Criminale informatico lascia qualche piccolo indizio di troppo



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-11-2016]

homer simpson

Mi capita spesso di raccontare storie di criminali informatici sofisticati e ingegnosi, ma non tutti coloro che pensano di fare soldi illegalmente con l'informatica sono geni del male.

Prendete per esempio Dwayne Cartouche Hans Jr, un ventisettenne americano dello stato di Washington. Nella sua meteorica carriera criminosa, fra aprile e luglio 2016 è accusato di aver violato un sito per la gestione dei pagamenti del governo degli Stati Uniti e di aver dirottato un milione e mezzo di dollari su un conto di cui aveva il controllo.

Purtroppo nel suo piano, secondo quanto racconta il Dipartimento di Giustizia statunitense, ci sono state alcune piccole imperfezioni: ha violato il sito governativo usando il proprio computer e il proprio indirizzo IP di casa. Non solo: nelle credenziali di accesso illecito al sito governativo ha dato il proprio indirizzo di mail, che è dwayne.hansjr @ outlook.com.

Come se non bastasse, l'uomo ha dirottato i soldi governativi modificando i dati di un istituto finanziario presente sul sito che aveva violato, in modo che al posto di uno dei conti correnti dell'istituto ci fosse un conto controllato da lui. In questo modo, quando il governo ha effettuato un pagamento di 1,5 milioni di dollari all'istituto, i soldi sono finiti invece sul conto gestito dal criminale. Che però aveva aperto quel conto dando il proprio nome e cognome e indirizzo di casa.

Sondaggio
Qual è l'espressione più ricorrente nella tua azienda, tra queste?
Ampia gamma
Capacità comunicative
Creativo
Dinamico
Efficace
Esperienza collaudata
Innovativo
Manageriale
Motivato
Multinazionale
Problem solving
Specializzato
Vasta esperienza

Mostra i risultati (1731 voti)
Leggi i commenti (15)

Il pagamento anomalo è stato notato e interrotto prima che Dwayne Cartouche Hans Jr potesse prelevare o ritrasferire i soldi. Come avrete intuito, non è stato particolarmente difficile per l'FBI risalire all'autore del reato. La vicenda ha anche altri risvolti, riportati in dettaglio nella deposizione dell'FBI, ma ora l'uomo si ritrova accusato di frode telematica, frode informatica e riciclaggio di denaro.

Il Dipartimento di Giustizia, nel suo comunicato stampa, dice che l'arresto del criminale "manda a tutti gli aspiranti cybercriminali un messaggio: vi troveremo e vi condurremo di fronte alla giustizia". Belle parole, ma va detto che in questo caso trovare il criminale non richiedeva un fiuto da Sherlock Holmes.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
 

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

Mi piacerebbe sentire la campana, di questo presunto hacker del tubo.
8-11-2016 21:13

Sembra veramente la compilation delle cose da non fare se vuoi avere qualche speranza di farla franca, con la scia di tracce che ha lasciato ci riusciva anche mia nonna che non ha mai usato un computer a beccarlo! Francamente lascia molto perplesso anche me questa storia...
8-11-2016 19:23

Probabilmente il programma era PRENDI I SOLDI E SCAPPA perciò non gli importava di lasciare tracce delle sue malefatte, tanto sarebbe sparito all'estero. Ma non ne ha avuto il tempo.
7-11-2016 16:59

A volte anche le persone intelligenti, quando si addentrano in analisi complesse, trascurano gli aspetti più semplici Leggi tutto
7-11-2016 14:46

{mandiri}
Più che criminale informatico, direi citrullo informatico. E poi mi chiedo la stessa cosa di colemar; c'è qualcosa di incongruo in questa storia. Infine l'affermazione del dipartimento di giustizia rischia di diventare una barzelletta, vista la ridicolezza della "truffa", e la "mole" di lavoro... Leggi tutto
7-11-2016 13:35

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è il prodotto più obsoleto tra questi?
Il lettore DVD da salotto: sta per fare la fine del videoregistratore VHS.
L'iPod: ormai la musica si ascolta con lo smartphone.
Il Blackberry: ha pochissime app, ormai ha fatto il suo tempo.
Angry Birds: ormai la moda è passata.
Un telefonino che non sia smartphone: esistono ancora?
L'auricolare Bluetooth: è bruttissimo a vedersi.
Lo smartwatch, per lo meno quelli di prima generazione: brutti e limitati.
Il Nintendo Wii: non può competere con l'Xbox One e la PS4.

Mostra i risultati (2029 voti)
Dicembre 2020
Microsoft brevetta la tecnologia per eliminare le riunioni inutili
Novembre 2020
Seria falla in Windows 7, la patch c'è ma non è ufficiale
Clienti Amazon: i corrieri rubano le nostre PlayStation
Edge, una marea di estensioni pericolose ruba i dati degli utenti
Apple, multa milionaria per aver rallentato gli iPhone
Il malware che colpisce gli utenti dei siti porno
Google Foto, si va verso il servizio a pagamento
Expedia, Booking, Hotels e altri: dati degli utenti visibili e accessibili
L'aspirapolvere che recupera gli AirPod dalle rotaie
Open Shell riporta in vita il menu Start di Windows 7
WhatsApp, ora è più facile eliminare foto e video inutili
Ottobre 2020
Windows 10, Microsoft si prepara a rivoluzionare l'interfaccia
Windows 10 elimina la schermata Sistema, un trucco la riporta in vita
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Tutti gli Arretrati


web metrics