La capsula che raffredda il caffè bollente

E poi lo mantiene a temperatura bevibile per ore.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 01-05-2011]

Coffee Joulies caffé Dave Petrillo Jackson

Se c'è una cosa che può rovinare il piacere di una tazza di caffé è la temperatura sbagliata: un caffè troppo freddo o troppo caldo compromette irrimediabilmente quello che avrebbe potuto essere un momento perfetto.

Ecco perché Dave Petrillo e Dave Jackson hanno ideato i Coffee Joulies, piccoli ma efficaci strumenti in grado di portare il caffè appena preparato alla temperatura migliore per la degustazione e mantenerlo a lungo in quelle condizioni.

Ogni Jouly è una piccola capsula, realizzata in acciaio, all'interno della quale c'è una sostanza la cui composizione i due Dave non rivelano ma di cui garantiscono l'assoluta atossicità e che fonde a 60 gradi centigradi.

Immersa nel caffé ne assorbe il calore, raffreddandolo fino alla temperatura ideale tre volte più velocemente di quanto esso farebbe se lasciato a sé stesso; nei minuti successivi il calore viene gradatamente restituito, mantenendo così la bevanda in condizioni ottimali.

I Coffee Joulies lavorano tanto meglio quanto più è isolante il contenitore del caffé (o del té, o della cioccolata, o di qualunque altra bevanda calda): in una normale tazza riescono a conservare il calore per minuti, in un thermos arrivano a più di cinque ore.

Le vendite dei primi esemplari sono state un enorme successo, tanto da permettere agli ideatori di avviare un vero e proprio business tramite Kickstarter, e di vendere sul mercato internazionale.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
La tazza intelligente che riconosce la bibita

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 9)

{Robert Maroon}
Una tazzina di caffe' contiene una quantita' di liquido irrisoria se controntata con una tazzone di the o di nescaffe. Immagino quindi che lo scambio termico, e il raffreddamento che ne consegue, avvenga piu' rapidamente in una tazzina fatta con una macchina per espresso. Ma puoi fare una prova a casa: fatti una tazzina di caffe e... Leggi tutto
2-5-2011 17:18

Non so per le macchine espresso, ma utilizzando la Moka l'acqua che passa nel filtro dovrebbe avere circa quella temperatora, dato che viene spinta dal vapore (anzi, data la pressione maggiore nella caldaia della caffettiera, probabilmente l'acqua ha una temperatura più alta) Leggi tutto
2-5-2011 13:23

la stearina ha una densità ed una capacità termica piuttosto bassa per questa applicazione. vedrei molto meglio una lega metallica, come quelle di Woods o Lipowitz, con punti di fusione intorno ai 60-70°C Leggi tutto
2-5-2011 10:29

Aggiungo una cosa, leggendo meglio l'articolo....la sostanza che più facilmente mantiene il calore e fonde a 60 gradi, altro non è che la cera o la stearina di cui sono costruite le candele adesso.....Cosa conoscete di altre sostanze che FONDONO a 60 gradi? Perchè non fate la prova? Leggi tutto
2-5-2011 00:52

Presumo che il principio sia quello dei contenitori per frigorifero, che possono essere raffreddati, ma anche hanno la funzione inversa, se messi in acqua bollente di mantenere il calore per parecchio tempo. Probabilmente si tratta di una capsula in acciaio inox, (l'acciaio inox si scalda con una rapidità impressionante sottraendo... Leggi tutto
2-5-2011 00:38

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Chi non ha pagato l'assicurazione auto verrà individuato grazie a una serie di controlli incrociati con videocamere stradali e dati del Ministero. Che cosa ne pensi?
L'uso della tecnologia è diventato troppo invadente. Ogni giorno ci viene sottratta un'ulteriore fetta di privacy.
Ben vengano i controlli, se servono a diminuire le tasse (o i premi di assicurazione) di quelli che onestamente le pagano.
Il provvedimento va a colpire soltanto i disperati, che con la crisi cercano di arrangiarsi.
I veri evasori non si faranno certo acchiappare con questi mezzucci.
Prima di tutto bisognerebbe abbassare i costi delle assicurazioni.
Io non pago né l'assicurazione auto, né il canone Rai, né niente!
Viaggio solo in autobus o in bicicletta, non mi riguarda.

Mostra i risultati (2415 voti)
Ottobre 2020
Le parole di Internet: smishing
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Windows 10 avvisa l'utente se un SSD sta per morire
Windows 10 e i driver che vengono dal passato
Settembre 2020
Se tutte le auto fossero elettriche, quanta energia in più servirebbe?
Windows XP, il codice sorgente finisce in Rete
Vecchio televisore mette KO la connessione Adsl di un intero paese
Tutti gli Arretrati


web metrics