E-book a noleggio, il fenomeno si estende

Gli editori pongono un freno al prestito illimitato in biblioteca, introducendo il noleggio annuale.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 18-03-2011]

HarperCollins ebook noleggio biblioteca prestito

L'epoca degli e-book sta cambiando le abitudini non solo di lettori e acquirenti, ma anche delle biblioteche.

Soprattutto nel Regno Unito e negli Stati Uniti, molte biblioteche negli ultimi anni si sono attrezzate sottoscrivendo accordi con le diverse case editrici per poter fornire, ai propri frequentatori, libri in formato elettronico.

Tali accordi comprendono la possibilità di prestare indefinitamente l'e-book acquistato dall'istituzione, sebbene il prestito segua per lo più le stesse regole applicate alle copie cartacee: un solo lettore alla volta e un periodo massimo di 7 o 14 giorni, trascorso il quale il libro si cancella da sé.

Ora questo sistema - che ha riscosso l'approvazione degli utenti, liberati dalla necessità di recarsi fisicamente in biblioteca - rischia di essere messo completamente in discussione a causa della presa di posizione dell'editore HarperCollins.

"Vendere gli e-book in perpetuo alle biblioteche minerà alla base l'ecosistema e-book" ha dichiarato la casa editrice, che in base a questa considerazione ha deciso di noleggiarli soltanto.

Ogni biblioteca che acquista un libro da HarperCollins non riceve più il diritto di prestarlo a quante persone crede: ora c'è un limite, pari a un massimo di 26 prestiti che portano la vita utile dell'e-book a un anno (se si conta un periodo di due settimane per ogni prestito, e ammettendo che il testo venga richiesto di continuo).

Una volta scaduto il periodo del "noleggio" la biblioteca dovrà acquistare nuovamente il libro se vorrà continuare a offrirlo ai propri clienti.

HarperCollins è il primo e finora unico editore ad aver adottato questa strategia e, per questo, ha già perso la collaborazione di alcune biblioteche; tuttavia se la pratica prenderà piede l'era degli e-book in biblioteca rischierà di terminare anzitempo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
UE, prestare un e-book è come prestare un libro

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

mi sembra tanto quando, appena installato xp, mi beccavo il blaster o sasser o come si chiamava che faceva il riavvio automatico :) aggiungendo una stringa sul .bat aumentavo quel timer a 28312931279 anni dandomi così il tempo di installare antivirus e rimuoverlo :) qui sarà la stessa identica cosa :) Leggi tutto
29-8-2011 10:49

QUOTO! Quanto ci vuole ad estrarre il testo? Con un poco di pazienza niente e rimarranno fregati questi "Baroni". :twisted: :roll: :lol: Ciao Leggi tutto
19-3-2011 19:24

...la seconda che hai detto... :evil: Per loro, l'ecosistema degli e-book significa: vendere, vendere, vendere e poi vendere. Se non hai soldi da spendere devi rimanere ignorante ( o anche solo annoiarti), la cultura deve essere monopolio di chi ha i soldi e vuole evitare che la sua diffusioni rischi di minare il proprio potere. Per... Leggi tutto
18-3-2011 21:01

Anch'io non ho capito il senso dell'affermazione di HarperCollins. Non vedo come "l'ecosistema degli e-book" possa essere minato da questo servizio e come la soluzione proposta da HarperCollins possa risolvere il problema delle royalties. Magari potrebbe avere senso corrispondere una piccola somma (micropagamento) alla casa... Leggi tutto
18-3-2011 20:35

Nel ragionamento di HarperCollins c'è qualcosa che mi sfugge.... Con i libri cartacei la biblioteca li acquista e li presta ai lettori con regole analoghe a quelle degli e-book, dopo un certo numero di anni potrebbero deteriorarsi ed essere necessario riacquistarne una nuova copia - ovviamente parliamo di tempi di almeno una decina di... Leggi tutto
18-3-2011 19:05

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è il primo dispositivo che utilizzi, la mattina?
Il cellulare
La Tv
La radio
Il computer
Il rasoio
La macchinetta del caffè
L'asciugacapelli

Mostra i risultati (3483 voti)
Luglio 2019
Modalità incognito per i siti a luci rosse? Google e Facebook ti tracciano lo stesso
WhatsApp, la truffa passa attraverso i file multimediali
Galileo fuori uso da quattro giorni, forse è colpa di un guasto in Italia
Lo pneumatico senz'aria di Michelin e GM
Track This inganna gli algoritmi pubblicitari (aprendo 100 schede!)
L'app che spoglia nude le donne in pochi secondi
Giugno 2019
Quattordicenne crea malware che rende inutilizzabili i dispositivi IoT
Fusione TIM e Open Fiber, un'operazione senza alternative
Apple richiama i MacBook Pro: rischiano di prendere fuoco
Falla zero-day in Firefox, gli hacker la stanno già sfruttando
Libra, la criptovaluta di Facebook, ufficialmente al via con il wallet Calibra
Se anche Sky usa i sottotitoli pirata
Il CERN lascia Microsoft e passa all'open source
VLC, corrette 33 falle grazie alle ricompense UE
EmuParadise violato, rubati i dati di 1,1 milioni di utenti
Tutti gli Arretrati


web metrics