Sms di Comdata per i dipendenti in malattia

L'azienda invia un Sms ai dipendenti in malattia augurando loro guarigione, ma anche informandoli sul tasso di malattia.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 12-02-2014]

malati

Tempo di rigido inverno e di influenza, ma anche di assenze certificate dal medico dal posto di lavoro.

La grande azienda di call center Comdata (che lavora per Telecom Italia, Vodafone e altri grandi gestori) ha deciso di inviare a tutti gli operatori in malattia un Sms sul telefonino personale. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
A quali condizioni lavoreresti da casa anziché in ufficio?
Accetterei uno stipendio inferiore perché risparmierei sui trasporti e in tempo.
Vorrei uno stipendio maggiore perché l'azienda risparmierebbe su locali, strumenti, sicurezza.
Allo stesso stipendio.
Non rinuncerei al lavoro in ufficio per nulla al mondo.

Mostra i risultati (2594 voti)
Leggi i commenti (7)
Nel messaggio Comdata augura al suo dipendente una pronta guarigione e gli ricorda il tasso di assenteismo del suo modulo, il gruppo di lavoro più ristretto al quale appartiene.

L'iniziativa ha suscitato la protesta delle rappresentanze sindacali unitarie di Comdata.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 17)


Non intendevo farti dire cose che non pensi, il fatto è che mi piace poco sapere che i cosidetti aiuti (per le aziende) li abbiano solo alcuni lavoratori. E' proprio perchè di questi tempi lo fruttamento è semre dietro l'angolo che si dovrebbe almeno partire tutti con gli stessi diritti.Non è facendo degli sgravi su alcuni lavoratori che... Leggi tutto
18-2-2014 15:24

@Maary 79 Non mi devi dire cose che non penso. E' ovvio che i lavoratori giovani sottopagati e con contratti ridicolidebbano avere più aiuti di giovani detenuti per reati lievi non recidivi. Per quanto riguarda l cosiddetti " aiuti " che riceverebbero i detenuti per lavori esterni ti rimando a questo articolo link[/url] ... Leggi tutto
17-2-2014 23:47

@Fuocogreco Difatti, se non si è capito, non sono contraria al recupero degli ex detenuti, è giusto che non se ne stiano tutto il tempo con le mani in mano, e gli venga insegnato un mestiere e che abbiano la possibilità di lavorare come altri, per potersi costruire una vita, che il carcere sia in un certo senso riformativo e... Leggi tutto
17-2-2014 15:10

@Maary 79 Non mi trovi d'accordo del tutto che volere è potere è un' assioma valido sempre. Nel caso dei condannati per pene lievi non recidivi mi sembra più sensato e umano il recupero del soggetto, e questo passa volente o nolente nel lavoro. Lavoro inteso come riappropriazione della propria identità e di un ( si spera ) futuro... Leggi tutto
17-2-2014 00:10

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Il numero di multe per l'utilizzo di smartphone alla guida è aumentato del 18% nel primo semestre 2017. Il direttore del servizio di Polizia Stradale propone il ritiro della patente fin dalla prima infrazione, con una sospensione di un minimo di 15 giorni. Sei d'accordo?
No

Mostra i risultati (2346 voti)
Settembre 2022
Da Amazon un Kindle su cui si può anche scrivere
La “tanica di benzina” per le auto elettriche
La strana storia dell'utente HME2 di Arpanet
LibreOffice diventa a pagamento
2022, fuga dall'open source
Dati a spasso nel cloud
Di chi sono i tuoi dati quando muori?
Smartphone, l'UE vuole pezzi di ricambio disponibili per almeno 5 anni
Ex designer di Microsoft demolisce il menu Start di Windows 11
Auto Hyundai “hackerata”
Agosto 2022
Genitori indagati dopo aver mandato foto dei figli ai medici
DuckDuckGo, la protezione delle email è per tutti
Il computer portatile economico che fa a meno del monitor
Microsoft avvisa: attenzione all'aggiornamento KB501270
WhatsApp, arriva il blocco degli screenshot
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 1 ottobre


web metrics