Messaggio istantaneo, c'è spam per te

Ideato un software che sfrutta una funzione di Windows per aprire una finestra di dialogo sul Pc di qualsiasi utente connesso a Internet.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 17-10-2002]

Lo spam arriva nel messaggio istantaneo"I risultati del vostro e-mail marketing lasciano a desiderare? La gente non legge le vostre e-mail? Avete bisogno di un targeting geografico? State consultando il sito che fa per voi..." Inizia così la presentazione di Direct Advertiser, l'azienda che ha creato un software che sfrutta la poco nota funzione di Windows denominata Messenger Service. Questa non va affatto confusa con il noto software di istant messaging MSN Messenger, anche se sfrutta proprio questo principio: l'invio di messaggi istantanei. Anche in massa.

In pratica, sfruttando il Messenger Service, chiunque può inviare messaggi istantanei, semplicemente conoscendo l'indirizzo IP del destinatario. Il Messenger Service è abilitato di default su tutti i sistemi Windows NT, 2000 e XP. Sono interessati anche gli utenti di Windows 98 e Me che abbiano abilitato la condivisione di file e stampanti: quindi ci sono milioni di utenti potenzialmente vulnerabili a questa nuova forma di spam.

Ma guai a chiamarlo spam, ammonisce Direct Advertiser, fornendo anche un link alle istruzioni per disabilitare la ricezione dei fastidiosi messaggi pop-up. "Il nostro software non utilizza backdoor, exploit o hack per entrare nel vostro Pc, ma semplicemente il comando "Net Send" del vostro sistema operativo; chiunque può inviare un messaggio utilizzando questo comando; il nostro programma automatizza semplicemente il processo di invio a indirizzi IP multipli".

Disponibile in versione demo, la versione completa ha un costo di 700 dollari e al momento ne sono state vendute solo alcune centinaia di copie. Ma "tutti i clienti sono soddisfatti", assicurano da Direct Advertiser. Sempre sulle pagine del sito si legge che "non ci si deve preoccupare di eventuali black list: il sistema, al contrario delle e-mail, è sicuro perché il destinatario legge sicuramente (e istantaneamente) il vostro messaggio".

Un altro "punto di forza" è che questi messaggi sarebbero "completamente anonimi e virtualmente non tracciabili", anche se chiunque abbia una minima conoscenza di reti sa che questa affermazione non è corretta: semplicemente nessuno si è ancora attrezzato per fare fronte a questo tipo di problema.

E' singolare poi l'affermazione che, mentre lo spam inviato tramite e-mail potrebbe causare problemi legali, i messaggi istantanei non sono soggetti a regolamentazione. In realtà ciò non vale sicuramente in l'Italia, visto che esiste il decreto legislativo sul commercio elettronico (n. 185 del 22 maggio 1999) il cui articolo 10 recita esplicitamente: "L'impiego da parte di un fornitore del telefono, della posta elettronica, di sistemi automatizzati di chiamata senza l'intervento di un operatore o di fax, richiede il consenso preventivo del consumatore". E i 5000 messaggi all'ora (capacità dichiarata del software di Direct Advertiser) hanno forse il consenso preventivo del consumatore?

Ora che il vaso di Pandora è stato scoperchiato, il passo successivo potrebbe essere una serie di software di tipo spyware che sfruttano il Messenger Service. Per gli utenti Windows, ancora una volta, non si preannunciano tempi tranquilli.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 12)

{tom}
ehi ragazzi a me questo prodotto sembra fantastico anche se molti, come letto dai commenti, vogliono chiudere il servizio messenger beh facciano pure ma Ŕ possibile sapere dove trovare questa demo??? grazie mille
14-11-2010 21:22

salvatore
messaggistica istantanea Leggi tutto
28-6-2004 14:28

Michele Bottari
Per Brerus, Milano Leggi tutto
24-11-2003 10:16

Brerus
Grazie Leggi tutto
22-11-2003 17:29

Stefano Barni
come stangare il messenger Leggi tutto
3-11-2003 21:28

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Chi di questi 10 non ha meritato il premio Nobel per la Pace?
Elihu Root, segretario di Stato USA, vincitore nel 1912, indagato per la repressione degli indipendentisti filippini.
Aristide Briand, politico francese, vincitore nel 1926, nonostante molti sostengano che gli accordi da lui voluti abbiano portato la Germania a tentare la successiva espansione verso est.
Frank Kellogg, vincitore nel 1929: la sua idea per evitare le guerre fu sconfessata di lý a breve dalla politica tedesca.
Carl von Ossietzky, giornalista tedesco, vincitore nel 1935 per aver rivelato la politica tedesca di riarmo in violazione dei trattati. Meritava il premio, ma la tempistica fu pessima: venne deportato in un campo di concentramento.
Nessuno: nel 1948 il premio non venne assegnato. Sarebbe potuto andare a Mohandas Ghandi, ma era stato assassinato e il Comitato non permise che il premio fosse assegnato alla memoria.
Henry Kissinger e Le Duc Tho, vincitori nel 1973 per aver negoziato il ritiro delle truppe USA dal Vietnam. Il primo per˛ approv˛ il bombardamento contro la Cambogia; il secondo rifiut˛ il premio.
Yasser Arafat, Shimon Peres e Yitzakh Rabin, vincitori nel 1994, sebbene gli accordi di Oslo abbiano avuto effetti molto brevi.
Kofi Annan e le Nazioni Unite, vincitori nel 2001, investigato nel 2004 per il coinvolgimento del figlio in un caso di pagamenti illegali nel programma Oil for Food.
Wangari Muta Maathai, vincitrice nel 2004, convinta che il virus HIV sia stato creato in laboratorio e sfuggito per errore.
Barack Obama, vincitore nel 2009, appena eletto presidente degli USA.

Mostra i risultati (1924 voti)
Gennaio 2022
Video porno interrompe convegno online del Senato
Amazon introduce la consegna con la password
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Windows 11 sbaglia a mostrare i colori
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 23 gennaio


web metrics