I Pirati dicono no al TTIP

Il Partito Pirata Italiano aderisce alla campagna contro l'accordo commerciale Europa-Usa.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-12-2015]

pirati stop ttip

Anche il Partito Pirata Italiano ha aderito alla campagna nazionale contro il TTIP, il Trattato di Partenariato Transatlantico su commercio e Investimenti in corso di negoziato fra USA e Europa, perché lo ritiene problematico sia sul piano del metodo che su quello dei contenuti.

I Pirati ritengono che, ancora una volta, i cittadini europei siano stati tenuti troppo all'oscuro dei contenuti dei negoziati, delle proposte dei soggetti che stanno negoziando il trattato, dei compromessi, delle mediazioni, e in generale di una trattativa ancora troppo chiusa a un ristrettissimo gruppo di persone.

Lo stesso Parlamento europeo, che rappresenta tutti i cittadini europei, e i Parlamenti nazionali non hanno avuto la possibilità di conoscere bene l'andamento della trattativa e i suoi reali processi negoziali, e quindi di influire sugli stessi.

Sondaggio
Stai per entrare in un sito di home banking (ad esempio, Money Bank). Quale tra questi indirizzi Internet ti sembra sicuro?
http://MoneyBank.com
https://MoneyBank.com
https://MoneyBamk.com
https://MoneyBank.xyz.com
Non uso siti di home banking

Mostra i risultati (3382 voti)
Leggi i commenti (17)

Per quanto riguarda i contenuti, la campagna nazionale anti-TTIP si esprime in questo modo: «Vogliamo evitare una riduzione degli standard sociali, ambientali e inerenti il lavoro, la protezione dei dati personali e dei diritti dei consumatori, e una deregolamentazione delle risorse culturali e dei servizi pubblici (come l'acqua) in trattative non trasparenti. L'Iniziativa Europea promuove una politica alternativa di commercio e investimento nell'UE».

Il Partito Pirata ha aderito in particolare perché: «vogliamo riformare le attuali leggi su copyright, brevetti, libera circolazione di cultura e conoscenza, ma queste rischiano di essere cristallizzate in un trattato che le renderebbe praticamente intoccabili. Non abbiamo neppur bisogno di conoscere i dettagli di quanto viene negoziato. Vogliamo riformare queste leggi, pertanto non possiamo accettare che queste tematiche vengano blindate in un contratto con una terza parte!».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Approfondimenti
Vogliono sottrarre le multinazionali al controllo dei giudici

Commenti all'articolo (3)

{Tedmot}
Eh, sembra proprio un ToTIP. Ma il vincitore è nascosto, e da solo prende tutto.
16-12-2015 21:28

{fabio bevilacqua}
link
10-12-2015 22:52

{Kong}
Peccato che mentre l'attenzione della gente viene diretta verso l'accordo come se fosse questione di "si" e "no" e non di "questo si" e "questo no", gli abili prestigiatori stiano intanto già da anni cambiando le regole europee sotto gli occhi di tutti (Renzi docet) senza che... Leggi tutto
7-12-2015 20:28

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo te quale tra queste donne andrebbe ricordata maggiormente per le sue scoperte?
Elizabeth Blackwell (fu pioniera nella medicina)
Rachel Carson (lanciò il movimento ambientalista contro i fitofarmaci)
Marie Curie (studiò le radiazioni)
Rosalind Franklin (contribuì alla scoperta del DNA)
Jane Goodall (studiò la vita sociale degli scimpanzé)
Ipazia (astronoma e matematica della Grecia antica)
Ada Lovelace (fu la prima programmatrice di computer)
Barbara McClintock (scoprì l'esistenza dei trasposoni)
Maria Mitchell (scoprì la cometa di Mitchell)
Lise Meitner (elaborò la teoria della fissione nucleare)

Mostra i risultati (1806 voti)
Gennaio 2022
Iliad e Vodafone, fusione in vista
Video porno interrompe convegno online del Senato
Amazon introduce la consegna con la password
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Windows 11 sbaglia a mostrare i colori
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 25 gennaio


web metrics