Il primo gatto bionico

Oscar ha perso le zampe posteriori in un incidente. Ma un veterinario ha creato per lui una protesi praticamente perfetta.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 04-07-2010]

Oscar gatto bionico

Oscar, un gatto di proprietà di una famiglia inglese, passerà alla storia come il primo felino bionico al mondo: nello scorso ottobre rimase vittima di un incidente con una mietitrebbiatrice, che gli ha amputato la parte inferiore delle zampe posteriori.

Portato alla clinica veterinaria di Neol Fitzpatrick di Eashing, non solo si è salvato, ma ora è il primo gatto ad avere delle protesi collegate direttamente alle ossa delle zampe e integrate con la pelle e le articolazioni della caviglia, che gli danno una mobilità pressoché normale.

Qui sotto, due video di Oscar.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
La mano bionica con il senso del tatto
Sindrome dell'arto fantasma su persone non amputate

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 17)

Porre la vita umana in secondo piano significa disprezzarla. Non credo sia colpa tua. Mi spiace che la pensi così. Vincenzo.
25-7-2010 09:36

Premessa: scusa se non quoto bene e per gli eventuali errori ma sto usando il palmare. dunque, il punto non è uccidere a priori una persona ma se mi chiedi se prefisco un micio ad un essere umano ti dico che per me è meglio il primo. non è che son contento se un bimbo muore ma neppure ritengo l'uomo un buon esempio di essere vivente.... Leggi tutto
24-7-2010 12:46

In virtu' di questo principio avresti preferito essere ucciso quando eri piccolo, perchè un giorno potresti diventare un assassino? meglio salvare un gatto che una vita umana perchè quest'ultima potrebbe diventare pericolosa. Andiamo... che ragionamento è? Leggi tutto
24-7-2010 09:40

Un gatto da grande sarà solo un gatto mentre un bambino è un potenziale assassino. Io son contento per il micio perchè sicuramente merita più lui di tanta gente su questo pianeta.
24-7-2010 01:32

Concordo pienamente. Si è diffusa questa grande pietà per gli animali, che si dimenticano i problemi più seri. Poveri cani abbandonati. Poveri gatti infortunati. Leggi tutto
22-7-2010 20:39

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Fidanzati sospettosi o inguaribili diffidenti, qual è la vostra arma preferita tra quelle che Facebook mette a disposizione di voi gelosoni per controllare il vostro partner?
I cuoricini in bacheca: un segno per far sentire sempre e dovunque la propria presenza, nonché un espediente per marcare il territorio del partner.
L'applicazione "Chi ti segue di più?": bisogna convincere il partner a usare questa applicazione (apparentemente innocua) per scovare eventuali vittime da annotare sulla propria black list.
Facebook Places: permette di taggare compulsivamente il partner e rendere noto al mondo intero il fatto che lei e il suo lui si trovano sempre insieme.
L'auto tag nelle foto: indispensabile strumento per essere certi di ricevere notifiche qualora un'altra persona osasse commentare o piazzare "Mi piace" alle foto del/della partner.
I commenti minatori: il simpatico approccio ossessivo-compulsivo verso chi tagga il partner o ne invade la bacheca. Di solito consiste in un discreto: "Che bello il MIO amore!"
Il profilo Facebook in comune: un unico profilo scoraggia anche il più audace dei rivali dal tentare un approccio.
La password nota al partner: Della serie: "Amore, se non mi nascondi niente allora posso avere la tua password?". Nessun messaggio di posta, commento o notifica è al sicuro.
Il tasto "Rimuovi dagli amici": una volta in possesso della password del partner, qualsiasi rivale dalla foto profilo provocante o la cui identità è sconosciuta verrà subito rimosso dagli amici.
La trappola: spacciandosi per il partner (password nota), si inizia a contattare i presunti rivali e testare le loro intenzioni con domande e allusioni per far cadere in trappola anche i più astuti.
Il Mi piace minatorio: post, foto, tag, nuove amicizie sono regolarmente marchiati da un Mi piace del partner. Dietro una parvenza di apprezzamento, dimostrano quanto in realtà NON piaccia l'elemento.

Mostra i risultati (400 voti)
Gennaio 2022
Amazon introduce la consegna con la password
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Il nuovo, vecchio e doppio laptop di Cassandra
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Novembre 2021
L'app va in crash, e la Tesla non parte più
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 19 gennaio


web metrics