Perché Facebook chiede la password della mail?



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 10-04-2019]

fb password

No, non è una truffa da parte di criminali informatici: Facebook sta davvero chiedendo ad alcuni utenti di dargli la password del loro account di posta.

Il fenomeno è stato segnalato per la prima volta il primo d'aprile scorso; passato il dubbio che si trattasse di un bizzarro scherzo di stagione, Facebook ha chiarito che la richiesta compare ad alcuni utenti che adoperano fornitori di caselle di mail che non supportano lo standard di autenticazione OAuth, che è invece supportato da quasi tutti i fornitori più diffusi. Il social network ha inoltre dichiarato che non conservava le password richieste e che comunque smetterà di chiederle.

Comunque sia, questa è stata una scelta molto infelice e pericolosa da parte di Facebook. Non solo ha contribuito a farlo sembrare ancora più ficcanaso di quanto già sia, ma rischia di creare negli utenti la pessima abitudine di dare la propria password di mail a terzi.

Fra tutte le password che abbiamo, infatti, quella che protegge la casella di mail è una delle più preziose e potenti, perché quasi tutti gli account di altri servizi, dai social network ai giochi online ai sistemi di pagamento online, si basano su una casella di mail. Se un aggressore prende il controllo della nostra casella di mail, può chiedere ai nostri account nei social network di mandare un codice di reset, che arriva via mail e quindi può essere letto e usato dall'aggressore.

Prendere il controllo di una casella di mail, in sintesi, consente di prendere poi il controllo di tutte le attività online della vittima. Per questo la password di mail non va data mai, mai, mai a nessuno (ed è importante proteggere l'account con l'autenticazione a due fattori). Che Facebook abbia deciso di ignorare questa regola la dice lunga sul suo approccio alla protezione degli utenti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
 

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 18)

Su una cosa del genere credo che non risparmierei... =)
22-4-2019 14:29

Probabilmente lui era più risparmioso di me e del Prof. messi insieme. :roll: Ed è tutto dire! :lol: Leggi tutto
21-4-2019 20:53

In caso esistono anche degli ottimi lubrificanti... dicono... :lol:
21-4-2019 19:36

De gustibus non disputandum est! (Sui gusti non si sputa) :wink: Ma come diceva un vecchio amico di gusti atipici... non si sputa sui gusti su quello sì che a secco.... può non essere poi così piacevole :lol: Leggi tutto
20-4-2019 20:33

:malol: :malol: :malol: Leggi tutto
20-4-2019 15:36

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Immaginiamo un mondo popolato dalle auto di Google: senza pilota, senza sterzo e senza pedali. Qual è il maggior vantaggio? (vedi anche gli svantaggi)
Sarà più comodo viaggiare: non dovremo preoccuparci di guidare e avremo più tempo libero a disposizione.
Potranno spostarsi in auto anche i non vedenti, gli invalidi o in generale le persone non più in grado di guidare.
Si risparmierà carburante grazie all'ottimizzazione: niente accelerazioni o frenate brusche, rispetto dei limiti di velocità e così via.
Con il Gps incorporato ci si smarrirà di meno e non sarà necessario consultare mappe o chiedere indicazioni.
Ci sarà maggiore sicurezza e meno incidenti: niente ubriachi al volante o anziani non più in grado di guidare. Zero distrazioni, zero stanchezza, zero errori del conducente (causa del 90% degli incidenti).
Ci sarà meno traffico: potremo più facilmente condividere un'auto in car sharing che ci venga a prendere e ci porti dove desideriamo andare, trovando parcheggio da sola o rimettendosi a disposizione della comunità.
La casta dei tassisti non avrà più ragione di esistere e sarà finalmente azzerata.

Mostra i risultati (1552 voti)
Giugno 2019
Libra, la criptovaluta di Facebook, ufficialmente al via con il wallet Calibra
Se anche Sky usa i sottotitoli pirata
Il CERN lascia Microsoft e passa all'open source
VLC, corrette 33 falle grazie alle ricompense UE
EmuParadise violato, rubati i dati di 1,1 milioni di utenti
Google cambia la ricerca: i siti non appariranno più di due volte
Google Maps, arriva il tachimetro in tempo reale
La visione di Microsoft per un sistema operativo davvero moderno
Microsoft implora gli utenti: installate la patch prima di un altro WannaCry
Il malware che sfugge a ogni individuazione
Maggio 2019
Windows 10, l'aggiornamento di maggio fa cadere la connessione Wi-Fi
Huawei, microSD addio: l'azienda è stata esclusa dalla SD Association
Windows 10, ecco l'aggiornamento di maggio
Gmail, una pagina segreta tiene traccia di tutti gli acquisti fatti
Sedicenne si uccide dopo sondaggio su Instagram
Tutti gli Arretrati


web metrics