Monaco spenderà cento milioni di euro per tornare a Windows

L'abbandono di Linux e dell'open source non sarà indolore per le casse cittadine.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 29-11-2017]

linux windows monaco money

Come ormai sappiamo, Monaco di Baviera ha deciso di abbandonare Linux e tornare a Windows. Quello che non ancora non sapevamo è quanto ciò costerà alla città tedesca.

Ora le autorità l'hanno rivelato: per far tornare circa 29.000 Pc a Windows 10 sarà necessario spendere circa 50 milioni di euro, che saranno presi dal budget stanziato per il rinnovamento del reparto IT cittadino, pari a 98 milioni di euro.

Il Consiglio comunale prevede inoltre di passare a Office 2016 e di estendere l'uso dei sistemi operativi virtualizzati, scelte che si tradurranno in ulteriori costi.

Il piano complessivo prevede una spesa di 14 milioni per lo staff, 24 milioni per i consulenti esterni, 23,4 milioni per i servizi IT interni, 3,8 milioni per l'hardware e 29,9 milioni per le licenze di Windows, Office, e i software correlati, e 3,1 milioni per i test e l'addestramento.

La cifra ha destato dubbi nell'opposizione circa i veri motivi dell'intera operazione (soprattutto considerando che non ci sono vere ragioni tecniche): il Partito dei Verdi, in particolar modo, si chiede se davvero «così tanti milioni e così tante risorse debbano essere spesi per un progetto tanto superfluo».

Sondaggio
Una ricerca dell'UniversitÓ di Lund (Svezia) mostra che avere un bambino costa al Pianeta l'emissione di 58,6 tonnellate di CO2 l'anno. In proporzione, si tenga conto che non avere l'auto fa risparmiare 2,4 tonnellate di CO2, l'essere vegani 0,8 tonnellate ed evitare un viaggio aereo 1,6 tonnellate. Lo studio conclude che una famiglia che sceglie di avere un bambino in meno contribuisce alla riduzione di emissioni di CO2 quanto 684 teenager che decidono di adottare un comportamento ecologista per il resto della vita. Cosa ne pensi?
╚ corretto. Far˛ meno figli.
Sono pazzi questi svedesi.

Mostra i risultati (1351 voti)
Leggi i commenti (33)

Sempre i verdi hanno inoltre ribadito la preoccupazione circa la possibilità che il ritorno ai sistemi Microsoft apra la porta al malware, senza contare il fatto che la dipendenza da un solo produttore di software - oltretutto closed source - pone serie questioni sul piano della sicurezza e sul trattamento delle informazioni personali dei cittadini di Monaco.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Arriva LibreOffice 7.1 Community ma è importante non usarlo in azienda
Dopo Monaco, anche la Bassa Sassonia abbandona Linux per Windows
Monaco abbandona Linux e LibreOffice e torna a Windows
Lasciare Linux dopo WannaCry? Troppo rischioso
Monaco lascia Linux soltanto per motivi politici

Commenti all'articolo (3)

Se non Ŕ una marchetta a M$ questa non saprei proprio dire quale lo sia... :incupito:
3-12-2017 16:53

{SilverHawk}
Ah, quei 100.000.000 di motivi per e$$ere orgoglio$i di $cegliere Micro$$$$oft
29-11-2017 13:10

Mi scopro ogni giorno pi¨ concorde con chi vorrebbe che le pubbliche amministrazioni fossero obbligate per legge ad usare software FOSS...
29-11-2017 09:25

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual Ŕ il tuo operatore principale di telefonia mobile?
Tim
Vodafone
Tre
Wind
Un operatore virtuale (Carrefour, PosteMobile, ecc.)
Utilizzo pi¨ Sim
Non ho il cellulare... ma non mi crede nessuno

Mostra i risultati (4880 voti)
Settembre 2021
È morto sir Clive Sinclair, creatore dello ZX Spectrum
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Windows 11, svelata la data di lancio
Agosto 2021
La barra di Windows 11 è di proposito peggiore di quella di Windows 10
Violati i server TIM, password degli utenti a rischio
Windows 11, disponibile la prima ISO ufficiale
Microsoft: disabilitate il sistema di stampa di Windows (di nuovo)
Google taglia gli stipendi a chi sceglie il telelavoro
Gli iPhone scansioneranno tutte le foto alla ricerca di pedopornografia
Due parole sull’attacco informatico “terroristico” alla Regione Lazio
Windows 365 è già disponibile e costa meno di 30 euro al mese
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 18 settembre


web metrics