La sciarpa che filtra l'inquinamento atmosferico e ferma anche i virus



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 27-10-2018]

bioscarf

L'azienda che la produce si chiama Bioscarf, e il nome non poteva essere più adatto: la soluzione che propone all'inquinamento dell'aria è una sciarpa (scarf, in inglese) in grado di filtrare tutte le sostanze nocive.

Dedicate alle persone che vivono in città particolarmente inquinate, la sciarpa è in grado di fermare i vari inquinanti ma anche allergeni e - sostiene il produttore - i virus responsabili di influenza e raffreddore.

Lunga circa 2 metri e larga circa 20 centimetri, la sciarpa è disponibile in vari colori ed è realizzata in poliestere.

Bioscarf sostiene che possiede la capacità di bloccare il 94% degli inquinanti presenti nell'atmosfera, esattamente come le mascherine che si vedono talvolta indossare nelle città (e sono molto diffuse in Giappone): i testi dimostrano che il particolato viene fermato in quasi il 100% dei casi.

«Gli esperti» - spiega Hazel Solle, co-fondatrice dell'azienda insieme al marito - «affermano che oltre 2 miliardi di bambini nel mondo respirano aria tossica, e nessuno ne parla. È ora non soltanto di rivelarlo al mondo, ma soprattutto di dare a quanti sono in pericolo e non hanno i mezzi per proteggersi qualcosa che li aiuti ogni giorno a combattere l'inquinamento atmosferico».

Sondaggio
L'aggravarsi del tasso di inquinamento atmosferico fa assumere alle amministrazioni comunali la decisione di bloccare la circolazione delle auto. Cosa ne pensi?
Era ora: si tratta di una misura necessaria e urgente.
I blocchi del traffico sono inutili e peggiorano la vita delle persone.
Sono d'accordo, ma i provvedimenti dovrebbero essere pi¨ incisivi (o addirittura permanenti).
Sarei d'accordo solo se prima venissero potenziati i trasporti pubblici.
Non so.

Mostra i risultati (1201 voti)

La biosciarpa è in vendita sul sito ufficiale di Bioscarf al prezzo di 39 dollari (pari a circa 34 euro).

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
RepAir, la maglietta tutta italiana che ripulisce l'aria intrappolando l'inquinamento
Studio rivela: l'inquinamento atmosferico favorisce le tendenze suicide
Aria fresca in lattina per le città inquinate della Cina
Nanotubi in carbonio nei bambini con l'asma
Un aspira-smog contro l'inquinamento
Quando il bucato purifica l'aria

Commenti all'articolo (1)

{quetzal}
I virus li ferma il sistema immunitario, non una sciarpa. Se sei immunodepresso la sciarpa è ottima come coadiuvante, altrimenti togliendoti la possibilità di prenderti il raffreddore o la febbre quando il tuo sistema immunitario è un po' giù, ti espone sempre più a problemi immunitari e ti rende... Leggi tutto
27-10-2018 12:55

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo te quale diventerÓ realtÓ per prima?
Le aule intelligenti: conosceranno gli alunni e offriranno un'esperienza di apprendimento personalizzata ed efficace.
Torneremo a fare la spesa sotto casa: i negozi uniranno la varietÓ degli acquisti online al piacere di fare acquisti direttamente in un posto conosciuto.
Useremo il DNA per stabilire terapie su misura: cloud computing e computer congnitivi rendereanno l'esame del DNA veloce ed economico.
Un guardiano digitale sostituirÓ le password: conoscerÓ le nostre abitudini e individuare i tentativi di furto d'identitÓ.
Smart City: le cittÓ faranno arrivare sugli smartphone dei cittadini informazioni personalizzate basate sulle abitudini e le preferenze degli abitanti stessi.

Mostra i risultati (1109 voti)
Gennaio 2019
Pubblicata la ''master list'' degli hacker
Un intero computer (completo di schermo e tastiera) all'interno di un mouse
Non è reato filmare una donna nuda in casa sua se non usa le tende
Sei consigli per difendersi dal ransomware
Windows 7 riconosciuto come contraffatto dopo le ultime patch
IoT sotto attacco: ora tocca alle vasche idromassaggio
Apple taglia la produzione di iPhone: l'obsolescenza programmata non funziona più
Il primo computer quantistico progettato per applicazioni commerciali
Il bat-sonar Microsoft usa gli altoparlanti intelligenti per mappare intere stanze
Otter Browser, il vero successore di Opera Classic
Mozilla sperimenta gli spot in Firefox. Gli utenti insorgono
Richard Stallman fa i complimenti a Microsoft
Dicembre 2018
Microsoft cambia Pulizia Disco per salvare gli utenti sbadati da sé stessi
Il bug di Chrome che manda in freeze Windows 10
Arrestati i cinque pirati più incapaci del web
Tutti gli Arretrati


web metrics