La lista dei telefonini con malware preinstallato all'acquisto

La sfrontatezza degli spioni commerciali non conosce limiti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 10-09-2015]

telefonino infettato malware

È la tendenza commerciale del momento: vendere dispositivi che di nascosto rubano dati personali ai clienti, in modo da guadagnare sulla vendita di questi dati oltre che dei dispositivi.

Compri una Smart TV e senza saperlo le tue abitudini televisive vengono schedate e rivendute a chi si occupa di misurare gli ascolti dei programmi o degli spot. Metti un selfie su un social network e la tua foto geolocalizzata, in cui indossi un capo con un logo famoso o brindi con una Red Bull, viene riconosciuta da sistemi automatici di riconoscimento dei loghi (come Streamditto) e venduta ai pubblicitari, ansiosi di sapere chi consuma il loro brand, dove lo fa e a che età lo fa. Compri un gingillo elettronico di fitness e le condizioni del tuo cuore vengono acquisite e rivendute a chi vuole dati statistici sulla salute della popolazione.

E magari è tutto legale, perché hai cliccato Accetto i termini e le condizioni d'uso senza tentare di decifrarle, perché la vita è troppo breve per passarla a leggere il burocratese, e quindi non sai che cosa hai dato il permesso di fare.

La sfrontatezza di questi spioni commerciali non conosce limiti. Capita anche che compri un telefonino e te lo trovi preinfettato. G Data ha pubblicato un rapporto sul malware che segnala, fra le altre cose, un numero crescente di smartphone che contengono malware già al momento della vendita.

Secondo G Data, nessun produttore di telefonini è così cretino da rischiare la propria reputazione preinfettando i propri prodotti in fabbrica (ma chissà perché mi viene in mente il nome Lenovo), per cui si presume che la colpa sia degli intermediari. "In aggiunta ai ricavi ottenuti dalla rivendita del dispositivo, cercano di ottenere guadagni aggiuntivi dai dati rubati agli utenti e dalle pubblicità forzate", spiega G Data.

Tipicamente il telefonino viene preinfettato alterando un'app legittima molto popolare, per esempio quella di Facebook, che viene attivata dall'utente per poterla usare, dando quindi i permessi di accesso ai dati.

Questo permette a terzi, che comandano l'app infetta, di accedere a Internet, leggere e mandare SMS, installare app, vedere e modificare i dati presenti sul telefonino, leggere la rubrica dei contatti, sorvegliare la posizione dell'utente, ascoltare e registrare le telefonate e le conversazioni, fare acquisti o transazioni bancarie fraudolente, e così via.

Il bello è che l'utente non si accorge di nulla se non installa un antivirus. Ma anche se lo installa, comunque non può rimuovere il malware dal telefonino, perché l'app infetta è una di quelle fissate nel firmware. Il telefonino, fondamentalmente, è da buttare.

Sondaggio
Saresti favorevole a una "tassa sull'ADSL" per poter scaricare film e musica liberamente?
No
Non lo so.

Mostra i risultati (13213 voti)
Leggi i commenti (20)

Quali sono gli smartphone preinfettati in fabbrica? Secondo G Data, sicuramente lo Star N9500, lo Star N8000 e l'IceFox Razor, ma sono stati rilevati casi riguardanti marche come Huawei e Lenovo.

Riporto qui testualmente l'elenco parziale dei telefonini preinfettati pubblicato da G Data: "Xiaomi MI3, Huawei G510, Lenovo S860, Alps A24, Alps 809T, Alps H9001, Alps 2206, Alps PrimuxZeta, Alps N3, Alps ZP100, Alps 709, Alps GQ2002, Alps N9389, Andorid P8, ConCorde SmartPhone6500, DJC touchtalk, ITOUCH, NoName S806i, SESONN N9500, SESONN P8, Xido X1111". Ho chiesto a G Data, che mi ha confermato che Andorid P8 non è un errore di battitura.

Adesso quel telefonino di marca sconosciuta che avete comperato pensando di fare un affarone perché costava pochissimo magari non vi sembra più così tanto un acquisto furbo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
 

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Approfondimenti
Il malware Android virtualmente impossibile da rimuovere

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

Sono sempre più convinto che il prossimo smartphone che acquisterò non dovrà avere app preinstallate e continuo a dire che FB, sia per colpe proprie che per comportamenti altrui, è estremamente pernicioso e da evitare nel modo più assoluto... :wink:
13-9-2015 15:46

Al riguardo, si ha per caso notizia di un qualche energico e significativo intervento di qualcuna delle nostre sonnolente Authority di garanzia (garanzia di che? garanzia di chi? garanzia come?) uhu? :twisted:
12-9-2015 10:39

{Marco Spitella}
Su Lenovo, posso solo confermare. Da amministratore di sistema per una P.A. ho configurato e installato numerosi PC Lenovo, che ho sempre trovato pieni di spyware di ogni tipo (benedetto Malwarebytes' Anti-Malware!..). Mi permetto, però di far notare come la lista comprenda solo prodotti cinesi, che è un po' come... Leggi tutto
11-9-2015 10:34

Voi potete accettare qualsiasi termine o condizione. Ma se è illegale si tratta semplicemente di aria fritta, perché i patti in deroga alla legge sono nulli. Ergo: bisogna vedere come la legge tutela queste situazioni e nel caso partire con relativa class action, perché la fonte del problema (il venditore) è certa, verificabile e... Leggi tutto
11-9-2015 10:17

{enrico frediani}
Huawei ha rilasciato un comunicato in merito: http://www.huawei.com/en/security/psirt/security-bulletins/security-notices/hw-452998.htm
11-9-2015 10:11

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Che cosa hai fatto almeno una volta nella vita in una cabina telefonica?
Mi sono spogliato e cambiato.
Ho fatto pipì.
Ho fatto l'amore (con un uomo, una donna o da solo).
Mi sono limitato a ripararmi per la pioggia.
Ho telefonato, ma usando il cellulare.
Ho fatto degli scherzi telefonici rimanendo anonimo.
Da teppista l'ho danneggiata.
Ho telefonato senza pagare.
Ho fatto delle banali telefonate, niente di più.

Mostra i risultati (4286 voti)
Ottobre 2020
Windows 10, Microsoft si prepara a rivoluzionare l'interfaccia
Windows 10 elimina la schermata Sistema, un trucco la riporta in vita
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Tutti gli Arretrati


web metrics