Zuckerberg perseguitato da uno stalker

Lettere, messaggi minacciosi e mazzi di fiori: così un ammiratore perseguitava il CEO di Facebook. Ora non può nemmeno avvicinarglisi, pena l'arresto.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 09-02-2011]

Zuckerberg stalker Pradeep Manukonda

Per un uomo che basa la propria fortuna sull'invito a mettere in piazza i propri dati personali essere perseguitato da uno stalker è una sorta di contrappasso, contro il quale è in ogni caso bene prendere provvedimenti.

Così Mark Zuckerberg, quando ha visto che Pradeep Manukonda non era semplicemente un ammiratore, ma di certo un personaggio importuno e forse anche pericoloso, non ha perso tempo e s'è rivolto alle autorità.

Dal trentunenne Pradeep Manukonda sono arrivati a Zuckerberg, negli ultimi tempi, messaggi tramite Facebook contenenti dichiarazioni d'affetto piuttosto estreme (come un "Sono pronto a morire per te"), richieste di denaro e d'aiuto e anche intimidazioni.

A queste si sono aggiunte le lettere scritte a mano, i mazzi di fiori e le visite di persona: lo stalker di origine indiana si è presentato sia negli uffici del social network a Palo Alto sia davanti all'abitazione privata del CEO di Facebook, di cui ha importunato anche la fidanzata e la sorella. L'articolo continua sotto

Zuckerberg a famiglia hanno cominciato a essere un po' angosciati e spaventati dalla presenza di Manukonda e alla fine hanno ottenuto un'ordinanza: il loro persecutore ora non può avvicinarsi a meno di 300 metri da ognuo dei tre, pena l'arresto.

Pradeep Manukonda ora di dice dispiaciuto di quanto accaduto e cerca di giustificarsi: "Non ho mai voluto spaventare il Ceo di Facebook, prometto di non disturbarlo più. In verità sono un ragazzo tranquillo, mi spiace che Zuckerberg abbia pensato che volessi fargli del male".

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Immaginiamo un mondo popolato dalle auto di Google: senza pilota, senza sterzo e senza pedali. Qual è il maggior vantaggio? (vedi anche gli svantaggi)
Sarà più comodo viaggiare: non dovremo preoccuparci di guidare e avremo più tempo libero a disposizione.
Potranno spostarsi in auto anche i non vedenti, gli invalidi o in generale le persone non più in grado di guidare.
Si risparmierà carburante grazie all'ottimizzazione: niente accelerazioni o frenate brusche, rispetto dei limiti di velocità e così via.
Con il Gps incorporato ci si smarrirà di meno e non sarà necessario consultare mappe o chiedere indicazioni.
Ci sarà maggiore sicurezza e meno incidenti: niente ubriachi al volante o anziani non più in grado di guidare. Zero distrazioni, zero stanchezza, zero errori del conducente (causa del 90% degli incidenti).
Ci sarà meno traffico: potremo più facilmente condividere un'auto in car sharing che ci venga a prendere e ci porti dove desideriamo andare, trovando parcheggio da sola o rimettendosi a disposizione della comunità.
La casta dei tassisti non avrà più ragione di esistere e sarà finalmente azzerata.

Mostra i risultati (1639 voti)
Giugno 2020
Altro che Immuni: il Bluetooth va tenuto spento!
Maggio 2020
Windows 10, rilasciato l'update di maggio. Microsoft: ''Non aggiornate''
Immuni, rilasciati i sorgenti
Da Samsung lo smartphone da usare in guerra
Microsoft confessa: ''Sull'open source abbiamo sbagliato tutto''
Da OnePlus lo smartphone che vede attraverso gli oggetti (e i vestiti)
Windows 10, inizia l'abbandono dei 32 bit
Facebook, arriva la nuova interfaccia. Senza possibilità di fuga
UE, giro di vite sui cookie
L'app che snellisce Windows 10
Windows 10, l'aggiornamento di maggio uscirà con un bug
WhatsApp, finalmente arriva il supporto a più dispositivi
Aprile 2020
Windows 10 diventa più scattante con il May 2020 Update
Rubare i dati da un Pc sfruttando le vibrazioni delle ventole
Il software per impersonare gli altri su Zoom e Skype
Tutti gli Arretrati


web metrics