiber, un'operazione senza alternative
Apple richiama i MacBook Pro: rischiano di prendere fuoco
Falla zero-day in Firefox, gli hacker la stanno già sfruttando
Libra, la criptovaluta di Facebook, ufficialmente al via con il wallet Calibra
Se anche Sky usa i sottotitoli pirata
Il CERN lascia Microsoft e passa all'open source
Tutti gli Arretrati


web metrics