Kaspersky spinge per una Interpol di Internet

Il creatore del noto antivirus prospetta una carta d'identità digitale per ogni utente della Rete.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 20-05-2011]

Kaspersky Internet Interpol

«Il mondo digitale è sotto attacco»: con queste parole Eugene Kaspersky ha spiegato al pubblico della AusCERT 2011 la necessità di creare una Interpol di Internet.

Secondo il creatore del famoso antivirus, il cybercrimine è strettamente legato alla Rete, tanto da poter essere paragonato alla presenza degli squali nelle acque australiane.

Per combattere questi pericolo c'è bisogno di una forza globale di polizia, un sistema per verificare le identità online su scala planetaria e una sorta di «passaporto di Internet».

«Prima o poi avremo una Interpol di Internet» ha dichiarato Kaspersky. «Sto anche pensando a un passaporto di Internet e a una carta d'identità online. Alcune nazioni stanno già introducendo questa idea, quindi penso che in 15 anni l'avremo».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il Clusit lancia l'allarme cybercrime

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 9)

{sils}
Al peggio non c'è mai fine...
22-5-2011 12:56

Magari facesse solo quello... Ammazza i PC più del Norton ed i miei clienti che lo utilizzano (li ho già diffidati dal rinnovarlo alla scadenza!) hanno sepre problemi sulla LAN. Mi ha fatto perdere una mezza giornata per configurare un stampante condivisa (fino a quando ho provato a disabilitarlo :twisted: ) Leggi tutto
21-5-2011 23:46

Ma chi gliel'ha suggerita questa??? Putin??? :evil:
21-5-2011 15:57

Viste le figuracce del suo antivirus che segnala un sacco di falsi positivi combinando macelli era logico che diceva questo! Poi Kaspersky è Russia, un Paese in cui è ritornata la dittatura! Ciao Leggi tutto
21-5-2011 00:56

E allora utilizziamo e sosteniamo Tor. Alla faccia di chi vuole controllarci. :wink: Leggi tutto
20-5-2011 22:49

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo te come stanno cambiando gli attacchi informatici?
Ci sono sempre più attacchi automatizzati verso i server anziché verso gli individui.
Gli attacchi sono più globali, dall'Europa all'America all'Asia all'Australia.
L'impatto maggiore è sui conti aziendali e sui patrimoni medio alti.
Gli attacchi colpiscono istituzioni finanziarie di tutte le dimensioni.
Gli hacker sono sempre più veloci.
I tentativi di transazioni sono più estesi e più elevati.
Gli attacchi sono più difficili da rilevare.
E' aumentata la sopravvivenza dei server.

Mostra i risultati (1534 voti)
Novembre 2020
Seria falla in Windows 7, la patch c'è ma non è ufficiale
Clienti Amazon: i corrieri rubano le nostre PlayStation
Edge, una marea di estensioni pericolose ruba i dati degli utenti
Apple, multa milionaria per aver rallentato gli iPhone
Il malware che colpisce gli utenti dei siti porno
Google Foto, si va verso il servizio a pagamento
Expedia, Booking, Hotels e altri: dati degli utenti visibili e accessibili
L'aspirapolvere che recupera gli AirPod dalle rotaie
Open Shell riporta in vita il menu Start di Windows 7
WhatsApp, ora è più facile eliminare foto e video inutili
Ottobre 2020
Windows 10, Microsoft si prepara a rivoluzionare l'interfaccia
Windows 10 elimina la schermata Sistema, un trucco la riporta in vita
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Tutti gli Arretrati


web metrics