Gaia-X, il cloud computing in salsa europea

Servirà a ridurre la dipendenza dai giganti americani come Google, Amazon e Microsoft.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 08-06-2020]

gaia x cloud computing europeo

È un progetto franco-tedesco quello che darà vita a Gaia-X, una piattaforma di cloud computing nata esplicitamente per essere "europea", ossia per sganciare i Paesi del Vecchio Continente dalla dipendenza dagli Usa in questo settore.

Chi oggi cerca una piattaforma cloud cui affidarsi trova infatti diverse alternative di alto livello - Google Cloud Platform, Amazon Web Services, Microsoft Azure, e le soluzioni di Alibaba e Ibm - ma tutte statunitensi o, nel caso di Alibaba, cinesi.

Gaia-X, nata dalla collaborazione di 22 aziende (tra cui Sap, Deutsche Telekom, Siemens, Bosch, Atos), è invece sostenuta dai Ministeri dell'Economia tedesco e francese, e presto verrà costituita in Belgio come ente non-profit.

Il lancio è previsto per l'inizio del 2021 e i vari passi che prima di allora saranno compiuti per raggiungere l'obiettivo saranno via via annunciati dai già citati Ministeri che appoggiano l'iniziativa.

La nascita di Gaia-X si pone come risposta alle crescenti preoccupazioni riguardanti la saggezza di conservare i dati relativi ad aziende e cittadini europei nei server dei giganti della Silicon Valley, soprattutto alla luce dei contrasti di natura commerciale che sembrano sul punto di esplodere.

Inoltre, la Commissione Europea vede certamente di buon occhio lo sforzo per la costruzione di una piattaforma completamente europea di cloud computing, in quanto essa rientra perfettamente all'interno di quella visione battezzata Mercato Unico Digitale.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 9)

Personalmente il cloud lo uso solo come strumento di backup di terzo livello di dati criptati. In quanto all'Europa, intesa come UE, che comunque non mi risulta c'entri nulla con questo progetto dal momento che esso è in mano ad aziende private, ogni ulteriore tentativo di tenerla in vita è solo accanimento terapeutico e certo non per... Leggi tutto
28-6-2020 17:49

- GERMANIA: ho un idea... facciamo un nostro cloud, tutto europeo. E fanc**o gli usa! - FRANCIA: geniale! e come potremo chiamarlo? - GERMANIA: mmmm... chiamiamolo GAIA-X... "GAIA" come il nostro pianeta e "X" come l'iphone X PS: ma se e' europeo, perche' chiamarlo GAIA? .
14-6-2020 15:50

{ice}
sarà un carrozzone economicamente insostenibile Se davvero avessero voluto creare una piattaforma europea competitiva con la concorrenza mondiale avrebbero in primis dovuto localizzarla in slovacchia, repubblica Ceca o Polonia, come fanno i colossi dell'IT che non scelgono l'Irlanda per motivi fiscali
12-6-2020 09:09

@francescodue Francesco, è proprio che vogliono evitare che la gente comperi hardware. In anni hanno già riscontrato che vendere hardware non paga. Spendi 200€ per un NAS? Almeno qualche anno ti dura quindi all'azienda porta l'equivalente di 5€ al mese (per una durata dell'harware di 3 anni). Ti offro cloud a soli 7€ al mese! WoW!... Leggi tutto
10-6-2020 23:26

Alla fine cambia poco o nulla. I dati saranno in mani "altre", di cui non avremo alcuna certezza. Ciò che si dovrebbe fare è un'opera culturale: convincere la gente ad usare un proprio dispositivo. Lo smartphone è sempre e perennemente collegato, non vedo quindi la difficoltà nel creare un NAS domestico collegato direttamente... Leggi tutto
10-6-2020 22:20

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
I bambini sempre più spesso entrano in contatto con la tecnologia a una tenera età (per giocare, comunicare e cercare informazioni), anche grazie alla diffusione di smartphone e tablet. Quale dovrebbe essere la maggiore preoccupazione dei genitori?
Potrebbero visionare materiale inappropriato o visitare siti inopportuni.
Potrebbero comunicare con sconosciuti o persone non ritenute affidabili.
Potrebbero essere vittime di cyberbullismo, sui social network o altrove.
Potrebbero spendere denaro online senza che i genitori lo sappiano, anche a causa delle app che richiedono acquisti online durante i giochi.
Potrebbero diffondere dati personali (compresi foto e filmati) senza essere coscienti dei rischi.
Potrebbero incorrere in difficoltà a relazionarsi con amici dal vivo, nascondendosi dietro relazioni disintermediate dal mezzo informatico.

Mostra i risultati (1336 voti)
Luglio 2020
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Hai installato Immuni?
Windows 10 rinnova il menu Start
Arriva Edge, e i computer rallentano
Giugno 2020
Favicon sfruttate per rubare i dati delle carte di credito
Windows 10, dov'è finita l'opzione per rimandare gli aggiornamenti?
Windows 10, l'ultimo aggiornamento riavvia i Pc a forza
La Casa Bianca e il video delle cataste di mattoni
Pornografia, il Parlamento prepara un filtro al web
La foto che paralizza alcuni smartphone Android
Il trucco che elimina la pubblicità da YouTube
L'Italia censura il progetto Gutenberg
Tutti gli Arretrati


web metrics